Bonus moto 2022 al via. Nel pacchetto degli incentivi auto in partenza c’è spazio per un sussidio che permette di agevolare il costo d’acquisto di uno scooter: si potrà usufruire di uno sconto fino a 4.000 euro, a prescindere dall’ISEE. 

Dal 16 maggio 2022 finalmente sono fruibili gli incentivi auto 2022 previa rottamazione o meno di un vecchio veicolo. Allo stesso tempo, arriva l’ok definitivo del Governo Draghi al Bonus moto 2022: l’agevolazione pensata per agevolare l’acquisto delle due ruote “green” e non.

Con l’estate ormai alle porte inizia a farsi sentire la necessità di mettersi in sella ad uno scooter e percorrere in lungo ed in largo le vie della propria città. Spostarsi sulle due ruote è più agevole ed evita gli ingorghi che diventano ancor più fastidiosi nella stagione estiva.

Non disponi di una moto oppure vuoi comprarne una nuova? Non farti scappare l’occasione offerta dai nuovi incentivi auto e moto.

Usufruendo del Bonus moto 2022 può riuscire a risparmiare un bel gruzzoletto di denaro sul prezzo di acquisto del nuovo mezzo, fino a 4.000 euro, grazie ad uno sconto del 40% applicato in sede di acquisto del nuovo mezzo.

Un’occasione ghiotta per sbarazzarsi di una vecchia moto rottamandola e per acquistare lo scooter tanto sognato.

Ma vediamo subito in cosa consiste il Bonus moto 2022, quali sono i mezzi agevolabili e come accedere allo sconto massimo di 40.000 euro a prescindere dal proprio ISEE.

Prima di entrare nel merito dell’argomento, vi lasciamo alla visione di un interessante video YouTube del canale Moto.it contenente tutti gli ultimi aggiornamenti sugli incentivi auto e moto 2022.


Bonus moto 2022, 4.000 euro sconto a tutti e senza ISEE: cosa sapere

Ancor prima di soffermarci sugli importi e sui veicoli ammessi al Bonus moto 2022, cercheremo di fornire una panoramica generale sulla misura.

Il via libera al Bonus moto 2022 è notizia recente. Introdotti dal Governo Draghi ad inizio anno e rinnovati fino al 2030 garantiscono, a chi vorrà servirsene, uno sconto fino a 4.000 euro sul prezzo di acquisto di una cerchia di veicoli a due ruote: scooter, ciclomotori, motocicli o quadricicli leggeri.

Un’iniziativa che rientra nel programma voluto dal Governo per spingere i cittadini all’acquisto di mezzi “green” a basso impatto ambientale. Basti pensare al Bonus mobilità senza ISEE da 750 euro, scaduto il 13 maggio, al Bonus trasporti per i lavoratori e i nuclei familiare e agli stessi incentivi auto 2022 in partenza dal 16 maggio 2022.

E in questa lista di agevolazioni, tutte senza ISEE, si inserisce i Bonus auto 2022 voluto per incentivare l’acquisto di veicoli a mobilità sostenibile, ma anche per svecchiare il parco circolante grazie proprio agli incentivi concessi sulla rottamazione.

L’importanza della misura si intuisce anche dallo stanziamento economico riservato dal Governo Draghi alle agevolazioni: ben 8,7 miliardi di euro fruibili fino al 2030. 

Non tutti avranno però la stessa durata. Il finanziamento destinato al Bonus moto e scooter è triennale, rimarrà attivo fino al 2024. Mentre lo stanziamento per l’anno in corso ammonta a 15 milioni di euro.

Bonus moto 2022, non solo 4.000 euro di sconto senza ISEE: quali sono gli importi 

Assodato che il Bonus moto 2022 garantisce l’acquisto di un nuovo veicolo a due ruote (ciclomotori e motocicli) a prezzo scontato, vediamo quali sono gli importi delle agevolazioni ottenibili.

Prima va fatta una premessa: il Bonus moto 2022 senza ISEE copre l’acquisto di mezzi appartenenti alle categorie L1e, L2e, L3e, L4e. E ancora delle due ruote di categoria L5e, L6e, L7e, compresi i quadricicli leggeri.

Lo sconto praticato direttamente sul prezzo di acquisto del mezzo desiderato permette di risparmiare fino al 40% di quanto invece dovuto in assenza dell’agevolazione. 

