Bonus Occhiali da vista e lenti: occhio all'ISEE 2022!

Sei ancora in tempo per richiedere il bonus occhiali, ma devi affrettarti! Per ottenere questo sconto da 50 euro per un nuovo paio di occhiali o lenti, bisogna avere un nuovo ISEE valido!

Image

Bonus occhiali da vista e lenti: sei ancora in tempo!

Con la conferma della Legge di Bilancio 2022 da parte del Governo Draghi, potrai ancora richiedere questo sconto da 50 euro per un nuovo paio d'occhiali o per le lenti a contatto.

Per saperne di più ti suggerisco l'ultimo video di Visual Company, disponibile su Youtube e sul suo canale.

La proposta di prorogarlo per il 2022 è stata approvata assieme ad altri bonus, anche se con le solite limitazioni degli anni precedenti.

Pur essendo un bonus di soli 50 euro, è risultato vano il tentativo di annullare l'ISEE come requisito d'accesso. Quindi anche quest'anno dovrai presentarlo, e con un importo diverso.

In questo articolo faremo il punto della situazione, e vedremo insieme cosa comporta e quale ISEE serve per poterlo avere.

Bonus occhiali 2022: ecco come funziona lo sconto

Il bonus occhiali è uno sconto che spetta a tutto coloro che, grazie alla pandemia da Covid e alla crisi economica attuale, non possono provvedere all'acquisto nemmeno di un paio di occhiali a montatura o di un set di lenti a contatto da vista.

E' una situazione che non pochi la stanno vivendo, constatando che in Italia oltre il 78% della popolazione soffre di patologie croniche alla vista, che vanno dalla miopia all'astigmatismo, fino alla presbiopia. Per non parlare ovviamente di malattie ancora più gravi, da Legge 104.

In questo caso con la Legge di Bilancio 2021 è disponibile, grazie ad un fondo triennale da 15 milioni di euro, uno sconto da 50 euro per tutti coloro che hanno necessità di comprare un nuovo paio di occhiali o una confezione di lenti a contatto.

Come bonus non è generosissimo, visto che i prezzi, sia prima del Covid e soprattutto in piena iperinflazione, sono sempre meno accessibili per le persone di basso-medio reddito. Però una buona fetta della spesa riesci ad ammortizzare.

Anche perché oltre ad essere un semplice sconto da 50 euro richiede purtroppo la presentazione dell'attestazione ISEE.

Bonus occhiali da vista 2022: serve l'attestazione ISEE! Ecco a quanto

Per accedere al bonus occhiali bisognerà avere in corso di validità l'attestazione ISEE 2022, cioè l'indicatore della propria situazione economica equivalente.

Si tratta di un documento che otterrai dal Centro di Assistenza Fiscale o dal patronato locale, in cui viene attestata una stima dei tuoi redditi al netto dei carichi e oneri fiscali, ed equiparato ai parametri dell'INPS e dell'Agenzia delle Entrate.

Se hai già provveduto a richiederlo e lo hai già disponibile, sarà più che sufficiente per ottenere questo bonus, altrimenti dovrai provvedere il prima possibile. In particolare se vuoi accedere anche ad altre prestazioni o servizi assistenziali, o anche solo bonus e sconti vari, tipo il Bonus TV Decoder o i vari bonus spesa stabiliti dai comuni con un alto indice di povertà assoluta.

Però attenzione! Nel caso del bonus occhiali è previsto l'accesso allo sconto solo per gli ISEE con reddito inferiore a 10.000 euro. Sopra questa cifra non potrà essere erogato.

E' una scelta che vuole andare incontro ad una platea che, in questo paese, sempre grazie alla pandemia da Covid e alla crisi economica, è cresciuta esponenzialmente, e non ad una ristretta cerchia.

Parlando di famiglie con ISEE inferiore a 10.000 euro, secondo l'indagine del Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali, si parla di ben 15 milioni di famiglie che hanno denunciato un reddito simile.

E il bonus è solo di 50 euro, con un fondo di riferimento di 15 milioni di euro spartiti per tre anni.

Bonus occhiali da vista 2022: ecco a chi spetta davvero

Purtroppo la limitazione del fondo del bonus occhiali 2022 si è già fatta sentire l'anno prima, con la prima tranche del fondo triennale.

Come abbiamo detto poc'anzi, con la Manovra di Bilancio 2021 è stato disposto un fondo della durata di tre anni, del valore complessivo di 15 milioni di euro. 

Significa che per ogni anno spetta ben 5 milioni di euro. Ed essendo uno sconto non in contanti ma direttamente sulla fattura, si prevede che potranno richiederlo solo 100.000 persone in tutto. Praticamente solo a una persona su 150 spetterà questo bonus.

E' purtroppo il limite di molti bonus, anche quelli senza ISEE. L'abbiamo visto col Bonus Terme: 200 euro come voucher digitale, e in due giorni sono già stati distribuiti tutti i buoni disposti dal fondo di 52 milioni di euro.

Anche per il bonus occhiali la situazione è stata quella, e forse lo sarà anche quest'anno.

