È in arrivo un nuovo bando dell’Inps, pensato appositamente per gli studenti. Si tratta di ben 9800 Borse di studio Supermedia 2021, per gli studenti delle scuole secondarie di 1° e 2° grado.

Si tratta di bonus riconfermato anche quest’anno: lo ha comunicato l’Inps, lo scorso 8 settembre 2021. Quando ci si potrà candidare? Le domande si apriranno a partire dalle ore 12:00 del 21 settembre 2021 e si chiuderanno alle 12:00 del 14 ottobre 2021.

In questo articolo analizziamo questo bonus, a chi spetta, quali sono i requisiti necessari per potersi candidare e come si presenta la domanda di partecipazione.

Bonus Supermedia 2021: in cosa consiste?

Ovviamente, trattandosi di un Bonus che prevede Borse di studio, gli interessati al bando sono gli studenti. Non tutti, però, avranno la possibilità di candidarsi perché, per poterlo fare, è necessario possedere alcuni specifici requisiti.

Ma analizziamo prima di tutto in cosa consiste il Bonus. Si tratta, appunto, un Bando per l’attribuzione di borse di studio, in favore degli studenti delle scuole secondarie sia di primo che di secondo grado, in riferimento ai risultati scolastici conseguiti lo scorso anno 2020/2021. Ma chi sono i particolari beneficiari di questa misura?

Come specificato sul bando pubblicato dall’Inps, l’incentivo si rivolge:

  • Ai figli dei dipendenti assunti nella Pubblica Amministrazione; 
  • Ai figli degli ex dipendenti della Pubblica Amministrazione, adesso pensionati;
  • Ai figli dei dipendenti delle Poste Italiane;
  • Agli orfani dei dipendenti della Pubblica Amministrazione.

Tutti coloro che intendono partecipare al bando in oggetto devono risultare iscritti ad una delle gestioni di seguito elencate:

  • Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • Gestione assistenza magistrale;
  • Gestione ex-Ipost.

Sul sito informativo ticonsiglio.com si legge che:

“I titolari del diritto possono richiedere la prestazione purché genitori dei destinatari della borsa di studio. Possono agire da richiedenti anche gli stessi beneficiari, se maggiorenni, il coniuge del titolare (in caso questo sia deceduto o decaduto dalla responsabilità genitoriale), l’altro genitore o tutori del figlio e/o orfano del titolare”.

Bonus Supermedia: quali sono i requisiti per poter partecipare al bando di concorso?

Analizziamo, adesso, più nello specifico quali sono i requisiti previsti per poter partecipare al bando per l’assegnazione delle Borse delle studio previste dal Bonus Supermedia 2021

Bisogna fare alcune differenze in relazione al grado di studio di appartenenza. 

Iniziamo dal primo grado. Gli studenti, che potranno partecipare per l’assegnazione della Borsa di studio, che verrà assegnata al termine della scuola secondaria di 1° grado, dovranno aver riportato una votazione, di conseguimento del titolo, di almeno 8/10. Se il partecipante è uno studente affetto da invalidità del 100%, la votazione deve essere di almeno 6/10.

Per quanto riguarda, invece, le borse di studio previste per i primi 4 anni delle scuole secondarie di 2° grado, potranno partecipare gli studenti che hanno riportato una votazione di fine anno di almeno 8/10. Anche in questo caso, in caso di partecipazione di uno studente con invalidità del 100%, la votazione prevista deve essere di almeno 6/10.

Per ultimo caso, analizziamo le borse di studio previste per gli studenti che hanno conseguito il diploma. Per poter partecipare al bando di concorso devono aver riportato una votazione pari ad 80/100. Invece, per gli studenti con invalidità al 100%, la votazione prevista scende ad almeno 60/100.

Inoltre, gli studenti partecipanti al bando, si legge sul bando pubblicato dall’Inps, devono:

“non essere in ritardo nella carriera scolastica per più di un anno”.

I requisiti previsti non finiscono qua: gli studenti interessati al presente bando di concorso non devono usufruire, per l’anno scolastico di riferimento, di altri incentivi di qualsiasi tipo che abbiano un valore superiore al 50% rispetto all’importo previsto dal Bonus Supermedia.

Infine, sono ammessi alla partecipazione anche gli studenti iscritti alle scuole equiparate alle secondarie di 2° grado oppure ai conservatori e agli altri corsi di formazione professionale, ma di durata non inferiore a 6 mesi.

Bonus Supermedia: a quanto ammontano le Borse di studio?

Analizzato chi sono i partecipanti ammessi al bando di concorso e quali sono i requisiti previsti, è il momento di andare a dare un'occhiata a quanto ammontano gli importi delle Borse di studio previste dal Bando Supermedia 2021

Iniziamo con il dire che il numero di Borse di studio messe a disposizione ammontano ad un totale di 9800, suddivise in base al fondo di Gestione di appartenenza dei richiedenti.

