Bonus Mamma 2022, richiedi il bonus INPS 800€ entro il 28/02

Dal 1° marzo 2022 l’Assegno diverrà Universale e ingloberà al suo interno la maggior parte dei bonus per la famiglia pagati dall’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, come il bonus bebè, gli assegni al nucleo familiare per nuclei numerosi con più di tre figli e il Bonus Mamma 2022. Scopriamo insieme come richiedere entro il 28/02 il bonus all'INPS

Image

Mancano pochi giorni all’inizio della rivoluzione copernicana dei Bonus INPS per la famiglia: l’arrivo dell’Assegno Unico e Universale.

La misura è stata approvata in Senato il 30 marzo 2021 e ha avuto un periodo di prova di sei mesi, da luglio a dicembre 2021, poi allungati ad otto, con l’aggiunta delle due mensilità di gennaio e febbraio. Questo, infatti era stato chiamato “Assegno Ponte”, poiché ha permesso di effettuare il passaggio dal vecchio sistema dei bonus INPS al nuovo

Dal 1° marzo 2022 l’Assegno diverrà Universale e ingloberà al suo interno la maggior parte dei bonus per la famiglia pagati dall’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, come il bonus bebè, gli assegni al nucleo familiare per nuclei numerosi con più di tre figli e il Bonus Mamma 2022

Questi bonus, infatti, scadranno il prossimo 28 febbraio 2022, pertanto, restano ancora pochi giorni per inoltrare la domanda all’INPS. Andiamo, ora, a vedere nel dettaglio che cos’è il Bonus Mamma 2022 e come può essere richiesto all’INPS in poche e semplici mosse.

Bonus Mamma 2022, a chi è rivolto il bonus di 800 euro per tutte le neomamme?

Il Premio alla Nascita del valore di 800 euro, chiamato anche “Bonus Mamma Domani” è un bonus che è stato corrisposto da INPS alle famiglie dal 1° gennaio 2017 e che potrà essere richiesto fino al 28 febbraio 2022, da madri dall’ottavo mese di gravidanza, oppure a seguito della nascita, adozione o affidamento preadottivo di un bebè.

Il bonus ha un valore standard di 800 euro e, pertanto, non viene corrisposto tenendo conto dell’ISEE, l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente. La cifra erogata dall’INPS è, infatti, la medesima sia per famiglie con redditi bassi, sia per le famiglie con redditi elevati.

Come dicevamo pocanzi, il bonus mamma 2022 è rivolto unicamente a donne in gravidanza o alle mamme che hanno compiuto il settimo mese di gravidanza, che hanno partorito (anche se prima dell’ottavo mese di gravidanza), che hanno effettuato un’adozione nazionale o internazionale del minore. Il bonus mamma 2022 di 800 euro viene anche concesso, come specificato dall’INPS:

“Affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, c. 6, l. 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34, l. 184/1983.”

Tale sussidio economico di 800 euro viene pagato dall’INPS in un’unica tranche per ciascun evento, inteso come nascita, adozione o affidamento, per ciascuno dei figli nati, adottati o presi in affidamento.

Il bonus di 800 euro riservato alle madri in gravidanza all’8° mese, o alle neomamme che hanno appena adottato o avuto un bambino, può essere richiesto unicamente se la madre, la gestante o la cittadina italiana, comunitaria o non comunitaria, in questione sia presente, oltre che residente, in Italia.

Andiamo, ora, a vedere come può essere richiesto all’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale questo bonus mamma 2022 del valore di 800 euro. 

Bonus Mamma 2022, come richiedere il Bonus di 800 euro “Premio alla Nascita” all’INPS

Per richiedere il Bonus INPS Mamma domani o Premio alla Nascita, la procedura da seguire è molto semplice

Come per tutti gli altri bonus INPS, si può effettuare la richiesta secondo tre modalità differenti: online, per via telefonica, oppure attraverso dei servizi offerti da intermediari dell’Istituto Previdenziale. Andiamo con ordine. 

Per richiedere il Bonus mamma 2022 di 800 euro online, innanzitutto dobbiamo ricordare che non si può più effettuare l’accesso mediante le vecchie credenziali INPS con il PIN. INPS, infatti, ha smesso di distribuire il PIN dal 2020 e da ottobre 2021, invece, ha bloccato l’accesso tramite questo vecchio metodo. 

