Bonus zanzariere 2021: ecco l’agevolazione che permetterà agli italiani di installare delle zanzariere nuove presso le loro abitazioni ricevendo un aiuto economico.

Tra i numerosi bonus 2021 ancora attivi, che possono essere richiesti fino allo scadere della Legge di Bilancio 2021 (che sarà in vigore fino al 31 dicembre 2021), c’è infatti un’agevolazione davvero particolare, rappresentata appunto dal bonus zanzariere.

Con questa breve guida, gli interessati potranno scoprire cos’è il bonus zanzariere, come è possibile accedere alla misura e quali sono i requisiti per averne diritto.

Bonus zanzariere: fa parte dell’Ecobonus

Iniziamo con una doverosa informazione: se lo si cerca sotto il nome di “bonus zanzariere”, si rischia di non trovare alcuna informazione su questo bonus in quanto, in realtà, si tratta di un beneficio che può essere richiesto tramite il ben più noto Ecobonus (di cui vengono forniti approfondimenti mediante il seguente articolo dedicato all'Ecobonus 2021).

Proprio in quanto facente parte dell’Ecobonus, questa misura concederà una detrazione IRPEF pari al 50% della spesa effettuata per avviare delle procedure che consentano l’efficientamento energetico di un immobile.

Quindi, lo anticipiamo fin da subito, per poter avere diritto al bonus zanzariere è necessario che l’installazione della nuova zanzariera garantisca, in qualche modo, un efficientamento energetico dell’immobile in cui verrà installato il prodotto.

Analizzeremo però le caratteristiche specifiche delle zanzariere oggetto di detrazione in un paragrafo dedicato; al momento, anticipiamo soltanto che è necessario che la nuova installazione consenta la schermatura dell’immobile oggetto dell’installazione. Infatti, nel caso in cui una zanzariera garantisca la schermatura dello stabile, verrà trattata al pari di una tenda da sole e consentirà di accedere alla detrazione IRPEF.

Per gli interessati al bonus tende da sole, rimandiamo alla visione del seguente contenuto YouTube, a cura di Gratta La Notizia e che analizza le specifiche di questa agevolazione, la quale consente di ottenere un bonus sull’acquisto di tende da sole nuove.

Ma torniamo al bonus zanzariere.

Abbiamo parlato, poco più in alto, di detrazione IRPEF: questo significa che gli interessati al bonus zanzariere non riceveranno un premio in denaro con accredito diretto, né uno sconto sul prezzo finale; il bonus zanzariere concederà ai beneficiari una detrazione in dichiarazione dei redditi.

Bonus zanzariere: requisiti di accesso alla misura

Analizziamo adesso i requisiti che consentono il diritto all’accesso al bonus zanzariere.

Del primo requisito abbiamo già accennato al paragrafo precedente: la zanzariera (o le zanzariere) oggetto di installazione dovranno garantire efficientamento energetico e schermatura dell’immobile.

In caso contrario, l’installazione non darà diritto alla detrazione IRPEF prevista dall’Ecobonus, e non si otterrà dunque il bonus zanzariere.

Entrando più nello specifico, l’Agenzia delle Entrate ha fatto chiarezza tramite un proprio intervento, nel quale ha specificato ulteriormente le caratteristiche necessarie perché la zanzariera possa essere dichiarata idonea all’ottenimento del bonus zanzariere. Nel dettaglio, infatti,

“le zanzariere scelte devono fare da schermatura solare, rispettare le esigenze di trasmittanza termica U e avere un valore Gtot (definito come fattore solare) maggiore di 0.35”. 

Un ulteriore requisito riguarda poi il fatto che la zanzariera dovrà essere stabile e fissa, in quanto le zanzariere smontabili non sono idonee all’ottenimento del bonus zanzariere; inoltre, ai fini dell’ottenimento, l’installazione dovrà essere regolarmente effettuata su superfici a vetri.

Tra i requisiti da rispettare rientra inoltre il possesso di marchio CE, che garantisca l’aderimento del prodotto alla normativa vigente.

In ogni caso, per eventuali dubbi sulle detrazioni che possono essere concesse per schermatura solare, si consiglia comunque di rifarsi sempre al sito ufficiale di efficientamento energetico ed Ecobonus, che consentirà agli utenti di reperire tutti i dettagli previsti dalla normativa.

Ma continuiamo a parlare di requisiti, in quanto anche l’immobile oggetto di installazione delle zanzariere dovrà essere in possesso di un requisito fondamentale: gli immobili ancora in costruzione, infatti, non possono essere sfruttati per richiedere il bonus zanzariere.

L’immobile, di qualunque categoria si tratta, dovrà essere preesistente, regolarmente registrato al catasto e in regola con ogni tributo regolarmente previsto.

Non sono però previsti altri requisiti per quanto riguarda l’immobile, né per quanto riguarda la sua categoria catastale, né in merito alla destinazione d’uso del locale.

Il bonus zanzariere, infatti, può essere richiesto anche per eventuali locali commerciali.

Nel caso in cui l’immobile oggetto di installazione sia situato in un contesto condominiale, sarà necessario presentare un progetto in assemblea di condominio ed ottenere eventuale approvazione di tutti i condomini: qualora l’approvazione dovesse mancare, il diritto al bonus zanzariere decadrebbe.