Analizziamole tutte dettagliatamente:

  • Sono previste 1100 borse di studio per i richiedenti iscritti alla Gestione unitaria. Il valore della borsa di studio, in questo caso, ammonta a 750 euro ciascuna. L’anno frequentato è l’ultimo della scuola secondaria di 1° grado, con il conseguimento del titolo;
  • Sono previste 800 borse di studio per i richiedenti iscritti alla Gestione assistenza magistrale. Anche in questo caso, il valore di ciascuna borsa è di 750 euro e si riferisce, così come la precedente all’ultimo anno della scuola secondaria di 1° grado;
  • Sono previste 3600 borse di studio per i richiedenti iscritti alla Gestione unitaria. Ciascuna borsa ha valore di 800 euro e possono richiederla per gli studenti dei primi 4 anni della scuola secondaria di 2° grado;
  • Sono previste 1800 borse di studio per i richiedenti iscritti alla Gestione assistenza magistrale. Le borse di studio hanno un valore pari a 800 euro ciascuna e sono, anche queste, dedicate agli studenti dei primi 4 anni della scuola secondaria di 2° grado;
  • Sono previste 1700 borse di studio per i richiedenti iscritti alla Gestione unitaria. Ciascuna borsa ha un valore ciascuna di 1300 euro e sono destinate agli studenti del quinto anno della scuola superiore;
  • Sono previste 700 borse di studio per i richiedenti iscritti alla Gestione assistenza magistrale. Ogni borsa ha un valore di 1300 euro e sono dedicate agli studenti del 5° anno delle scuole superiori;
  • Infine, altre 100 borse per i richiedenti iscritti alla Gestione ex-Ipost. Le borse hanno un valore di 1300 euro ciascuna e anche queste sono dedicate agli studenti del quinto anno delle scuole superiori.

Borse di studio Supermedia: come si procede alla presentazione della domanda?

Si ricorda che le domande di partecipazione al concorso si potranno presentare da martedì 21 settembre, fino a giovedì 14 ottobre 2021.

I richiedenti, interessati alle borse di studio, dovranno risultare iscritti alla Banca dati dell’Inps. E se non si è iscritti? È necessario solamente compilare l’apposito modello AS150 e consegnarlo alla sede Inps territorialmente compente.

È possibile anche inviare il modello tramite Pec, e-mail, tramite fax o per mezzo di raccomandata A/5. Alla e-mail bisognerà allegare anche il proprio documento di riconoscimento.

Sul bando si legge che:

“Indirizzi, numeri di fax, caselle di posta elettronica non certificata cui inviare i predetti moduli sono reperibili sul sito www.inps.it nella sezione “Contatti” / “Sedi INPS””.

Per poter partecipare al bando e inviare la domanda è necessario essere in possesso delle credenziali Spid, Cie, Cns oppure il Pin Inps (si ricorda, in questo caso, che è utilizzabile fino alla fine di settembre).

Tuttavia, prima di presentare la domanda è necessario essere in possesso dell’Indicatore Isee. A cosa serve? L’Isee serve semplicemente per determinare il punteggio da assegnare nelle graduatorie. Il punteggio verrà assegnato in base sia all’Isee sia alla media dei voti conseguiti dallo studente.

Le domande devono essere trasmesse telematicamente sul sito dell’Inps. Nella domanda di partecipazione bisogna inserire anche i numeri di telefono e gli indirizzi e-mail, per far sì che l’Inps possa comunicare più agevolmente con i richiedenti.

Inoltre, nella domanda il richiedente dovrà riportare tutti i voti scolastici conseguiti, compreso quello di condotta ed educazione motoria. Non servirà inserire il voto di religione.

Attenzione: se i voti di condotta e di educazione motoria sono stati scritti come giudizio, bisognerà riportarlo nella domanda sotto forma di voto numerico. Come fare? Basta seguire la conversione seguente:

  • Ottimo = 10;
  • Distinto = 9;
  • Buono = 8;
  • Discreto = 7;
  • Sufficiente = 6;
  • Insufficiente = 5.

Se non si dovessero riportare i voti, o anche uno di essi, il richiedente verrà automaticamente escluso dalla procedura concorsuale. 

Infine, nella domanda dovrà essere indicato anche il codice Iban sul quale verrà effettuato il bonifico. Sono esclusi i Libretti postali.

Si ricorda che se si dovessero presentare problemi nell’invio delle domande è possibile inoltrarle contattando il servizio di Contact Center, telefonando al numero 803164 (gratuito da telefono fisso) oppure al numero 06164164 (a pagamento da cellulare).

Borse di studio Supermedia: ricezione domande e graduatoria

Una volta inviata la domanda di partecipazione al bando di concorso, l’Inps provvederà a trasmettere una conferma dell’avvenuta ricezione, alla e-mail indicata nel modello. All’istanza verrà assegnato un numero di protocollo e, quindi, non sarà più possibile modificarla.

Per chi volesse modificarla, dovrà inviare una nuova domanda che andrà a sostituire quella inviata precedentemente.

Sul bando dell’Inps si legge che:

“Non è consentito presentare due domande in favore del medesimo studente beneficiario, anche nel caso in cui i richiedenti e/o titolari del diritto siano genitori che appartenenti a gestioni diverse”.

Per conoscere i vari punteggi attribuiti per la determinazione del posto nelle graduatorie, si consiglia di leggere il Bando del concorso al seguente link.

Le graduatorie saranno pubblicate sul sito inps.it, nell’area del bando di concorso, entro il 26 novembre 2021. Inoltre, l’Inps comunicherà l’esito tramite un sms o una e-mail.

Ovviamente, l’Inps provvederà ad eseguire tutti i controlli previsti per verificare i dati trasmessi dai partecipamenti. In caso di dati non veritieri, ai richiedenti saranno applicate le sanzioni previste dalla legge.