Ora, infatti, si potrà entrare nel portale online di INPS unicamente con una delle identità elettroniche tra SPID, CIE o CNS.

Lo SPID può essere richiesto da chiunque abbia più di 18 anni, un documento di identità valido italiano, la Tessera Sanitaria e una mail con un numero di telefono validi. Potrete richiedere lo SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, a uno tra gli Identity Provider autorizzati dall’AgID.

La CIE è il nuovo formato elettronico della Carta d’Identità. Potrete richiederla prendendo un appuntamento al vostro Comune di residenza online sul sito del Ministero dell’Interno. Una volta scelta la data e l’ora dovrete recarvi in Comune muniti di fototessera e del vecchio documento – o della denuncia dei Carabinieri in caso di smarrimento.

Infine, la CNS è la Tessera Sanitaria – Carta Nazionale dei Servizi che, si legge sul sito INPS:

Per poterla utilizzare come Carta Nazionale dei Servizi (CNS) è necessario recarsi presso un ufficio della Regione nella quale si risiede, dove verrà rilasciata una busta con il Personal Identification Number (PIN) per il suo utilizzo come CNS.

Una volta effettuato l’accesso ai servizi online per il cittadino di INPS potrete ricercare la prestazione “Premio alla Nascita” o “Bonus Mamma Domani”. Una volta compilata, dovrete scegliere il metodo di pagamento del Bonus Mamma 2022 da parte di INPS.

I metodi per il versamento degli 800 euro sono i seguenti: bonifico domiciliato presso ufficio Poste Italiane; accredito su conto corrente bancario o postale; libretto postale; carta prepagata con codice IBAN; conto corrente estero Area SEPA.

Potrete, poi, contattare il Call Center INPS da rete fissa o mobile, nel primo caso gratuitamente, mentre nel secondo a pagamento, ai numeri 803 164 o 06 164 164, oppure richiedere l’ausilio di CAF e Patronati

Ricordiamo che il Bonus Mamme del valore di 800 euro può essere corrisposto in relazione alla nascita avvenuta, pertanto, potrà essere erogato dall’INPS anche a tutte le madri che al 31 dicembre 2021 sono entrate nell’ottavo mese. L’unica condizione per ottenere il bonus è che il parto avvenga entro e non oltre il 28 febbraio 2022.

Bonus Mamma 2022 INPS, scade il 28 febbraio 2022! Cosa accade dopo?

Come abbiamo detto poco fa, il bonus mamma 2022 del valore di 800 euro scadrà il prossimo 28 febbraio 2022. Dal 1° marzo, infatti, inizierà l’era dell’Assegno Unico e Universale, un sostegno che può già essere richiesto all’INPS dal 1° gennaio, e che inizierà ad essere corrisposto – unicamente a chi ha presentato la domanda entro il 28 febbraioa partire da metà mese di marzo

Ricordiamo che, a differenza del bonus mamme di 800 euro, l’Assegno Unico viene distribuito alle famiglie tenendo conto dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, del numero di figli a carico e della loro età (se maggiorenni o minorenni), ma anche delle condizioni di disagio economico familiare o di condizioni di disabilità grave o media dei figli. 

L’Assegno viene corrisposto dall’8° mese di gravidanza al 21° anno di età del figlio; dai 18 anni il ragazzo può chiedere l’accredito diretto dell’Assegno da parte di INPS. Gli importi variano da un massimo di 175 euro al mese a figlio minore con ISEE basso, a un minimo di 50 € al mese a figlio per figli ISEE sopra i 40 mila euro o in assenza di ISEE.

Anche per l’Assegno Unico, come per il Bonus Mamma 2022 INPS di 800 euro, la richiesta può essere presentata telematicamente (CIE, CNS, SPID), telefonicamente o via CAF e Patronati, eccezione fatta per i percettori di Reddito di Cittadinanza, ai quali INPS corrisponderà in maniera del tutto automatica il bonus mensile per i figli.

Per inoltrare la domanda all’INPS telematicamente vi consigliamo di leggere questo articolo.