Nell'arco dell'ultimo anno il governo ha destinato ai cittadini italiani numerosi bonus e incentivi fiscali previsti dalla Legge di Bilancio 2021. Questi, insieme ad altre agevolazioni concesse dall'INPS e da altri enti, forniscono un sostegno economico a famiglie, lavoratori e giovani.

Ma non solo. Tra i principali aiuti finanziari previsti dalla manovra per la ripresa economica, sono inclusi anche bonus volti a favorire la trasformazione digitale e altri mirati a incentivare il miglioramento dell'efficienza energetica, come Ecobonus e bonus edilizi. Insomma un vero e proprio mare di incentivi per i quali, inutile dirlo, la confusione regna sovrana.

Dubbi e incertezze su scadenze o requisiti, o addirittura sull'esistenza di alcune misure, potrebbero facilmente lasciar sfuggire somme di sostegno talvolta consistenti. Il che sarebbe un vero peccato! Con il 2022 ormai alle porte, è sicuramente tempo di fare chiarezza sulle varie scadenze e su tutte le misure per le quali bisogna affrettarsi.

"Confermiamo molti incentivi per il prossimo anno come quello delle costruzioni: hanno avuto ruolo molto positivo per stimolare la ripresa delle costruzioni".

Sebbene, infatti, secondo quanto dichiara il premier Mario Draghi, siano diverse le agevolazioni fiscali per cui è stata già prevista una proroga, per tanti altri incentivi i termini per presentare domanda scadranno il 31 dicembre 2021. Scopriamo insieme di quali bonus si tratta, quali di questi sono richiedibili con ISEE e quali senza.

Bonus in scadenza senza ISEE

I bonus senza ISEE sono i cosiddetti "bonus per tutti", stanziati dal governo al fine di mitigare gli effetti della crisi economica dell'era Covid-19 e che quindi non necessitano di un limite massimo di reddito per i richiedenti.

A questo gruppo di incentivi appartiene il bonus Rottamazione TV, da non confondere con il bonus TV/decoder rivolto alle fasce di reddito più basse, come vedremo più avanti. Il bonus Rottamazione TV prevede uno sconto del 20% fino a 100 euro sul prezzo d'acquisto di un nuovo televisore.

L'incentivo si può ottenere rottamando il vecchio dispositivo purché sia stato acquistato prima di dicembre 2018 e che non risulti più adatto ai nuovi standard tecnologici di trasmissione televisiva. Questo bonus è stato infatti pensato proprio in vista della nuova modalità di trasmissione in HD, per cui alcuni vecchi apparecchi potrebbero non supportare il nuovo formato.

Considerando quindi che la migrazione dei canali avverrà probabilmente entro gennaio, questo bonus può rivelarsi molto utile a chi ha intenzione di acquistare un nuovo televisore. Per chi invece volesse temporeggiare acquistando per ora un più economico decoder, ci sarà tempo di sfruttare il voucher entro il 31 dicembre 2022.

Un altro incentivo senza ISEE da sfruttare entro breve è il Bonus Terme, per chi lo ha richiesto durante i click day dell'8 e del 9 novembre. Ciò significa che i termini per ottenerlo sono già scaduti, ma per chi ne fosse in possesso è possibile beneficiarne una tantum entro un periodo massimo di 60 giorni dalla richiesta e dà diritto a un rimborso del 100% fino a 200€ per l'acquisto di servizi termali presso centri accreditati.

Da non confondere con il Bonus Vacanze, riservato alle fasce a basso reddito.

Ecobonus in scadenza a dicembre

Tra gli incentivi fiscali senza ISEE più acclamati e richiesti nell'arco del 2021 troviamo i bonus edilizi, i cosiddetti "lavori a casa", ovvero tutti quegli aiuti finanziari che incentivano gli interventi mirati alla riqualificazione energetica, alla riduzione del rischio sismico e all'istallazione di impianti fotovoltaici, previsti nel Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Come già anticipato sopra, molti di questi bonus come il Superbonus 110% sono stati prorogati dall'attuale governo. Tuttavia, altri numerosi bonus casa da richiedere senza limiti di reddito hanno scadenza il 31 dicembre 2021 e vengono elencati di seguito.

Bonus facciate: si tratta di una detrazione fiscale pari al 90% se richiesta entro il 31 dicembre 2021 (dopo probabilmente la percentuale sarà ridotta) per tutti gli interventi finalizzati al restauro della facciata esterna degli edifici esistenti. Con questi si intendono interventi di pulizia o tinteggiatura. Gli edifici possono rientrare in qualsiasi categoria catastale, purché si trovino nelle zone A e B, individuate dai regolamenti edilizi regionali e comunali. 

Bonus ristrutturazione: fino al 31 dicembre 2021 ogni cittadino può usufruire di una detrazione del 50% su interventi di ristrutturazione fino a un importo di spesa massimo di 96mila euro.

Bonus mobili: valida fino al 31 dicembre 2021, questa agevolazione è una detrazione Irpef pari al 50% sull’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+, o A per i forni, fino a un limite di spesa di 16mila euro.

Altri incentivi a breve termine

La lista dei bonus senza limiti di reddito finalizzati a promuovere gli interventi domestici non finisce qui. Eccone altri da sfruttare entro la fine dell'anno.

