Il cosiddetto Bonus Studenti 2021 (o Supermedia) è stato confermato anche con riferimento all’anno scolastico 2020/2021. A comunicarlo è stata una nota dello stesso Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, il quale ha effettivamente reso pubblico il prolungamento di tale provvedimento.

Il bonus studenti verrà così erogato agli studenti delle scuole secondarie di primo o di secondo grado (ossia medie e superiori), secondo le modalità stabilite dal rispettivo bando.

Nell’articolo andiamo ad elencare innanzitutto quali sono i requisiti di accesso al bando per poter ottenere il Bonus Studenti 2021, nonché l’entità degli importi che potranno essere erogati sulla base dei parametri stabiliti dal bando, e infine i criteri che definiranno la redazione della graduatoria finale che decreterà l’erogazione dei fondi.

Che cos’è il Bonus Studenti 2021?

Il cosiddetto Bonus Studenti 2021, erogato dall’INPS agli studenti più meritevoli con riferimento all’anno scolastico 2020/2021, è un particolare incentivo al rendimento scolastico riservato alle famiglie i cui genitori siano dipendenti (o già pensionati) della pubblica amministrazione, nonché dipendenti di Poste Italiane.

Il bando Supermedia, che definisce i criteri di accesso alle graduatorie, elenca con precisione i requisiti fondamentali che discriminano coloro che possono da coloro che non possono partecipare a quello che può a tutti gli effetti configurarsi come un concorso che assegna un premio allo studio ai soggetti più meritevoli.

In particolare, per poter partecipare al bando, occorre essere figli (o orfani) di dipendenti della pubblica amministrazione che siano iscritti ad almeno una delle seguenti casse previdenziali: la gestione dipendenti pubblici per i pensionati, oppure la gestione di assistenza magistrale, o in alternativa la cosiddetta gestione unitaria per tutte le prestazioni di carattere sociale e creditizio, la gestione dei dipendenti del Gruppo Poste Italiane S.p.A. o dei dipendenti dell’ex Ipost.

Come funziona il Bonus Studenti 2021?

Il Bonus Studenti 2021, in particolare, come definito dal rispettivo bando, prevede

«borse di studio per il conseguimento del titolo di studio relativo al ciclo scolastico della scuola secondaria di primo e di secondo grado e per la promozione alle classi successive nella scuola secondaria di secondo grado.»

Assegna cioè premi sulla base del rendimento per i migliori studenti che abbiano conseguito il titolo di studio della scuola media (secondaria di primo grado) e ai migliori studenti delle scuole superiori (secondarie di secondo grado).

A quanto ammonta il Bonus Studenti 2021?

Il bando Supermedia stabilisce inoltre con precisione quali siano gli importi del Bonus Studenti 2021 che possono essere erogati sulla base dell’anno di scuola frequentato dallo studente. Vediamo con precisione quanto si può ottenere.

Sono infatti previste:

  • 1100 borse di studio del valore di 750 euro per gli studenti figli di soggetti iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni sociali e creditizie, che abbiano frequentato l’ultimo anno delle scuole medie e ne abbiano così conseguito il titolo di studio;
  • 800 borse di studio del valore di 750 euro per gli studenti figli di soggetti iscritti alla gestione di assistenza magistrale, che abbiano frequentato l’ultimo anno delle scuole medie e ne abbiano conseguito il titolo di studio;
  • 3600 borse di studio del valore di 800 euro per gli studenti figli di soggetti iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni sociali e creditizie, che abbiano frequentato uno dei primi quattro anni di scuole superiori o di corsi di formazione professionale la cui durata sia superiore ai 6 mesi nel corso dell’anno scolastico;
  • 1800 borse di studio del valore di 800 euro per gli studenti figli di soggetti iscritti alla gestione di assistenza magistrale, che abbiano frequentato uno dei primi quattro anni di scuole superiori o di corsi di formazione professionale la cui durata sia superiore ai 6 mesi nel corso dell’anno scolastico;
  • 1700 borse di studio del valore di 1300 euro per gli studenti figli di soggetti iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni sociali e creditizie, che abbiano frequentato l’ultimo anno delle scuole superiori e ne abbiano conseguito il titolo di studio;
  • 700 borse di studio del valore di 1300 euro per gli studenti figli di soggetti iscritti alla gestione di assistenza magistrale, che abbiano frequentato l’ultimo anno delle scuole superiori e ne abbiano conseguito il titolo di studio;
  • 100 borse di studio del valore di 1300 euro per gli studenti figli di soggetti iscritti alla gestione ex Ipost, che abbiano frequentato l’ultimo anno delle scuole superiori e ne abbiano conseguito il titolo di studio.

Quali sono i requisiti per poter accedere alle graduatorie del Bonus Studenti 2021?

Per poter accedere al Bonus Studenti 2021, oltre ai requisiti relativi all’iscrizione alle casse previdenziali di cui si è già detto, occorrerà per gli studenti soddisfare alcuni criteri riguardanti il proprio rendimento scolastico.