Bonus zanzariere: ecco a chi spetta la detrazione 

Passiamo, adesso, alla platea dei beneficiari che potranno richiedere il bonus zanzariere.

Si tratta di una detrazione cui avranno accesso sia i proprietari dell’immobile, sia chi gode della fruizione dell’immobile all’interno del quale verranno installate le zanzariere, indipendentementre dalla situazione economica familiare: non è richiesto, infatti, modello ISEE da presentare.

Nello specifico caso degli affittuari, invece, il bonus zanzariere potrà essere richiesto solo qualora sussistano due situazioni: il proprietario dell’immobile deve ovviamente essere d’accordo e, secondariamente, l’affittuario dovrà occuparsi delle spese di installazione. In questo modo potrà godere della detrazione IRPEF nel caso in cui i requisiti al paragrafo precedente vengano totalmente rispettati.

La detrazione IRPEF può essere richiesta anche per l’installazione di zanzariere in aree condominiali comuni; tuttavia, ovviamente andranno rispettati i requisiti già descritti, ed è importante che tutti i condomini abbiano approvato il progetto di installazione.

Bonus zanzariere: l’elenco delle spese ammissibili

Occupiamoci adesso di elencare le spese che è possibile portare in detrazione grazie al bonus zanzariere, spese che sono state stabilite grazie al Decreto Ministeriale 6 agosto 2020, nello specifico all’articolo 5.

Possono essere innanzitutto portate in detrazione le spese legate all’acquisto e alla posa delle zanzariere a schermatura solare (rispettanti i requisiti di cui sopra), le spese di smontaggio delle eventuali zanzariere preesistenti, le spese legate ai compensi dei professionisti che si faranno carico dell’installazione, oltre che tutte le opere accessorie (purché inerenti all’installazione delle zanzariere).

Sarà possibile infine inserire tra le spese oggetto di detrazione anche quelle legate ai compensi di professionisti interpellati per la produrre la documentazione tecnica che andrà presentata all’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, ossia l’ENEA, ente cui spetta la gestione del bonus zanzariere.

Bonus zanzariere: le cifre ufficiali dell’agevolazione

Siamo quasi giunti al termine della nostra breve guida sul bonus zanzariere: ci occuperemo adesso delle cifre ufficiali.

Iniziamo col dire che la normativa ha fissato un limite massimo per quanto riguarda le spese ammissibili, limite che è fissato a 60.000 euro.

Su una spesa pari a 60.000 euro, per calcolare il bonus zanzariere spettante, basta semplicemente ricordare che il bonus coincide col 50% delle spese sostenute: dunque, se si ha intenzione di spendere fino alla cifra massima di 60.000 euro, si riceverà una detrazione pari a 30.000 euro.

La cifra spettante verrà corrisposta ai beneficiari in un arco temporale di dieci anni, mediante dieci rate annuali tutte di pari importo; ovviamente, se l’intestatario del bonus zanzariere dovesse spendere meno di 60.000 euro in totale per l’installazione delle nuove zanzariere a schermatura solare, l’importo della detrazione sarà inferiore, in quanto dipende dalla spesa sostenuta.

Bonus zanzariere, come presentare domanda

Analizziamo infine le modalità di presentazione della domanda, la quale andrà inoltrata all’ente che si occupa del bonus zanzariere, ossia l’ENEA.

Innanzitutto, è bene sapere che, per avere diritto alla detrazione IRPEF, sarà necessario che tutte le spese da portare in detrazione siano state saldate con bonifico parlante.

Va poi inoltrata formale comunicazione all’ENEA entro e non oltre 90 giorni dal termine dei lavori per l’installazione delle zanzariere a schermatura solare.

Oltre alla domanda, il potenziale beneficiario dovrà fornire all’ENEA tutta una serie di documenti, necessari all’ottenimento del bonus zanzariere; saranno richiesti i certificati che attestino che la zanzariera installata rispetti i requisiti richiesti, le varie schede tecniche dei prodotti oggetto di installazione, fatture che attestino pagamenti e cifre effettivamente spese, ricevute del bonifico di pagamento. Va inoltre allegata copia del documento di identità dei richiedenti.

In ogni caso, per eventuali dubbi o chiarimenti, o anche per una panoramica sulla documentazione da presentare, l’ENEA ha messo a disposizione dell’utenza una sezione apposita sul proprio sito ufficiale, riguardante il bonus zanzariere nella sua interezza.

Tra l’alto, per ottenere il bonus zanzariere, sarà necessario effettuare preventivamente la propria registrazione, così come per tutti i bonus dedicati alla casa attivi per l’anno corrente. La registrazione deve essere effettuata al seguente link.

Per la registrazione ai servizi ENEA, occorrerà compilare l’anagrafica utente, ma soprattutto la scheda che indichi le caratteristiche e i dati dell’immobile sul quale si effettuerà l’installazione delle zanzariere. Essendo un sito comune a tutti i bonus legati alla casa, sarà necessario specificare anche di che tipo di intervento si tratta.

Solo dopo aver compilato correttamente tutti i campi richiesti dall’ENEA, sarà possibile inviare la propria domanda: a quel punto si potrà accedere alla stampa di un promemoria di avvenuta richiesta del bonus zanzariere.