Bonus verde: permette di ottenere fino a 1.800 euro sui costi sostenuti per rifare il giardino. L'incentivo è usufruibile con una detrazione del 36% su un massimo di 5.000 di spesa, entro il 31 dicembre 2021.

Bonus idrico: si tratta di un bonus di 1000 euro destinato a ciascun richiedente fino a esaurimento fondi, per favorire l'istallazione di rubinetti, docce e altre apparecchiature che favoriscano un risparmio dell'acqua. In questo caso il bonus potrà essere richiesto solo a partire dal prossimo gennaio, ma sarà valido sui lavori conseguiti entro il 2021.

Diverso è il bonus acqua potabile, già richiedibile, il quale consiste in un credito d'imposta del 50% sulle spese sostenute tra l'1 gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022 per acquisto e installazione di sistemi per consentono di razionalizzare l'uso dell'acqua.

Bonus zanzariere: infine entro il 31 dicembre 2021 è possibile richiedere una detrazione Irpef del 50% su un tetto massimo di 60mila euro di spesa per l'istallazione di zanzariere con schermatura solare.

Bonus con ISEE

Alla categoria "bonus con ISEE" appartengono tutte le agevolazioni che forniscono appunto un aiuto economico per le fasce di reddito più basse.

Tra i bonus con ISEE ancora attivi troviamo il bonus TV/decoder che prevede uno sconto fino a 30 euro sull'acquisto di un nuovo decoder. Il voucher può essere richiesto da famiglie con ISEE pari o inferiore ai 20.000 euro entro il 31 dicembre 2022, anche se probabilmente sarà necessario acquistare il dispositivo molto prima, se si vuole continuare a guardare la TV.

Da usufruire entro la fine dell'anno, invece, è il già riscosso bonus Vacanze, un buono fino a 500 euro richiedibile entro l'anno scorso. È possibile sfruttare il buono prenotando un soggiorno nelle strutture ricettive italiane entro il prossimo 31 dicembre.

Tra gli incentivi, invece, in attesa di approvazione per i quali è richiesto l'ISEE figura il bonus occhiali da vista. Si tratta di un voucher di 50 euro sull'acquisto di occhiali da vista o lenti a contatto - occhiali da sole esclusi - senza limiti di spesa. Si tratta di buono riservato alle famiglie con ISEE inferiore ai 10.000 euro da affiancare alla già esistente detrazione fiscale del 19% sulle spese mediche.

Restiamo in attesa di ulteriori dettagli su come richiederlo non appena sarà reso ufficiale. Per ora, sappiamo che Il bonus può essere speso una tantum e sarà valido fino al 2023.

Bonus luce e gas

Un'altra agevolazione con ISEE già in vigore è il bonus luce e gas 2021, che permette di ottenere uno sconto sociale sulle bollette di luce, gas e acqua. Occorre fare una precisazione sui destinatari dell'incentivo: per le famiglie con difficoltà finanziarie non è necessario presentare alcuna domanda, poiché a decorrere dal 1 gennaio 2021 lo sconto in bolletta risulta automatico in base alle fasce di reddito.

Diverso discorso, invece, per i richiedenti che presentano un disagio fisico: in questo caso occorre fare domanda compilando l'apposito modulo, da presentare insieme al documento d'identità e a un certificato ASL che attesti una grave situazione di salute, che richiede l'uso di apparecchiature elettromedicali.   

Bonus famiglia 2021 in scadenza

Tra i bonus con e senza ISEE volti al sostegno economico delle famiglie figurano il bonus bebè, bonus asilo nido e bonus mamma domani, tutti incentivi con scadenza fissata al 31 dicembre 2021. Dall'anno prossimo infatti, tutti questi bonus saranno sostituiti o assorbiti dall'Assegno Unico per i figli 2022, in vigore da gennaio. Vediamo intanto cosa si può fare con le misure attualmente a disposizione.

Il bonus Bebè è una misura richiedibile senza ISEE entro 90 giorni dalla nascita o dall'adozione. L'importo varia in base al reddito. Nello specifico, sono previsti 160 euro al mese per ISEE fino a 7.000 euro; 120 euro al mese per ISEE tra 7.000,01 e 40.000 euro e 80 euro al mese per ISEE oltre i 40.000 euro. Per i figli successivi al primo bonus aumenta del 20%.

Il bonus Asilo Nido mira a fornire un contributo a sostegno delle spese per l'asilo nido ai genitori di bambini con età compresa tra 0 e 3 anni. Anche n questo caso, l'importo erogato varia a seconda dell'ammontare dell'indice ISEE.

Si impartisce una somma pari a massimo 3.000 euro per le famiglie con ISEE inferiore a 25.000 euro, un bonus pari a massimo 2.500 euro per ISEE compreso tra 25.000 e 40.000 euro, e una somma di massimo 1.500 euro per le in caso di ISEE superiore a 40.000 euro. 

Il bonus Mamme Domani, noto anche come Premio Nascita, è un sostegno economico di 800 euro erogato dall'INPS senza limiti di reddito, ma solo dopo aver inoltrato la domanda. Si può richiedere a decorrere dall'ottavo mese di gravidanza fino a un anno dalla nascita. In caso di adozione o affidamento preadottivo bisognerà calcolare un anno dalla data di ingresso in famiglia.

Tutti gli incentivi sono richiedibili via telematica sul portale dell'INPS tramite un modello precompilato, entro il 31 dicembre 2021.