Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 28 ottobre scorso da parte del Ministero dell'Economia, il Bonus Monopattini è entrato a far parte della nostra quotidianità. Rivolto a chi, nel periodo compreso tra il 1 agosto e il 31 dicembre 2020, ha acquistato monopattini elettrici o bici elettriche, e per coloro che hanno fatto abbonamenti per il trasporto pubblico.

Insomma, il Bonus Monopattini arriva in soccorso di tutti coloro che nell'ultimo anno hanno optato per una scelta ecologica, rinunciando all'automobile per i propri spostamenti, favorendo la mobilità elettrica. La somma massima riconosciuta arriva fino a 750 euro, prorogata anche per il 2022 e, secondo quanto stabilito il 21 settembre scorso, tale incentivo si estenderà e sarà fruibile in tre annualità.

Inserito all'interno del Decreto Rilancio, il Bonus Monopattini rientra nelle categorie del Bonus Mobilità, insieme al Bonus Bici, ma questa volta si avvale di alcune novità rispetto all'anno precedente. Vediamo dunque in cosa consiste, come richiederlo, i limiti del bonus e le caratteristiche dei monopattini, che negli ultimi tempi godono di vendite sempre più alte.

I beneficiari del Bonus Monopattini e le polemiche sulle richieste

I beneficiari però sono pochi, e ciò ha già sollevato tante polemiche, poiché il credito d'imposta del bonus spetta soltanto a coloro negli ultimi sei mesi del 2020 hanno comprato veicoli ecologici, con meno di 110 g/km di emissioni CO2, anche usati, e rottamato veicoli inquinanti di categoria M1. Ad esempio, come illustra la pagina Ufficio Complicazioni, le polemiche derivano anche dal fatto che la procedura per richiedere il Bonus Mobilità sia troppo meccanica e il profilo web sia congestionato dagli utenti, con attese lunghissime.

"Inserito all'interno del Decreto Rilancio, il Bonus Monopattini rientra nelle categorie del Bonus Mobilità, insieme al Bonus Bici, ma questa volta si avvale di alcune novità rispetto all'anno precedente."

Non si tratta proprio di un nuovo incentivo, piuttosto una modifica del Bonus Mobilità, che abbiamo già trattato in questo articolo, inserito all'interno del Decreto Rilancio, dove già esisteva un buono da 500 euro, oggi aumentato a seguito della grande richiesta da parte dei cittadini e all'esplosione del mercato della mobilità elettrica.

Il Bonus Monopattini e il Bonus Bici rientrano dunque nella stessa categoria, per richiederli bisogna connettersi al portale dell'Agenzia delle Entrate e fare domanda. La stessa Agenzia delle Entrate stabilirà poi i tempi, che variano fino a tre mesi, per elargire il credito. Il credito d'imposta però è utilizzabile solo nella dichiarazione dei redditi e, stando a quanto riportato dal Ministero dell'Economia "non è cumulabile con altre agevolazioni di natura fiscale aventi ad oggetto le stesse spese".

Bonus Mobilità e Bonus Monopattini. Le differenze tra il 2020 e il 2021

Il Governo ha stanziato circa 5 milioni di risorse, ma a differenza del vecchio bonus studiato dal Governo Conte, quello nuovo non prevede uno sconto o un rimborso per l'acquisto di veicoli elettrici. Si tratta di un credito d'imposta, ossia uno sconto sulle tasse, da utilizzare nel periodo d'imposta relativo al 2022. Inoltre, altra novità introdotta da Draghi, è l'estensione del buono anche agli abbonamenti di mezzi pubblici.

Fino a qualche mese fa esisteva il sito internet apposito per la richiesta del bonus: buonomolitia.it, oggi decaduto e che probabilmente sarà a breve rimpiazzato dal nuovo sito web. Troviamo alcune differenze introdotte dal bonus 2020 a quello 2021, se lo scorso anno, infatti, era previsto un indennizzo del 60% rispetto al prezzo di acquisto, quest'anno si prevede invece uno sconto del 30% sull'acquisto del nuovo veicolo elettrico.

Pronto Bolletta, nel suo articolo, scrive che nel nuovo incentivo studiato dal Governo si comprende un addizionale 10% di rimborso, portando così il bonus al 40%, nel caso in cui si dovesse anche rottamare il vecchio veicolo più inquinante con l'acquisto di uno scooter appartenente alle Classi Euro 0,1,2 e 3. Il rimborso però avviene solo nel caso in cui il motorino abbia un valore inferiore ai 4 mila euro.

