Bonus 2021: Draghi firma la novità da 1.000 euro! Ecco a chi

Il Governo guidato da Mario Draghi ha deciso una nuova ed importante agevolazione: questa volta arriva il bonus patente da 1.000 euro. Vediamo a chi spetta il bonus che si pone come obiettivo la fascia d'età under 35. Ecco tutti i dettagli sulla misura Bonus Patente.

Image

Arriva una novità importante: il Bonus Patente. Vediamo questa misura a chi è rivolta e come funzionerà. La novità è contenuta nel Decreto Infrastrutture. In sintesi si tratta di una misura che è rivolta alle persone fino a 35 anni che intendono lavorare nel settore dell'autotrasporto delle merci.

L'incentivo pensato dal Governo copre il 50% delle spese che vengono effettuate. La somma massima che si può arrivare ad avere è di 1.000 euro.

Il Governo nell'ambito del Decreto Infrastrutture ha preso questa decisione onde cercare di risolvere un grave problema che caratterizza il nostro paese. Ovvero la mancanza di camionisti.

Secondo le associazioni di settore e gli studi mancherebbero in Italia circa 20.000 camionisti. 

Bonus Patente 2021: ecco come si sostanzia la misura pensata dal Governo Draghi

Il Senato ha approvato nei giorni scorsi in maniera definitiva il Decreto Infrastrutture.

Come noto e come torneremo successivamente nell'articolo sono state apportate anche modifiche importanti al codice della strada.

Tra le novità più importanti contenute in questo Decreto c'è questo nuovo cosiddetto Bonus Patente da 1.000 euro. E' una nuova agevolazione che viene concessa alle persone che intendono conseguire la patente per poi lavorare come autotrasportatore o nel settore dell'autotrasporto.

Come detto questa misura è destinata ad una ben precisa categoria di persone: le persone non devono avere più di 35 anni. Ed è rivolta a chi vuole prendere la patente o l'abilitazione CQC, ovvero Carta di Qualificazione del conducente per lavorare come autotrasportatore.

La Carta di Qualificazione del Conducente è l'abiltazione indispensabile che devono avere i conducenti che si occupano di trasporto di merci e di persone sulle strade.

Il Bonus si sostanzia in un rimborso delle spese necessarie per ottenere questi titoli indispensabili. E il limite massimo del contributo è fissato in 1.000 euro. 

Bonus Patente 2021 da 1.000 euro: quello dell'autotrasporto è un settore fondamentale ma in forte sofferenza

Quello dell'autotrasporto è un settore fondamentale in ogni paese.

Senza i camionisti, le merci rischiano di rimanere bloccate e non consegnate. Il problema non è di facile soluzione visto che sono sempre meno le persone che scelgono di fare questa professione che per forza di cose ha anche il grave difetto di fare rimanere le persone a lungo lontane da casa e dai propri affetti.

La misura quindi vuole essere un incentivo da parte dell'esecutivo a fare entrare nuovi lavoratori nel settore.

Si tratta di un problema molto sentito in tutti i paesi Europei e in Italia dalle stime più recenti mancherebbero circa 20.000 camionisti. 

Bonus Patente 2021: le difficoltà all'accesso alla professione

Al di là del discorso legato al tempo che si è costretti a passare fuori casa che è una situazione che crea sicuramente disagio, ci sono anche altri limiti molto forti che ostacolano l'accesso delle nuove leve che intendono prendere la strada dell'autotrasporto.

Diventare camionista e lavorare in questo settore oggi non è per nulla facile.

Molte persone non sanno che c'è mancanza di camionisti perchè accedere alla professione ha costi molto elevati. E le uscite per pensionamenti non sono compensate con nuovi ingressi. La principale e più problematica situazione che blocca molti ragazzi ancora prima di intraprendere questa professione è il costo che serve sostenere per avere la patente.

Tra la patente e il certificato professionale che serve per avere l'abilitazione per potere effettuare e svolgere la professione serve una cifra tra i 4.000 e i 6.000 euro.

Si capisce bene che questa cifra nella stragrande maggioranza dei casi costituisce una barriera all'ingresso quasi insormontabile per tanti ragazzi che di conseguenza abbandonano questa strada.

Ora il contributo del Governo da 1.000 euro non copre tutte le spese necessarie ma vuole essere un segnale di attenzione verso un settore al fine di favorire anche attraverso questo incentivo nuovi ingressi nella professione di autostrasportatore.

Bonus Patente 2021 da 1000 euro: a chi è rivolta la misura e come fare la domanda?

La misura, è bene precisarlo subito non è universale. Non si tratta di un Bonus rivolto a tutti. Il Bonus è rivolto a persone di età non superiore a 35 anni. E queste persone devono essere persone che in questo momento sono titolari del Reddito di Cittadinanza o che usufruiscono di ammortizzatori sociali.

Per ammortizzatori sociali si intendono forme di sussidio da parte dello Stato a cittadini e lavoratori che possono godere di queste misure economiche di sostegno dopo essere stati interessati dalla perdita del proprio lavoro. 

Le persone che fanno richiesta del Bonus devono dimostare che, dopo avere conseguito da patente o l'abilitazione professionale, hanno anche la sottoscrizione di un contratto di lavoro come conducente entro un periodo di 3 mesi dalla data di conseguimento di quel titolo.