Ma veniamo agli importi. In verità, il Bonus moto 2022 si scinde in due tranche: la prima consente l’applicazione di uno sconto fino al 30% fino a 3.000 euro massimo, la seconda del 40% fino a 4.000 euro.

In cosa si differenziano? Per godere del Bonus moto 2022 più sostanzioso, ovvero quello che assicura lo sconto più elevato (4.000 euro), occorre rottamare un vecchio veicolo.

Discorso a parte per gli acquisti incentrati su un due ruote non ad alimentazione elettrica: la percentuale di sconto da applicare sul prezzo di listino rimane del 40%, ma solo su una spesa di 2.500 euro. E poi obbligatoria la rottamazione di un vecchio veicolo.

Il rivenditore, inoltre, può applicare un Bonus moto 2022 aggiuntivo del 5% o superiore.

Bonus moto 2022, 4.000 euro di sconto? Come averli senza ISEE: ecco i requisiti da rispettare

Visti gli importi garantiti dal Bonus moto senza ISEE, vediamo ora come usufruire dello sconto fino a 4.000 euro e quali sono i requisiti da rispettare per non essere tagliati fuori dagli incentivi.

Tutti coloro che desiderano acquistare nell’anno in corso un veicolo elettrico, appartenente alle categorie sopra elencate, sono obbligati a rottamare un vecchio mezzo posseduto: questo è uno dei requisiti basilari da rispettare per avere diritto al Bonus moto 2022 da 4.000 euro.

L’intento dell’Esecutivo, come anticipato in precedenza, è di premiare i cittadini desiderosi di acquistare un veicolo elettrico, a basso impatto ambientale, per tenere sotto controllo l’inquinamento.

Naturalmente, ciò non esclude la presenza di sconti per l’acquisto di mezzi non elettrici quindi a diversa alimentazione. Anzi, si potrà usufruire di uno sconto per le categorie in questione senza, però, oltrepassare i 2.500 euro d’importo.

Bonus moto 2022, 4.000 euro a tutti senza ISEE: come beneficiare dello sconto

Lo ribadiamo ancora una volta per fugare ogni dubbio: il Bonus moto 2022 rientra nella lista dei contributi richiedibili senza ISEE. Tutti possono accedere allo sconto fino a 4.000 euro indipendentemente dalla propria condizione reddituale o patrimoniale. 

A pari modo, quindi, il Bonus moto 2022 potrà essere richiesto tanto dalle famiglie con ISEE basso, quanto da quelle a ISEE basso. 

Naturalmente, come tutti i contributi attivi e richiedibili nel corso dell’anno, anche per il Bonus moto 2022 sono stati fissati alcuni requisiti da rispettare per ottenere il riconoscimento dello sconto sul prezzo di listino della due ruote desiderata.

Al tal proposito, viene spontaneo chiedersi come beneficiare dello sconto. Sono poche le regole da rispettare.

Innanzitutto, il veicolo dovrà essere di classe Euro 5 o maggiore, mentre la rottamazione deve interessare un veicolo compreso nelle classi da Euro 0 a Euro 3. Lo stesso deve poi essere intestato almeno da 12 mesi all’acquirente, fruitore del Bonus moto 2022, o ad un familiare.

Bonus moto 2022, sconto fino a 4.000 euro: servono le domande? Ecco come avere lo sconto

Concludiamo la nostra rassegna sul Bonus moto 2022 analizzando la modalità di richiesta. Per beneficiare dello sconto fino a 4.000 euro occorre presentare delle domande?

Assolutamente no. Al pari degli incentivi auto 2022, infatti, si potrà usufruire del Bonus moto 2022 in maniera abbastanza semplice: l’acquirente dovrà recarsi al concessionario preferita e procedere all’acquisto.

Lo sconto implicito nel Bonus mobili 2022 verrà poi praticato dal venditore che prenoterà gli incentivi dalla piattaforma Del MISE dedicata all’Ecobonus. 

Terminata la procedura, l’acquirente potrà godere di uno sconto non superiore a 4.000 euro.

Per quanto riguarda la scadenza, invece, è abbastanza lunga. Tuttavia, serve affrettarsi poiché i fondi messi a disposizione potrebbero esaurirsi da un giorno all’altro.