Il nuovo bonus senza ISEE ha un nome, e si chiama Bonus Terme.

Si tratta di uno sconto per accedere agli impianti e ai servizi termali, e corrisponde fino a 200 euro a testa, senza nemmeno dover presentare l'attestazione ISEE, come invece richiesta per un altro buono vacanziero, appunto il Bonus Vacanze.

Anche di questo te ne parlerò, nel caso tu abbia già l'ISEE certificato dal CAF o dal patronato locale: può sempre servire anche per altri bonus e ammortizzatori sociali.

Nel caso di questo bonus per le Terme, l'indennizzo è composto da un semplice voucher digitale, che potrai usare una tantum per prenotare un soggiorno presso uno stabilimento termale aderente all'iniziativa. 

Il problema però sarà nell'inevitabile click day che accadrà l'8 novembre, quando il portale di Invitalia darà accesso a tutti i richiedenti per la prenotazione tramite bonus Terme.

Purtroppo, a causa del Covid e delle varie ripercussioni economiche, l'anno scorso non solo c'è stato un afflusso misero di vacanzieri presso le strutture termali, poi praticamente azzerato in vista delle zone rosse di fine anno, ma la stessa spesa per le vacanze era risultata più bassa.

Con la possibilità di ripoter andare in vacanza durante l'inverno, molti proveranno a risparmiare usando questo buono, così da far ripartire anche il settore dei ristori.

Se volete un riassunto di tutta quanta la situazione, vi suggerisco di vedere questo video a cura di Gratta La Notizia.

In questo articolo andremo a vedere le particolarità di questo bonus, e al modo di ottenerlo in vista del click day.

Bonus senza ISEE: ecco come ottenerlo per Natale

Il bonus Terme è a tutti gli effetti un bonus senza ISEE, cioè un buono che non richiede di presentare l'attestazione dell'Indicatore della Situazione Economica Equivalente.

La scelta di non richiederlo è dovuto al fatto di aumentare la ricezione di questo sconto per tutta la popolazione italiana maggiorenne e residente, dato che il Bonus Vacanze, d'altro canto, prevede invece un ISEE inferiore a 40.000 euro per l'accesso.

Più anche il fatto che l'importo è commisurato anche dalla composizione del proprio nucleo familiare.

Nel caso del bonus Terme la situazione è diversa: anche da solo, puoi ricevere ben 200 euro per avere accesso presso gli stabilimenti termali o i centri benessere.

Inoltre non dovrai fare nulla di particolare: basterà fare la prenotazione dello stabilimento che più ti aggrada presso il sito di Invitalia o del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE). Però non basta solo che ti aggradi. 

Il bonus terme è valido solo presso le strutture termali aderenti all'iniziativa.

Se è tutto apposto, l'esercente (o addetto alle prenotazioni) provvederà a registrarti e a confermare la prenotazione con un attestato, che dovrai utilizzare entro e non oltre sessanta giorni dalla data di emissione.

La gestione del bonus però sarà relativa solo ad alcune prestazioni relative alle terme, e solo ad alcune tipologie di strutture termali.

Pertanto, se il centro di benessere che ti piace è tra quelle escluse, ho paura che dovrai cambiare idea in fretta.

Bonus senza ISEE: ecco come richiederlo entro Natale

Il bonus Terme come Bonus senza ISEE è abbastanza facile nella richiesta, ma come tutti i buoni si concentra in alcune specifiche, come il fatto che non potrai utilizzarlo per tutti gli stabilimenti o centri di benessere:

  • già a carico del Servizio Sanitario Nazionale;
  • già a carico di enti pubblici o privati non aderenti all'iniziativa;
  • già garanti di altri benefici ai quali hai diritto o stai usufruendo;
  • limitati al settore termale o delle acque minerali curative.

Aggiungi anche il fatto che tu prenoti un soggiorno per dei servizi relativi alla "wellness and beauty", cioè al benessere e alla cura del corpo.

Se vuoi dormirci o ristorarti, anche a livello gastronomico, mi dispiace ma dovrai in quel caso pagare di tasca propria.

Così come dovrai pagare di tasca propria una volta che i 200 euro sono stati esauriti

Non è poi possibile richiederlo una seconda volta, perché è un voucher ad hoc, che dovrai presentare solo al momento del pagamento di tutti i servizi.

Qualora tu lo presentassi al di fuori di questa situazione, potresti perdere anche la vacanza, perché non è rimborsabile, anche in caso di disdetta dovuta ad un caso di forza maggiore, come può capitare a tutti.

Il problema è che questo bonus già restringe non di poco il suo uso, inoltre richiede anche di essere svelti, specie perché dall'8 novembre ci sarà da correre per ottenerlo.

Bonus senza ISEE: fai in fretta! Arriva il click day

Fino a prova contraria, per questo bonus senza ISEE non ci dovrebbe essere un click day, cioè un momento in cui migliaia di persone nello stesso istante faranno richiesta presso il sito di Invitalia o del MISE per prenotare col bonus Terme.

E non ci dovrebbe essere perché, quello più tecnicamente probabile come click day, c'è già stato, ovvero il 28 ottobre

Alle ore 12 del 28 ottobre, la piattaforma è stata aperta per tutti gli esercenti che volevano registrarsi come stabilimento aderente all'iniziativa.

