Bonus revisione auto: dal 2 maggio è possibile inviare le richieste per ottenere l’agevolazione sulle revisioni di auto e moto relative al 2022, chiamata anche bonus veicoli sicuri.

Chiusi i termini per la presentazione delle domande relative allo scorso anno, la piattaforma apposita del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, raggiungibile all’indirizzo bonusveicolisicuri.it, permette ora di inviare le richieste relative all’anno in corso. 

Stiamo parlando di un’agevolazione nata per contrastare l’aumento dei costi per le revisioni obbligatorie dei veicoli a motore, come stabilito dal Codice della Strada. Dunque, chi sottopone auto, moto, minicar, minibus alla revisione può ricevere uno sconto dopo aver presentato domanda online. 

La compilazione della domanda online è semplice e sono davvero poche le informazioni da inserire. Per accedere alla piattaforma, come avviene per tutti i siti ministeriali o di enti pubblici, è necessario essere in possesso di un’identità digitale SPID

Vediamo, allora, a quanto ammonta il bonus revisione auto e tutti i passaggi per la compilazione della domanda online per ottenere uno sconto sulla revisione obbligatoria. 

Bonus revisione auto 2022, via alle domande online: cos’è e a quanto ammonta

Il bonus revisione auto può essere richiesto anche per le revisioni effettuate nel 2022. Le domande, invece, per lo scorso anno non possono più essere inviate tramite la piattaforma a partire da fine aprile. 

Per avere una panoramica sull’agevolazione prevista a partire dal 2021, consigliamo la visione del video preparato da Aiuti dallo Stato in cui vengono toccati tutti i punti fondamentali del bonus, da come funziona ai requisiti per ottenerlo: 

Il bonus revisione auto e moto, infatti, è un’agevolazione che è stata introdotta a seguito dell’aumento dei costi delle revisioni sui veicoli come effetto di un emendamento alla Legge di Bilancio 2021.

A partire dallo scorso novembre, infatti, il costo per le revisioni ha visto un aumento, portando il governo a introdurre un bonus, disponibile a partire dal 2021 e fino al 2023, che permettesse di risparmiare proprio tenendo conto dell’incremento. 

Alcuni cittadini, infatti, rimangono delusi e scontenti per il valore dell’importo: 

il valore del bonus revisione auto è di 9,95 euro. 

Una piccola somma, dunque, che però trova le sue radici proprio nell’entità dell’aumento di circa 12 euro. La revisione, infatti, è passata da un costo di 66,88 euro a 78,75. 

L’importo, dunque, è stato determinato con l’obiettivo di dare la possibilità ai beneficiari di recuperare almeno una parte dei costi per la revisione. 

Bonus revisione auto e moto 2022: requisiti e a chi spetta l’agevolazione

Le domande relative al 2021, come abbiamo visto, sono state inviate fino alla fine del mese di aprile. Chi ha effettuato la revisione lo scorso anno non ha più la possibilità di richiedere il bonus revisione auto e moto: la piattaforma non permette più di inviare le richieste relative al 2021. 

Hanno invece l’opportunità di richiedere l’agevolazione i proprietari di veicoli a motore che dal primo gennaio al 31 dicembre 2022 sottopongono il proprio veicolo alla revisione obbligatoria. 

Possono richiedere il bonus revisione auto e moto: 

coloro che sono in possesso di un’identità digitale SPID, indispensabile per accedere alla piattaforma sulla quale vengono inviate le richieste; il primo cointestatario sulla carta di circolazione (nel caso di veicolo cointestato). 

Inoltre, il bonus può essere richiesto solo una volta e per un solo veicolo, per tutta la durata dell’iniziativa (che, come abbiamo visto, è cominciata nel 2021 e vedrà il termine il prossimo anno). 

