Tra le novità in arrivo nel corso del 2021 c'è un importante bonus over 50, destinato alle persone che abbiano compiuto il mezzo secolo. La misura è rivolta alle imprese che decidano di assumere dei lavoratori con più di 50 anni, beneficiari della Naspi, che siano in Cigs o titolari del reddito di cittadinanza. Possono beneficiare del bonus over 50 anche i deteneuti, gli internati ed i disabili. Questa particolare misura consiste in una riduzione dei contributi.

Per l'anno appena iniziato, si rinnovano gli incentivi strutturali, accanto a tutte le nuove agevolazioni che il Governo sta mettendo in campo, per cercare di dare un po' di respiro a contribuenti e lavoratori.

Bonus over 50, le caratteristiche!

In che cosa consiste il bonus over 50? La misura è rivolta ai datori di lavoro che abbiano intenzione di assumere un lavoratore dipendente con un contratto di lavoro anche a tempo determinato e in somministrazione. La persona assunta non deve avere meno di 50 anni, deve essere disoccupata da oltre 12 mesi (questo significa che deve essere senza lavoro da almeno 13 mesi). Nel caso in cui il lavoratore neo assunto abbia questi criteri, il datore di lavoro avrà diritto alla riduzione dei contributi del 50% per:

Il bonus over 50 spetta anche nel caso in cui il lavoratore sia assunto in part time e vale anche per i rapporti di lavoro subordinato instaurati in attuazione del vincolo associativo stretto con una cooperativa di lavoro. Ricordiamo, comunque, che le eventuali assunzioni, le proroghe e le trasformazioni devono portare ad un aumento netto del numero dei dipendenti in capo all'azienda. La crescita del numero dei dipendenti viene rapportata alla media degli ultimi 12 mesi.

Lavoratori in Naspi ed in Cigs!

Rientra nel bonus over 50, ma soprattutto è un buon un incentivo all'assunzione. Le aziende che decidono di assumere lavoratori a tempo pieno ed indeterminato, che stanno beneficiando della Naspi, usufruiscono di un incentivo pari al 20% dell'indennità mensile, che dovrebbe essere corrisposta al lavoratore, nel caso in cui questo non fosse stato assunto. Possono beneficiare di questa agevolazione anche le cooperative, che instaurano con i soci lavoratori un rapporto di lavoro in forma subordinata, e le imprese di somministrazione di lavoro, che assumono dei lavoratori con lo scopo della somministrazione.

Agevolazioni del bonus over 50 anche per le aziende che assumono a tempo pieno ed indeterminato dei lavoratori che sinao in Cigs da almeno 3 mesi. In questo caso il datore di lavoro ha diritto ad una riduzione dell'aliquota contributiva da versare pari a quella prevista per gli apprendisti dipendenti di aziende con più di 9 dipendenti (10%), per un periodo di 12 mesi. Resta invariata la contribuzione a carico del lavoratore nelle misure previste per la generalità dei lavoratori (9,19%).

Bonus rioccupazione

Anche questa particolare situazione rientra nel cosiddetto bonus over 50 ed è un'importante occasione per quanti siano alla ricerca di un lavoro. Le aziende che dovessero optare per assumere dei lavoratori in Cigs, che siano titolari dell'assegno di ricollocazione, hanno diritto ad ottenere l'esonero del pagamento del 50% dei contributi previdenziali a carico della stessa - dal beneficio sono esclusi i premi ed i contributi da versare all'Inail -. L'esonero dal versamento dei contributi vale per un importo massimo pari a 4.030 euro all'anno, rivalutato ogni 12 mesi.

Questo incentivo è rivolto a tutti i soggetti privati, indipendentemente dal motivo per il quale decidano di effetuare l'assunzione o la natura dell'imprenditore. Rientrano nel campo di applicazione della misura anche i rapporti di apprendistato e i rapporti di lavoro subordinato instaurati in attuazione del vincolo associativo con una cooperativa di lavoro.