Cosa acquistare col Bonus Mobilità

Il Bonus Monopattini rientra, come abbiamo accennato, nel Bonus Mobilità. Grazie a questo incentivo è possibile acquistare veicoli green, perciò meno inquinanti, aiutando l'ambiente e la mobilità alternativa, in modo tale da lasciare le auto nei garage di casa.

"Il Bonus Monopattini e il Bonus Bici rientrano dunque nella stessa categoria, per richiederli bisogna connettersi al portale dell'Agenzia delle Entrate e fare domanda. La stessa Agenzia delle Entrate stabilirà poi i tempi, che variano fino a tre mesi, per elargire il credito."

Il buono è valido per l'acquisto di veicoli sia nuovi che usati, sia elettrici che a padelata assistita, che sono:

  • bibiclette
  • biciclette elettriche
  • handbike
  • monopattini
  • hoverboard
  • monoruota
  • veicoli per la mobilità condivisa

Una volta fatto l'acquisto e ricevuto il rimborso sulle tasse, passiamo a calcolare i costi delle ricariche elettriche. Quanto sono i consumi energetici? Molti si pongono questa domanda. La paura più grande, da parte dei cittadini che usufruiscono del bonus, è quella di ritrovarsi a pagare bollette salatissime, proprio a seguito del consumo energetico.

Green sì, ma occhio al consumo. I costi energetici delle batterie

Tranquilli, non c'è bisogno di spaventarsi, le ricariche elettriche di questi veicoli sono molto economiche. Ad esempio, la batteria di un monopattino ha una ricarica veloce e poco dispendiosa: per caricarsi dallo 0% al 100% ci vogliono soltanto 6 centesimi di corrente elettrica. Significa che spediamo circa un euro e mezzo al mese per la ricarica.

Ovviamente, una bici elettrica, una handbike o altri veicoli più grandi consumano anche di più rispetto al monopattino. Tuttavia, più di due euro al mese in più sulle bollette non si sale. Alla fine dei conti, l'affare c'è, si inquina meno e si spende davvero poco.

Ma dove ricaricare le batterie dei nostri veicoli? Basta una normale presa di corrente. In poche ore il vostro veicolo sarà completamente ricaricato. Un consiglio che possiamo darvi è quello di munirvi di una doppia batteria, in modo tale da essere preparati in caso di scarica improvvisa o di difetto della batteria principale.

Non dovrebbe succedere, visto che le batterie moderne sono molto resistenti, ma è sempre meglio averne cura. La manutenzione delle batterie è importante per non incorrere in brutti imprevisti. Dunque fate così e utilizzate queste piccole accortezze:

  • caricate la batteria solo quando il veicolo è freddo, quindi non subito dopo averlo utilizzato
  • conservate il veicolo il luoghi freschi e asciutti
  • cercate di non scaricare mai totalmente la batteria, ma di ricaricarla quanto è a livello carica del 10%
  • non lasciate caricarla oltre il 90%
  • non lasciate il veicolo in carica per più delle ore necessarie
  • non lasciate la batteria scarica per troppo tempo, potrebbe non ripartire più

Bonus Monopattini, boom di richieste

Il mezzo che avete rottamato per ottenere il buono, doveva essere intestato da almeno un anno allo stesso soggetto che intenda acquistare il nuovo veicolo elettrico. In alternativa, il nuovo veicolo può essere intestato a un familiare, purché questo sia un convivente e quindi risieda nella stessa abitazione.

Come accennato, il Bonus Monopattini 2021 deve essere approvato dall'Agenzia delle Entrate entro tre mese dalla domanda. Le modalità e le tempistiche saranno inoltrate dall'Agenzia stessa al consumatore.

Negli ultimi mesi ci sono state tantissime richieste per ottenere fino a 750 euro di incentivi, segno che gran parte degli italiani si stia convertendo alla mobilità green e alternativa, rinunciando ai vecchi veicoli inquinanti. Una nuova forma di mobilità acuita dall'esperienza Covid, ma anche dall'aumento del carburante, del bollo auto e delle assicurazioni.

Nel 2020 e nel 2021 c'è stato un piccolo assoluto di richieste per questo buono, tanto che il Governa sta pensando a nuove leggi stradali che coinvolgano i possessori di monopattini e di bici. Leggi che oggi sono del tutto assenti.

Le caratteristiche dei monopattini

Così come quelli tradizionali, anche i monopattini elettrici sono formati da una pedana resistente che poggia su due ruote. Greenstyle.it, tempo fa, li aveva ben illustrati. Esistono anche modelli a tre ruote, un poco più stabili. Sul manubrio invece c'è istallato il display digitale, molto moderno, dove verificare i km percorsi, la batteria, la velocità e altro.

