Bonus per tutti anche nel 2022. Il Governo Draghi mette a disposizione un nuovo contributo di 750 euro per incentivare la mobilità sostenibile, senza vincoli di reddito: potrà essere richiesto da tutti i cittadini a prescindere dall’ISEE. 

Dopo tanta attesa l’Esecutivo ha finalmente comunicato la data a partire dalla quale si potranno inoltrare le domande per usufruire di uno sconto massimo di 750 euro sull’acquisto di e-bike, biciclette, monopattini elettrici e auto a ridotte emissioni.

Dal 13 aprile e fino a 13 maggio 2022 si potranno presentare le domande all’Agenzia delle Entrate per ottenere il riconoscimento del Bonus mobilità 2022.

Un contributo che rientra a pieno titolo nella schiera dei “Bonus senza ISEE” attivi e richiedibili nell’anno in corso, svincolato dal rispetto di soglie reddituali e patrimoniali sia massime che minime, a carattere quindi universale. 

Maggiori informazioni sui Bonus con o senza ISEE attivi e fruibili nel 2022 le trovate nel video YouTube di Mr LUL lepaghediale. Un canale che quasi a cadenza quotidiana fornisce gli ultimi aggiornamenti sulle misure introdotte dall’Esecutivo, oltre alle novità in tema pensioni e pagamenti INPS.

In altre parole, le spese d’acquisto di mezzi “green” e quelle legate alla fruizione di servizi di sharing potranno essere agevolate sfruttando il Bonus per tutti da 750 euro afferente alla mobilità sostenibile. 

In verità, non stiamo parlando di un vero e proprio Bonus per tutti, bensì di un credito d’imposta di ammontare non superiore a 750 euro, ottenibile senza ISEE ma nel rispetto di specifici requisiti a breve esaminati.

Ma vediamo subito di definire il Bonus per tutti senza ISEE introdotto dal Governo per incentivare i cittadini verso la mobilità sostenibile e come ottenere la detrazione fiscale nel rispetto delle nuove indicazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate sulla scadenza delle domande che, lo ribadiamo nuovamente, potranno essere inviate da tutti gli interessati a partire dal 13 aprile 2022 e fino al 13 maggio.

Bonus per tutti, senza ISEE fino a 750 euro di sconto sulla mobilità sostenibile: in cosa consiste?

Ancor prima di soffermarci sull’iter da seguire per inoltrare le domande entro il 13 maggio 2022, occorre spiegare in cosa consiste il Bonus senza ISEE fino a 750 euro.

Il Bonus mobilità 2022 viene proposto dal Governo Draghi nell’anno in corso in una veste completamente rinnovata. 

Rispetto agli altri anni potrà essere utilizzato non solo per bici e monopattini, ma per altri veicoli sempre classificati come “green”.

Nello specifico, potrà essere utilizzato a copertura delle spese sostenute per acquistare e-bike, bici a pedalata assistita e da chi desidera utilizzare mezzi pubblici a basse emissioni per spostarsi da una parte all’altra della città.

Ma c’è di più, da quest’anno si potrà usufruire del Bonus mobilità senza ISEE anche previa rottamazione di due auto vecchie. 

Attenzione va prestata alla scadenza degli acquisti: il nuovo Bonus per tutti richiedibile entro il 13 maggio 2022 non coprirà tutte le spese sostenute per dotarsi di veicoli green, ma solo quelle supportate nel 2020.

A scanso di equivoci, quindi, non si potrà richiedere il Bonus senza ISEE da 750 euro per agevolare gli acquisti fatti nell’anno in corso.

Volendo riassumere, sono ammessi al rimborso spese garantito dal Bonus mobilità 2022 tutti i cittadini propensi alla mobilità sostenibile, che nel 2020 hanno acquisto monopattini elettrici, e-bike, bici, usufruito di servizi di bike, car sharing o di pubblico trasporto “green”.

Bonus mobilità 2022, 750 euro senza ISEE a tutti? Ecco a chi spetta

Individuare i beneficiari del Bonus mobilità senza ISEE non è complicato. Tutte le informazioni sono contenute in un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate datato 28 gennaio 2022. 