In particolare, 

  • per poter ottenere il Bonus Studenti 2021 relativo al conseguimento del titolo di studio delle scuole medie, occorrerà avere ottenuto la promozione e avere conseguito il titolo di studio nell’anno scolastico 2020/2021 con una votazione che non sia inferiore agli 8/10 (6/10 per gli studenti affetti da invalidità civile o disabilità), nonché non avere accumulato un ritardo superiore a un anno nella propria carriera scolastica; inoltre occorre non avere goduto, per il medesimo anno scolastico, di altre borse di studio erogate dalle pubbliche amministrazioni, il cui valore sia superiore alla metà della borsa prevista dal bando Supermedia;
  • per poter ottenere il Bonus Studenti 2021 relativo al conseguimento della promozione alle classi successive nelle scuole superiori, occorrerà avere ottenuto la promozione nell’anno scolastico 2020/2021 con una media delle votazioni dei singoli insegnamenti del proprio piano di studi che non sia inferiore agli 8/10 (6/10 per gli studenti affetti da invalidità civile o disabilità), nonché non avere accumulato un ritardo superiore a un anno nella propria carriera scolastica; inoltre occorre non avere goduto, per il medesimo anno scolastico, di altre borse di studio erogate dalle pubbliche amministrazioni, il cui valore sia superiore alla metà della borsa prevista dal bando Supermedia;
  • per poter ottenere il Bonus Studenti 2021 relativo al conseguimento del titolo di studio delle scuole superiori, occorrerà avere ottenuto la promozione e avere conseguito il titolo di studio nell’anno scolastico 2020/2021 con una votazione che non sia inferiore agli 80/100 (60/100 per gli studenti affetti da invalidità civile o disabilità), nonché non avere accumulato un ritardo superiore a un anno nella propria carriera scolastica; inoltre occorre non avere goduto, per il medesimo anno scolastico, di altre borse di studio erogate dalle pubbliche amministrazioni, il cui valore sia superiore alla metà della borsa prevista dal bando Supermedia.

Come inoltrare la domanda per ottenere il Bonus Studenti 2021?

Per poter procedere all’inoltro della propria domanda per ottenere il Bonus Studenti 2021, è innanzitutto necessario procedere all’iscrizione (se non lo si è già fatto) presso la banca dati INPS. Se, infatti, l’Istituto è in linea di massima a conoscenza delle generalità di coloro che hanno diritto alla partecipazione al bando Supermedia, è altrettanto vero che potrebbero esservi soggetti non presenti nella banca dati. Motivo per il quale è prima di tutto necessario verificare che il proprio nominativo sia effettivamente presente all’interno di essa.

Per far ciò occorre compilare il modulo AS150 e successivamente inoltrarlo in via telematica o recandosi presso gli uffici della sede provinciale dell’INPS.

Fatto ciò, occorrerà recarsi sul portale INPS e procedere all’inoltro della domanda di iscrizione al bando Supermedia. Per farlo, è necessario accedere al servizio denominato “Borse di studio per scuola di primo e secondo grado” tramite le credenziali di accesso al portale (SPID, pin INPS, Carta d’Identità Elettronica, Carta Nazionale dei Servizi).

A questo punto sarà sufficiente cliccare sul pulsante “Inserisci la propria domanda” e compilare il relativo modulo. In quest’ultimo, se le generalità del soggetto sono correttamente presenti nella banca dati, dovrebbero già essere presenti i dati anagrafici. Ciò che sarà necessario inserire saranno i recapiti del soggetto richiedente (sia il numero di telefono che un indirizzo di posta elettronica) e i voti conseguiti dall’alunno.

In particolare, per coloro che concorrono per il Bonus Studenti 2021 dedicato al conseguimento del titolo di studio, sarà sufficiente inserire la votazione con la quale si è effettivamente ottenuto il superamento dell’esame finale. Viceversa, per coloro i quali concorrono per l’ottenimento della borsa di studio dedicata al superamento alla classe successiva, occorrerà riportare tutti i voti espressi sulla pagella finale formulata a seguito degli scrutini effettuati nel mese di giugno. Oltre ai voti delle singole materie di insegnamento (escluso il voto di religione per gli studenti frequentanti) è necessario inserire anche il voto di condotta.

Qualora qualcuno di questi voti sia espresso non in forma numerica ma in forma di giudizio (es. Discreto, Ottimo, Buono, Distinto, etc.) questo andrà riconvertito per poter essere trascritto in cifre.

All’interno del modulo da compilare sarà inoltre necessario trascrivere il codice IBAN sul quale verrà eventualmente corrisposto il Bonus Studenti 2021.

Importante: la domanda è da inoltrarsi a partire dal 21 settembre 2021 e non oltre le 12.00 di giovedì 14 ottobre 2021!

Bonus Studenti 2021: ISEE e graduatorie

Per la redazione delle graduatorie finalizzate a decretare i beneficiari del Bonus Studenti 2021, oltre al rendimento scolastico, verrà considerato anche l’indice ISEE del nucleo familiare. Occorrerà pertanto inoltrare, oltre alla domanda, anche l’attestazione che certifichi il valore dell’ISEE.

Questo valore aggiunge un punteggio inversamente proporzionale all’importo. Vale a dire che quanto più inferiore sarà l’indice ISEE tanto più alto sarà il punteggio che verrà aggiunto risultato finale. Ad esempio, per quanto riguarda gli studenti figli di dipendenti pubblici iscritti alla gestione assistenza magistrale verranno aggiunti 20 punti per un ISEE inferiore agli 8 mila euro, 18 punti per un ISEE tra gli 8 mila e i 16 mila euro e così via.