I monopattini vengono costruiti con luci anteriori e posteriori. La loro autonomia è di circa 30 km e la velocità che raggiungono è di 25 km/h. Utilizzarli è davvero semplice: si preme il tasto di accensione e il motore elettrico si avvia. Funziona come i motorini, la leva sul manubrio serve a "dare gas", l'altro a frenare. Il motore ha potenza di 500 megawatt.

Nelle aree pedonali, come stabilisce la legge numero 8 del Decreto Milleproroghe, la velocità non deve superare il limite dei 6 km/h e dei 25 su strada. Il monopattino, inoltre, non può uscire dalle aree con limite di 50 km orari, e può essere guidato solo da ragazzi con più di 14 anni di età. Dall'inizio dell'anno, per guidare è obbligatorio il casco anche per i maggiorenni, anche se quasi nessuno lo indossa.

Tra l'altro, proprio per garantire la sicurezza e l'incolumità dei cittadini, vanno indossati i giubbotti catarifrangenti durante le ore notturne e i monopattini devono essere forniti di campanello, come quello delle biciclette. Sul monopattino ci può salire soltanto una persona alla volta.

I benefici del bonus monopattino e dell'utilizzo dell'elettrico

Utilizzare i monopattini comporta numerosi benefici. L'impatto sull'ambiente si riduce notevolmente e il guidatore ha modo di spostarsi da una parte all'altra della città in modo agile, evitando traffico e blocchi. Il monopattino si può anche portare con sé sui mezzi pubblici o in auto. I monopattini sono abilitati anche ad entrare nelle zone ZTL.

"Le ricariche elettriche di questi veicoli sono molto economiche. Ad esempio, la batteria di un monopattino ha una ricarica veloce e poco dispendiosa: per caricarsi dallo 0% al 100% ci vogliono soltanto 6 centesimi di corrente elettrica. Significa che spediamo circa un euro e mezzo al mese per la ricarica."

Il Bonus Monopattini è un utile aiuto per l'ambiente e ovviamente per le tasche del cittadino, il quale si ritrova un risparmio non indifferente sull'acquisto del veicolo. I monopattini hanno costi differenti in base ai modelli scelti, la media è di 850 euro, il buono viene calcolato in base alla spesa. Più si spende per l'acquisto del monopattino e più sarà l'incentivo erogato, fino a un massimo di 750 euro.

Le multe relative ai monopattini

"Nelle aree pedonali, come stabilisce la legge numero 8 del Decreto Milleproroghe, la velocità non deve superare il limite dei 6 km/h e dei 25 su strada. Il monopattino, inoltre, non può uscire dalle aree con limite di 50 km orari, e può essere guidato solo da ragazzi con più di 14 anni di età. Dall'inizio dell'anno, per guidare è obbligatorio il casco anche per i maggiorenni"

Ricordate, la velocità non deve mai superare i 25 km/h. I monopattini possiedono motori limitati, ed è difficile superare tale velocità, ma basta una piccola discesa per superare il limite. In questo caso, le sanzioni per il superamento del limite di velocità sono salate: vanno dai 200 agli 800 euro di multa.

Altra multa scatta nel caso in cui si dovesse guidare fuori da aree urbane, con limite a 50 km/h. In questo caso le sanzioni vanno dai 100 ai 400 euro. Ultima sanzione riguarda l'età, il monopattino non può essere guidato da ragazzi under 14, e l'utilizzo del casco. I trasgressori rischiano multe di 200 euro.

La scelta dei monopattini in base al Bonus

Il portale Computer Magazine ha stilato una classifica dei monopattini più richiesti, prendendo in esame rapporto-qualità. Ad esempio, il monopattino Ninebot KickScooter Air T15E è quello più utilizzato in città. Leggero ed efficiente, ha un'autonomia di 12 km, forse un po' ristretta, e raggiunge una velocità massima di 20 km/h. Costa anche relativamente poco, circa 450 euro.

Uno dei migliori monopattini sulla scena è lo Xiaomi Mi Electric Scooter Pro 2. Bello e veloce, con 25 km/h di velocità, e autonomia di ben 45 km. Possiede delle specie di marce, infatti è studiato per i più esigenti e per gli sportivi, i quali possono cambiare modalità di guida a seconda dei propri gusti. Il prezzo di listino è di circa 500 euro.

Ci sono tanti modelli, ve ne descriviamo un ultimo, forse quello più economico di tutti: Revore 554326 Tech Street Motion, che fa della qualità il suo punto di forza, visto anche il prezzo estremamente basso, circa 200 euro. Raggiunge i 20 km/h, comporta un motore elettrico da 250 Watt e ha 15 km di autonomia. Si trasporta facilmente, pesa soltanto 9 kg.