Nel loro caso non c'è alcuna fretta, perché per ottenere il beneficio dovranno aspettare l'erogazione da parte del MISE o di Invitalia. Per conto loro, dovranno invece garantire l'accesso diretto a tutti i richiedenti, lasciando come pegno un voucher da riscuotere.

Presumo invece che accada questo click day dal fatto che:

  • il bonus Terme è stato finanziato con soli 56 milioni di euro;
  • il bonus Terme prevede l'erogazione (stimata) di almeno 256.000 voucher.

Se ti sembrano tanti 256.000 voucher sappi che nel 2019 la Federterme ha stimato un ingresso annuo di oltre 2.790.000 turisti termali. In pratica il voucher potrebbe andare a malapena una persona su dieci, constatando che oltre il 12% di questi vacanzieri è straniero, quindi escluso dal buono perché non cittadino italiano e residente.

Purtroppo quando i fondi sono esigui, il rischio di un assalto è probabile, anche se, oltre alla data dell'8 novembre 2021, non è previsto un orario di apertura.

Però è inevitabile che quel giorno i loro server andranno a fuoco.

Se davanti a questa prospettiva non ti aggradano più 200 euro, puoi tentare col bonus Vacanze. Richiede l'attestazione ISEE, vero, ma se hai una famiglia numerosa puoi avere fino a 500 euro, e non solo per andare alle terme.

Bonus Vacanze: serve l'ISEE ma hai fino a 500 euro!

A differenza di quelle per le Terme, il Bonus Vacanze non rientra tra i Bonus senza ISEE, perché per accedere al voucher digitale è necessario avere un'attestazione ISEE che indichi un reddito inferiore a 40.000 euro.

Però ha i suoi vantaggi, come ad esempio avere accesso a diversi stabilimenti vacanzieri, come alberghi, agriturismi, villaggi turistici, bed & breackfast e anche campeggi, cioè tutte quelle strutture non previste dal bonus Terme

Semmai lo svantaggio è nel fatto che il bonus è commisurato nella composizione del nucleo familiare, pertanto, più persone abitano nel tuo nucleo, e più aumenta l'importo del bonus.

Perché si va da un semplice buono di 150 per una sola persona, fino a 500 euro per i nuclei familiari con tre o più persone.

Certo, con questi 500 euro puoi addirittura acquistare servizi di tour operator e agenzie di viaggio, e anche i servizi ricreativi per minori, mentre col bonus Terme puoi solo accedere a pacchetti relativi ai servizi di wellness & beauty.

Ma questi 500 euro non sono in realtà un misto tra due agevolazioni, unite insieme.

Bonus senza ISEE: ecco perché conviene il bonus Terme

Il Bonus Vacanze non è come il Bonus Terme, che oltre ad essere senza ISEE è un voucher diretto di 200 euro

In realtà il Bonus Vacanze di una detrazione d'imposta del 20%, e di uno sconto diretto dell'80%.

Nel caso dei citati 500 euro, cioè la misura massima:

  • 100 euro sono detrazione d'imposta massima, da segnalare nel Modulo 740 dell'intestatario;
  • 400 euro sono lo sconto per usufruire del soggiorno.

Quindi, come hai potuto notare, più aumentano le possibilità, più aumentano le difficoltà.

E anche una particolarità. Il bonus Terme è disponibile ufficialmente dall'8 novembre per i richiedenti, ma il Bonus Vacanze è già disponibile dall'anno scorso.

Se già nel 2020 hai usufruito di questo buono, mi dispiace ma non potrai utilizzarlo una seconda volta, perché nel 2021 non è stato rifinanziato, ma è stata prorogata la data di scadenza, non più al 31 dicembre 2020 bensì al 31 dicembre 2021.

L'hanno fatto per garantire, visto il successo della campagna vaccinale, anche un Natale a tutti i richiedenti, cosa che l'anno scorso, con le chiusure natalizie, non è potuto accedere.

Bonus senza ISEE: ecco le novità per Natale!

Se pensi ad un valido regalo di Natale, questi due bonus possono essere utili, anche se solo il bonus Terme è un bonus senza ISEE.

Se invece hai voluto fare negli ultimi mesi un'attestazione ISEE, allora il problema non si pone per il bonus Vacanze, a patto di avere almeno un nucleo familiare di 3 persone. Sennò, ricordati, per i single è possibile solo un importo di 150 euro.

Semmai ricordati che entrambi questi bonus non sono cedibili a terzi, e non si possono acquistare da nessuna parte, tanto meno via social o web. 

Quindi, occhio anche alle truffe, altrimenti non solo perdi questi buoni, ma rischi di dover rimetterci del denaro.

Se vuoi rimanere aggiornato sulla situazione, puoi consultare il sito di Federterme, oppure il sito di Invitalia, Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, di proprietà del Ministero dell'Economia.

Qualora tu ancora sia sprovvisto di ISEE e fossi interessato a qualche bonus o ammortizzatore, ti consiglio di approfondire la questione, in particolare per tutte le novità e le particolarità relative a questo strumento amministrativo.