Nella comunicazione vengono chiaramente definiti i destinatari del Bonus per tutti da 750 euro risalente al Decreto Rilancio.

Senza giri di parole, l’agevolazione sulle spese può essere richiesta entro il 13 maggio 2022 dai cittadini che hanno comprato un veicolo green o che hanno utilizzato servizi di mobilità sostenibili nel 2020. 

In altre parole, è la categoria di veicoli acquistati che permette di individuare i beneficiari del nuovo Bonus per tutti richiedibile dal 13 aprile 2022.

Il Bonus senza ISEE da 750 euro, quindi, spetta a tutti coloro che nel 2020 hanno sostenuto delle spese per dotarsi di biciclette muscolari, e-bike, monopattini elettrici e non solo. 

Anche gli abbonamenti a servizi di car sharing e di trasporto pubblico permettono di beneficiare dell’agevolazione sulle spese prevista dal Bonus per tutti fino a 750 euro.

Bonus mobilità per tutti, domande entro il 13 maggio 2022: 750 euro anche se si rottama un’auto. Ecco la novità 

La principale novità riguardante il Bonus per tutti da 750 euro interessa le auto. 

La detrazione fiscale potrà essere richiesta anche dagli abbonati ai servizi di car sharing, oltre da coloro che hanno acquistato una nuova macchia a 0 emissioni di anidride carbonica, previa rottamazione di un vecchio veicolo di categoria M1.

Per quanto riguarda la modalità di richiesta, il Bonus mobilità senza ISEE va inserito in dichiarazione dei redditi, facendone domanda dal 13 aprile fino al 13 maggio 2022.

Tali indicazioni sono contenute nel provvedimento firmato dal Diretto dell’Agenzia delle Entrate insieme alle specifiche sulla modalità di richiesta e di utilizzo del Bonus inserito nel Decreto Rilancio.

Bonus da 750 euro per tutti senza ISEE: come funziona il Bonus mobilità 2022?

Nei paragrafi precedenti abbiamo avuto modo di anticipare come il Bonus mobilità sia un credito d’imposta di importo non superiore a 750 euro, fruibile nella dichiarazione dei redditi.

Per meglio intenderci, il Bonus per tutti senza ISEE esaminato in questo articolo si sostanzia in uno “sconto” fiscale applicabile sulle tasse da pagare a fine 2022.

Per quanto riguarda i requisiti da rispettare, invece, non si ravvisano particolari vincoli: il Bonus è accessibile a tutti, indipendentemente dall’ISEE del richiedente.

Attenzione va fatta solo all’orizzonte temporale entro cui sono state effettuate le spese da ammettere ad agevolazione: il Bonus mobilità 2022 si potrà richiedere dal 13 aprile fino al 13 maggio 2022 per gli acquisti green fatti in tutto il 2020 (dal 1°gennaio al 31 dicembre 2020).

Tutte le spese sostenute successivamente non permettono di accedere al beneficio offerto dal Bonus per tutti fino a 750 euro.

Bonus mobilità 2022, domande per tutti entro il 13 maggio. Come presentarle

Ottenere il riconoscimento del Bonus mobilità 2022 senza ISEE è semplice. 

Si potrà usufruire del Bonus per tutti fino a 750 euro solo dietro presentazione della specifica domanda, in cui occorre indicare la spesa sostenuta e il credito d’imposta a cui si vuole accedere, all’Agenzia delle Entrate.

Questo perché il Bonus mobilità verrà concesso per importi diversi a seconda del numero di domande fatte pervenire all’Agenzia stessa.

Tutti potranno inviare le istanze dal sito internet dell’Agenzia delle Entrate dal 13 aprile al 13 maggio 2022.

Diversa è la disciplina prevista per le auto. 

In questo caso, per accedere al credito d’imposta acquistando un nuovo veicolo green (anche di seconda mano), come previsto dal Bonus mobilità 2022, è obbligatorio consegnare in rottamazione un vecchio veicolo di categoria M1.