Come richiedere il bonus revisione auto e moto nel 2022: domanda online

Il bonus revisione auto e moto può essere richiesto, nel 2022, esclusivamente online, tramite la procedura passo dopo passo che vedremo nei prossimi paragrafi. In particolare:

il bonus può essere richiesto compilando la domanda o sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti oppure direttamente sulla piattaforma creata appositamente all’indirizzo www.bonusveicolisicuri.it

Al sito è possibile accedere esclusivamente con il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) di livello 2 e non vi è la possibilità di effettuare l’accesso con credenziali CIE o CNS come invece avviene per i siti di altri enti pubblici. L’identità digitale può, comunque, essere richiesta facilmente anche online, dopo aver individuato l’offerta più adatta alle proprie esigenze, scegliendo tra i diversi identity provider.

Anche al momento dell’accesso, cliccando su “Entra con SPID” si deve cliccare sul proprio gestore d’identità digitale per completare l’accesso.

Bonus revisione auto e moto 2022, come inviare la domanda online: procedimento completo

Vediamo, ora, passo dopo passo, come compilare la domanda online per richiedere il bonus revisione auto. Prima di cominciare, va detto che il sistema dà la possibilità di permanere sul sito per un periodo massimo di 20 minuti. Allo scadere del tempo, il sito procede con il logout automatico. 

In ogni caso, la procedura per effettuare la domanda online non richiede più di qualche minuto, ma il consiglio è di tenere a portata di mano tutte le informazioni che devono essere inserite per evitare di perdere tempo e dover accedere nuovamente al sito a causa della sessione scaduta.

Per prima cosa, il sistema richiederà alcuni dati essenziali quali il nome e il cognome del richiedente, il codice fiscale e l’e-mail per eventuali successive comunicazioni. 

Su “gestione contributo” è possibile cliccare sul bottone “Inserisci targa”. A questo punto appare una finestra in cui viene richiesto il tipo di veicolo (autoveicolo, ciclomotore, motoveicolo) e il numero di targa. È il sistema stesso a verificare la veridicità delle informazioni: se non ci sono problemi con il numero di targa inserito, apparirà un messaggio di conferma. 

Cliccando, poi, su “richiedi contributo” si potrà procedere con l’inserimento dei restanti dati: 

il codice IBAN; nome e cognome dell’intestatario del conto; l’e-mail.

A questo punto, il sistema restituisce una sorta di riepilogo dei dati inseriti e dell’intera domanda online. Se i dati risultano corretti, allora si può cliccare su “conferma”. In caso contrario, si può cliccare su “resetta” oppure tornare indietro all’ultimo step.

Alla fine della procedura, il sistema fornirà il numero di pratica. È consigliabile conservare il numero di pratica qualora si dovessero avere problemi e contattare l’assistenza.

Bonus revisione auto e moto 2022: come annullare una domanda online

La domanda online per il bonus revisione auto è moto può sempre essere controllata accedendo alla piattaforma utilizzando le credenziali SPID. 

Anche se già è stata inviata, quindi, la richiesta può anche essere annullata, sempre che l’annullamento avvenga entro 3 giorni dal momento della compilazione. 

Per annullare la domanda online già presentata, il beneficiario dovrà entrare sulla piattaforma e andare nella sezione “stato della richiesta”. La domanda può essere annullata solo qualora essa si trovi nello stato “richiesta inserita”. 

Si ricorda, inoltre, che il bonus revisione auto e moto è un bonus a esaurimento fondi. Ciò significa che, qualora si decida di annullare la richiesta presentata, se le risorse stanziate dovessero finire non sarà possibile inviare una nuova domanda online, perdendo la possibilità di richiedere il contributo. 

Il consiglio è controllare periodicamente lo stato della propria richiesta direttamente sulla piattaforma. Una volta effettuati tutti i controlli, e se in assenza di errori nella compilazione o nelle informazioni fornite, lo stato della richiesta dovrebbe presentare la voce “bonifico eseguito”. Il rimborso, dunque, sta per arrivare.