Bonus occhiali da vista 2022: ecco chi vi aderisce

L'adesione al bonus occhiali 2022 è prevista per tutti coloro che lo accettano come sconto alla fine dell'acquisto. Teoricamente tutti i negozi di ottica dovrebbero accettarlo, specie se hanno modo di fatturare l'acquisto tramite POS e Bancomat, cioè con un metodo di pagamento tracciato. Però è consigliato richiederlo direttamente al commesso, o in alternativa al gestore/responsabile del negozio.

Trattandosi di un voucher, basterà portare questo sconto al commesso per detrarre dall'importo finale dell'acquisto il bonus da 50 euro, alla stregua di quanto già si fa con Bonus Cultura e Bonus Terme e Vacanze.

Sono tutti pagamenti che garantiscono la piena funzionalità dei supporti economici e digitali dello Stato, e al tempo stesso favoriscono gli acquisti cashless, cioè senza adoperare i contanti, come già gli ultimi Governi (Conte II e Draghi) hanno voluto supportare col Piano Cashless Italia.

Ovviamente, al momento dell'acquisto, non si può arrivare a pretendere di acquistare qualsiasi prodotto relativo all'ottica.

Bonus occhiali da vista 2022: ecco cosa puoi comprare! Occhio alle lenti a contatto!

Il bonus occhiali 2022, come avrai notato dal nome stesso, prevede l'acquisto di prodotti ottici quali:

  • occhiali a montatura, con lenti correttive;
  • lenti a contatto correttive.

In poche parole si tratta di uno sconto per l'acquisto di uno strumento che ti serve per regolare la tua vista danneggiata da una patologia che ha interessato il tuo apparato oculare.

Pertanto non è disponibile questo sconto per acquistare prodotti squisitamente estetici, come un paio di occhiali da sole, oppure un set di lenti a contatto colorate. O altri prodotti che non hanno alcuna finalità correttiva.

Perché abbia questa definizione, è necessaria la prescrizione medica da parte di un oculista professionista, il quale abbia convenuto, dalla sua diagnosi, la necessità di provvedere all'uso di strumenti correttivi.

Altrimenti questo bonus non avrebbe alcuna finalità di aiuto, ma solo di mero supporto commerciale.

Anche perché, se fosse solo a scopi ludici ed estetici, non avresti nemmeno il diritto a richiederne la detrazione fiscale a fini IRPEF.

Bonus occhiali da vista 2022: ecco come fare con la detrazione IRPEF

Il bonus occhiali nasce per venire incontro ale famiglie con persone che sono affette da patologie oculari tali da richiedere strumenti correttivi. E che non hanno i soldi per permettersi una spesa del genere, grazie al Covid e alla crisi economica.

Oltre allo sconto da 50 euro, si può avere uno sconto complessivo sulla propria Dichiarazione dei Redditi. Si parla di una detrazione fiscale IRPEF, al 19%, che riguarda tutti gli acquisti con finalità mediche.

Sono tutte spese che rientrano nella lista dei prodotti che possono avere una riduzione al 19%, purché con valore superiore a 129,11 euro.

Se il prezzo del paio di occhiali o della confezione delle lenti a contatto, al netto dello sconto, supera tale franchigia, potrà entrare nel novero delle detrazioni fiscali.

Nel caso specifico delle detrazioni per le "spese fiscali", è possibile richiederle anche in caso di pagamenti con mezzi non rintraccianti, cioè in contanti. Ma solo per la questione delle detrazioni! Ricordiamo che, per ottenere il bonus sarà sempre necessaria la prova del pagamento tracciato, cioè uno scontrino fiscale.

Anche se bisogna precisare, che dal 1 gennaio 2022 tutti i redditi inferiori a 15.000 euro, se provenienti da lavori come dipendente o da pensionato INPS, possono godere ancora del Bonus IRPEF, fino a 1.250 euro all'anno. E di diverse detrazioni fiscali sopra tale soglia.

Bonus occhiali da vista 2022: ecco quando iniziano!

Il bonus occhiali 2022, secondo quanto previsto dall'allora Manovra di Bilancio 2021, dovrebbe venire erogato una volta confermata l'apertura di una pagina web ad hoc per la richiesta del voucher digitale, sotto la gestione del Ministero dell’Economia e delle Finanze. O direttamente richiederlo presso il sito del ministero stesso, come si fa nel caso di altri bonus.

Questo è quanto è accaduto per quanto riguarda il bonus Terme o il bonus Vacanze, con siti ad hoc o tramite richiesta presso il sito ministeriale. L'importante rimane comunque l'avere a disposizione lo scontrino fiscale per avere la possibilità di ricevere l'eventuale rimborso.

Non sarà prevista una data ufficiale, anche perché potrebbe creare un eventuale click-day, molto controproducente per i server di una pagina web, come abbiamo visto col caso di Invitalia.

Le condizioni ci sarebbero, in effetti: pochi voucher disposti rispetto alla platea di riferimento; un fondo facilmente esauribile e l'impossibilità di un rifinanziamento se non tra un anno.

Va aggiunto che, per quanto riguarda il bonus occhiali 2022, nonostante sia presente una legge a disciplinarlo, manca ancora l’approvazione del Ministero dell’Economia e delle Finanze

E' solo una questione di tipo amministrativa, dovuta anche alla sfortunata congiuntura temporale in cui si trovano le stesse istituzioni, tra caro bollette e Decreti Sostegni da gestire per gli ultimi eventi.