Bonus per tutti da 5.000€ con un solo requisito fino al 2023 no ISEE: in molti lo ignorano

Bonus per tutti non solo nel 2022. Il Governo ha dato l’ok ad un nuovo contributo richiedibile sia nell’anno in corso che nel 2023. Anche se in molti lo ignorano, rispettando un solo requisito si potranno ottenere 5.000 euro. Ecco chi sono i fortunati beneficiari della misura no ISEE.

Image

Bonus per tutti non solo nel 2022. Il Governo ha dato l’ok ad un nuovo contributo richiedibile sia nell’anno in corso che nel 2023. Anche se in molti lo ignorano, rispettando un solo requisito si potranno ottenere 5.000 euro di aiuto. Vediamo insieme chi sono i fortunati beneficiari della misura no ISEE.

L’ultimo biennio passerà sicuramente alla storia come l’epoca dei Bonus. Molte agevolazioni sono state messe in campo dall’esecutivo italiano per fronteggiare la crisi economica causata dall’emergenza epidemiologica da Covid-19, la maggior parte introdotte per fornire un sostegno alle famiglie con ISEE basso

Tuttavia, non mancano le eccezioni, vale a dire dei Bonus per tutti i cittadini richiedibili a prescindere dalla propria condizione reddituale o patrimoniale. Stiamo parlando di veri e propri contributi completamente sganciati dal rispetto di fisse soglie ISEE da rispettare per ottenerne il riconoscimento.

Il Bonus per tutti connesso all’acqua potabile rientra in questa categoria. Capace di offrire fino a 1.000 euro ai privati cittadini e ben 5.000 euro alle attività commerciali che ne fanno richiesta, si concretizza nella possibilità di installare all’interno degli immobili sistemi atti a migliorare la qualità dell’acqua che sgorga dai rubinetti.

In molti si staranno chiedendo come mai questo Bonus per tutti fino a 5.000 euro non è assoggetto al rispetto di numerosi e vincolanti requisiti, ISEE compreso. La risposta è da ricercare negli obiettivi di sostenibilità perseguiti dall’esecutivo italiano.

Consumare l’acqua in bottiglia rappresenta un forte pericolo per l’ambiente tanto da voler spingere con questo Bonus per tutti i cittadini verso un maggiore uso dell’acqua che scorre nelle proprie case. 

E’ la Legge di Bilancio 2022 ad aver messo nero su bianco la riconferma del Bonus per tutti da 5.000 euro fino al prossimo anno (2023), anche se in un primo momento si era optato per la sua scadenza al 31 dicembre 2022. 

Ma vediamo subito in cosa consiste questo Bonus per tutti senza ISEE, come ricevere fino a 5.000 euro di aiuti e qual è l’unico requisito da rispettare per beneficiare del regalo.

Ecco le novità e tutti gli ultimi aggiornamenti a riguardo.

Bonus per tutti da 5.000€ con un solo requisito fino al 2023 no ISEE: in molti lo ignorano

La recente Manovra di Bilancio non ha fatto altro che riconfermare fino al 2023 il Bonus per tutti no ISEE introdotto per la prima volta dalla Legge di Bilancio dello scorso anno (2021). 

Anche se in molti lo ignorano, la sua entrata in scena permettere di perseguire un duplice obiettivo per nulla irrilevante: ridurre il consumo dell’acqua in bottiglia e limitare gli sprechi della risorsa idrica. 

Oltre ad essere senza ISEE, è la presenza di un solo requisito da rispettare a rendere più agevole l’accesso alla misura erogata sotto forma di un credito d’imposta del 50% che rende agevolabile una serie di costi. 

Ma veniamo all’unico requisito previsto dal Bonus per tutti legato all’acqua potabile: il contributo no ISEE fino a 5.000 euro lo si potrà ottenere solo a copertura delle spese sostenute dagli interessati per acquistare ed installare dispositivi di mineralizzazione, filtraggio, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica (CO2) nel semplice obiettivo di migliorare la qualità dell’acqua che fuoriesce dai rubinetti. 

Per quanto concerne le spese coperte, quelle effettuate dal 2021 al 2022 danno diritto ad un credito d’imposta di 1.000 euro se i beneficiari del Bonus per tutti no ISEE sono i privati cittadini, se si tratta di attività commerciali fino a 5.000 euro.

Attenzione, però, perché gli importi hanno subito un taglio quest’anno a causa dell’insufficienza dello stanziamento economico indirizzato alla copertura delle domande. 

Per meglio intenderci, il credito d’imposta previsto dal Bonus per tutti no ISEE non sarà del 50%, ma solo del 30,3745% per le spese sostenute lo scorso anno (2021). 

La stessa percentuale potrebbe subire dei ritocchi anche per le spese 2022, questa volta a favore dei potenziali beneficiari del Bonus, ma per il momento si tratta solo di ipotesi.

Leggi anche: Bonus acqua potabile, proroga al 2023. Ecco chi può recuperare 500€ dalle spese

Come avere i 5.000 euro di Bonus per tutti no ISEE

Il Bonus per tutti dedicato interamente all’acqua potabile è disciplinato dall’Agenzia delle Entrate che provvede alla sua gestione rispettando il finanziamento annuale messo a disposizione a livello centrale.

Pur trattandosi di un ghiotto contributo richiedibile senza ISEE e nel rispetto di un solo requisito in precedenza visto, attenzione va fatta all’effettiva dotazione disponibile. Cosa significa?

Semplicemente che il finanziamento più corposo, di 5 milioni di euro, servirà a coprire le richieste del Bonus per tutti per lo scorso anno e il 2022, mentre nel 2023 è atteso un restringimento della dotazione. 

Come diretta conseguenza, anche gli importi riservati ai beneficiari del Bonus per tutti saranno più bassi. Proprio da quest’anno, nell’intento di garantire a tutti l’accesso al Bonus fino a 5.000 euro, l’AdE ha fissato la percentuale di rimborso del credito al 30,3745%.

Si potrà accedere allo stesso grazie al modello F24. 

Affinché la spesa venga coperta dal Bonus per tutti acqua potabile, invece, l’acquisto dei dispositivi sopra elencati va provato da fattura elettronica o da un documento commerciale contenente l’indicazione del codice fiscale del richiedente il Bonus.

Lo stesso si potrà avere soltanto pagando le spese sostenute tramite strumenti elettronici (carte di credito, carte di debito, bancomat, bonifico postale o bancario). 

L’incentivo fino a 5.000 euro è compatibile con il Bonus rubinetti da 1.000 euro ottenibile anche senza ISEE.

Leggi anche: Bonus rubinetti: un solo requisito e ottieni 1.000€ per cambiare look a bagno e cucina

Cosa accadrà al Bonus per tutti fino a 5.000 euro dal 2023

Come avuto modo di anticipare, il Bonus per tutti in questione verrebbe finanziato con un ammontare di risorse inferiore nel 2023.

Una volta raccolte tutte le domande, l’Agenzia delle Entrate distribuisce le risorse disponibili ai beneficiari e decreta un coefficiente percentuali su cui verrà calcolato il credito d’imposta spettante. 

Questo per evitare che gli idonei al Bonus per tutti no ISEE siano tagliati fuori dal contributo a cui hanno diritto.

Il problema risiede, però, proprio nella dotazione per il 2023: da 5.000.000 di euro si passa a solo 1.500.000. Una condizione questa che lascia intravedere la possibilità di un netto tagli ai possibili importi del Bonus per tutti acqua potabile.