Questo contratto di lavoro al servizio di un operatore nel settore dell'autotrasporto deve avvenire per un periodo minimo di sei mesi. 

Bonus Patente 2021: il Bonus riconosciuto come un rimborso spese

Il Bonus verrà riconosciuto sottoforma di un bonifico rimborso spese a tutte le persone che sono in grado entro il 30 giugno 2022 di sostenere le spese per acquisire tutte le abilitazioni necessarie per diventare una persona in grado di lavorare nel settore dell'autotrasporto delle merci per conto terzi.

Il Bonus, come detto in precedenza, non può mai essere superiore al 50% delle spese che vengono sostenute per arrivare ad una cifra massima di 1.000 euro. Verrà calcolato in base alle spese che verranno effettuate da ogni singola persona. 

Per fare domanda occorre ancora aspettare. La fase di attesa terminerà quanso sarà pubblicato il Decreto Attuativo di Ministero delle Infrastrutture e Mobilità che indicherà i tempi e le modalità in cui i ragazzi potranno presentare la domanda.

E in quel momento si avranno anche le specifiche definitive sulle modalità di erogazione delle cifre alle persone. Il Decreto dovrebbe essere pubblicato a circa 60 giorni alla data di conversione del Decreto Infrastrutture. 

Bonus Patente 1000 euro: attenzione al contratto di lavoro

Il governo Draghi ha deciso di avviare questo contributo economico Bonus Patente 2021 per coprire i costi per le persone che sono impegnate a conseguire la patente o l'abilitazione per potersi occupare del trasporto delle merci. 

Va sottolineato per chi decide di intaprendere questa strada che non basta prendere la patente o l'abilitazione professionale per avere il rimborso delle spese che sono state sostenute.

Parte integrante delle condizioni per potere avere il Bonus è anche la seconda parte menzionata in precedenza ovvero quella legata ad un incarico o ad un contratto di lavoro.

Devono essere soddisfatte entrambe queste situazioni per usufruire del Bonus. Entro il termine di tre mesi dal giorno in cui si è conseguita la patente occorre avere un contratto di lavoro firmato con incarico di condudente e questo contratto sottoscritto nel settore dell'autotrasporto deve durare almeno sei mesi.

Senza queste due condizioni soddisfatte non c'è possibilità per l'under 35 di vedersi riconosciuto il Bonus Patente pensato dal governo capitanato dall'ex governatore della Banca Centrale Europea Mario Draghi. 

Bonus Patente: un aiuto ai giovani per uscire dalla disoccupazione

Per come è stata strutturata la misura ovvero non un bonus aperto a tutti gli under 35 ma solo ad una platea più definita e circoscritta, si evince che l'obiettivo del governo è quello di favorire sì l'ingresso di giovani nella professione dell'autotrasporto ma soprattutto fare uscire persone dai sostegni di stato come il Reddito di cittadinanza e altri ammortizzatori sociali.

E' una sorta di incentivo ad uscire dalla disoccupazione per di più in una professione che ne ha estremo bisogno e per la quale i giovani trovano una barriera all'ingresso soprattutto economica di difficile gestione. 

Bonus, bonus fortissimamente Bonus: una serie di incentivi in ogni settore

Questo Bonus Patente 2021 si inserisce in una serie di Bonus infiniti che hanno caratterizzato e caratterizzano questi anni di pandemia.

Il governo guidato da Giuseppe Conte prima e quello guidato da Mario Draghi successivamente hanno deciso di percorrere questa strada. Per aiutare le persone da un lato e interi settori economici in difficoltà dall'altro.

La pandemia, le limitazioni agli spostamenti e tutte le situazioni ben note a tutti hanno cambiato la vita delle persone, hanno cambiato il modo di lavorare, hanno cambiato una situazione data. E ancora per diverso tempo è immaginabile che si proseguirà in questa maniera. 

Anche per il 2022 quindi si andrà avanti sicuramente anche con sostegni e agevolazioni per cercare di aiutare persone e settori in difficoltà. Questo Bonus si presenta con un duplice fine: aiutare alcune persone con un incentivo economico ad uscire dalla disoccupazione.

E dall'altro il Bonus Patente vuole aiutare il settore dell'autotrasporto a reclutare forze giovani e fresche da inserire nelle proprie attività commerciali. 

Bonus Patente all'interno del Decreto Infrastrutture: le principali novità al Codice della Strada

Il Bonus Patente è stato inserito all'interno del Decreto Infrastrututre.

Una misura che ha attivato anche cambiamenti legati al codice della strada. Vediamo le principali novità che sono contenute: intanto c'è divieto di utilizzo di tablet e pc portatili oltre ai cellulari mentre si sta guidando un'automobile. Sono inasprite le sanzioni.

E poi ci sono norme che favoriscono la sicurezza dei pedoni. Accanto a questo ci sono multe più salate per le persone che occupano gli stalli di sosta delle persone disabili senza averne il titolo.

Dal 1 gennaio 2022 poi sono previste sosta gratuita per i veicoli al servizio delle persone disabili anche nelle aree di sosta blu. E sono previsti stalli di sosta rosa che sono riservati alle persone in stato di gravidanza o ai genitori di bambini fino a 2 anni. Sanzioni più salate anche per chi getta rifiuti dal finestrino dell'auto.