Ogni giorno, il Governo italiano è a lavoro al fine di formulare una serie di bonus, di aiuti e di sostengo volti al riconoscimento di agevolazioni e contributi economici indirizzati a specifiche categorie di cittadini che presentano determinate condizioni e requisiti.

A questo proposito, tra le varie misure messe in atto da parte dell’esecutivo attualmente guidato dall’attuale Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, vi è anche un nuovo bonus patente 2021, dal valore di 1.000 euro, il quale anche in questo caso mira a supportare quei cittadini che sono stati più duramente colpiti dalle conseguenze disastrose provocate dall’arrivo e dalla diffusione dei contagi del Coronavirus.

In questo contesto, è fondamentale comprendere al meglio le caratteristiche e le peculiarità che effettivamente contraddistinguono il Bonus Patente, così da capire anche quali sono i requisiti e le condizioni necessarie per poter accedere al rimborso legato al conseguimento della patente di guida, secondo le disposizioni fornite all’interno del nuovo Decreto Infrastrutture, il quale è stato soltanto recentemente approvato e firmato da parte del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.

Le caratteristiche del bonus patente 2021 da 1.000 euro

Il bonus patente 2021 si configura come uno dei più recenti contributi ed agevolazioni che sono stati appositamente pensati, progettati e formulati da parte del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, il cui valore potrebbe assumere un ammontare massimo pari a 1.000 euro.

In tal senso, è necessario innanzitutto specificare che si tratta di un rimborso che potrà essere riconosciuto nei confronti di una specifica categoria di cittadini, con l’obiettivo di incrementare le possibilità e le opportunità lavorative anche dei giovani under 35. 

In questo senso, se da un lato il bonus patente 2021 approvato da parte del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili si pone come obiettivo quello appunto di andare ad incentivare l’inserimento lavorativo di alcune categorie di soggetti, mediante attività lavorative che richiedono una determinata patente di guida, dall’altro l’obiettivo parallelo è anche quello di riuscire a sostenere economicamente questi cittadini nelle spese che saranno effettuate proprio al fine di ottenere il conseguimento dell’apposita patente di guida, la patente CQC.

Bonus patente 2021: chi sono i beneficiari del rimborso di 1.000 euro

Facendo riferimento al Decreto Infrastrutture è possibile anche evidenziare le categorie di cittadini che effettivamente potranno accedere al bonus patente dal valore di 1.000 euro, e quali requisiti sono richiesti al momento della trasmissione della domanda per l’ottenimento di tale beneficio.

A questo proposito, occorre sottolineare che il bonus patente dal valore massimo di 1.000 euro sarà esclusivamente dedicato a quei cittadini che hanno un’età anagrafica pari oppure inferiore all’età di 35 anni e che attualmente risultano essere privi di un’occupazione lavorativa stabile.

In tal senso, il bonus patente 2021 è dedicato soltanto a quei cittadini che risultano appartenere alla categoria di titolari del diritto ad assegni mensili relativi agli ammortizzatori sociali ma anche al Reddito di cittadinanza e altri sostegni, quali indennità di disoccupazione NASpI, Dis-coll e cassa integrazione guadagni (CIG)

In merito ai requisiti obbligatori per poter beneficiare del bonus patente 2021, occorre anche precisare che potranno effettivamente ottenere l’accesso al rimborso soltanto coloro i quali conseguiranno la patente di guida di categoria CQC, ovvero la Carta di Qualificazione del Conducente, necessaria per la guida di un mezzo pesante che ha una massa a pieno carico che risulta essere superiore a 3,5 tonnellate.

Inoltre, occorre sottolineare che, per quanto concerne la procedura che dovrà essere rispettata al fine di provvedere alla presentazione della domanda per accedere al cosiddetto bonus patente 2021 dal valore di 1.000 euro, bisognerà necessariamente attendere nuove indicazioni che dovrebbero essere fornite da parte del Ministero, entro 60 giorni successivi dalla data in cui avverrà l’effettiva conversione del Decreto Infrastrutture.

Decreto Infrastrutture: le altre misure e gli obiettivi principali 

Come anticipato nei precedenti paragrafi, il bonus patente 2021 dal valore di 1.000 euro si pone tra le varie misure ed i diversi interventi che saranno messi in atto in seguito alla futura conversione del cosiddetto Decreto Infrastrutture, ovvero il decreto numero 121 che è stato firmato soltanto il 28 ottobre da parte del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, che attualmente è in attesa di conversione da parte del Senato.

A questo proposito, come è stato precisato dal portale istituzionale mit.gov.it, il Decreto Infrastrutture del 2021, mira a regolamentare ulteriormente anche il codice della strada, attribuendo anche alle Regioni la possibilità di attingere ai fondi governativi per il trasporto pubblico di tipo locale.