Bonus Terme 2022: fai subito domanda! Fino a 200 euro di sconto

Il bonus Terme 2022 è stato riconfermato anche per quest'anno, e bisognerà fare di nuovo domanda all'Invitalia per avere accesso ai 200 euro di sconto per l'accesso ai servizi termali. Occhio però alla nuova scadenza!

Image

Bonus Terme 2022 prorogato ancora una volta!

Eravamo rimasti fino a poco tempo fa con la proroga fino al 31 marzo 2022, e invece Invitalia ha confermato di recente una nuova scadenza per questo bonus da 200 euro per i servizi termali.

Si avrà modo di utilizzare il voucher digitale fino al 30 giugno 2022, a patto di non aver già usufruito precedentemente del voucher nella prima fase, cioè quella tra l'8 novembre 2021 e l'8 gennaio 2022.

Infatti in questo caso la domanda per richiederlo cambia radicalmente, e si dovrà provvedere il prima possibile per evitare di perdere questo voucher.

Fortunatamente le condizioni e i requisiti per l'accesso sono rimaste uguali a quelle dell'anno precedente, in particolare la non obbligatorietà della presentazione dell'attestazione ISEE.

Per saperne di più ti suggerisco il video di Come Faccio A, disponibile su Youtube e sul suo canale.

A questo si aggiunge anche le ultime novità in fatto di accessi e pernottamenti presso gli stabilimenti termali dal 1 aprile 2022, quando sarà ormai scaduto lo stato d'emergenza.

In questo articolo faremo il punto della situazione, e vedremo come fare per richiedere il bonus.

Come si richiede il bonus Terme 2022?

Il bonus Terme 2022 è un voucher di 200 euro disposto dal Governo Draghi grazie al decreto Agosto 2021. Per poterlo avere, è necessario aver provveduto già dall'8-9 novembre 2021 a far domanda presso il sito ufficiale gestito da Invitalia.

Si parla di 8 e 9 novembre perché a causa delle altissime richieste il servizio è andato in crash per diverse ore, per poi ripartire il giorno dopo. Già dopo quella data tutti i voucher finanziati col fondo da 53 milioni di euro sono stati rilasciati. Praticamente un click-day in piena regola.

Pertanto questa opportunità è disponibile per chi non ha provveduto ancora a sfruttare il bonus dopo l'8 gennaio 2022. Quest'ultima data è quella di riferimento secondo quanto previsto dal decreto attuativo, che obbligava la consumazione del voucher entro 60 giorni dal rilascio dell'attestato di prenotazione.

Pertanto, dopo quella data, tutti i voucher non utilizzati sarebbero diventati nulli. Ma questo avrebbe significato annullare oltre il 50% dei buoni emessi, visto che da tempo il presidente di Federterme, Massimo Caputi, aveva denunciato il rischio di veder bruciati milioni di euro di voucher a causa di questa scadenza.

Per fortuna il Governo Draghi ha accolto la richiesta, e con l'articolo 6 del Decreto sostegni Ter, è stata allungata ulteriormente la proroga fino al 30 giugno 2022.

Come accreditarsi per il bonus Terme 2022?

Per accreditarsi con il bonus Terme 2022 bisogna aver già provveduto a far domanda presso il sito di Invitalia.

Va detto che questo bonus è valido solo per tutti gli stabilimenti termali o di acque minerali curative che permettano servizi relativi a beauty&wellness, cioè servizi per la cura e la bellezza della persona.

Inoltre l'accredito per il bonus sarà possibile solo per gli stabilimenti che hanno provveduto a registrarsi nella piattaforma Invitalia tra il 28 ottobre e l'8 novembre 2021.

Questi stabilimenti non dovranno essere già a carico del SSN, Servizio Sanitario Nazionale, di altri enti pubblici o oggetto di altri benefici. Si potrà richiedere se come stabilimento cumuli il bonus con altre detrazioni fiscali riconosciute sui costi non coperti.

Anche perché come bonus nasce per sostenere il settore turistico e termale, dal momento che, causa Covid e crisi economica, quasi tutta la filiera turistico-alberghiera ha subìto un tracollo quasi mortale a livello di profitti. Basti pensare ai recenti eventi dovuti all'Omicron per il settore dell'intrattenimento notturno (discoteche, night club...), rimasti chiusi durante le feste natalizie.

Per questo il bonus riguarda pressoché tutti gli stabilimenti privati, e non pubblici o convenzionati: proprio per garantire una ripartenza decisa per la filiera.

Dove si fa la domanda per bonus Terme 2022?

Come beneficiario potrai fare domanda per il bonus Terme 2022 direttamente sul sito di Invitalia, ma teoricamente non avresti più modo per richiederlo.

Come detto in precedenza, il servizio è stato disponibile fin quanto non è stato consumato tutto il fondo di 53 milioni di euro. Sono bastate 48 ore per vedere oltre 265.000 voucher assegnati.

Nel caso in cui tu disponga ancora dell'attestazione rilasciata dal sito Invitalia, anche se doveva essere consumata entro l'8-9 gennaio 2022 potrai ancora utilizzarlo per lo stabilimento che hai selezionato.

Per avere questo attestato dovrai far domanda di prenotazione presso uno degli stabilimenti termali accreditati, o disponibili nella lista MISE. Se lo stabilimento è ancora disponibile alla ricezione del bonus, potrai presentarti lì e provvedere alla consumazione del servizio termale a te spettante.

Una volta consumato il servizio, potrai presentare il voucher digitale e farti scalare dalla spesa complessiva lo sconto del bonus. Se ti mantieni intorno ai 200 euro di spesa, praticamente sarà come aver soggiornato gratis!

Anche se bisognerà fare sempre attenzione non solo alla scadenza, ma anche ai servizi che puoi richiedere.

Quando scade la domanda per il bonus Terme 2022?

Per poter utilizzare il bonus Terme 2022 avrai tempo fino al 30 giugno 2022, grazie alla proroga prevista dall'articolo 6 del Decreto Sostegni Ter, mentre per fare domanda per ottenere il voucher da 200 euro purtroppo non sarà più possibile.

Dopo il 9 novembre il fondo di 53 milioni di euro è stato esaurito, e il Governo ha provveduto esclusivamente a rinnovare la scadenza, ma non il finanziamento. Pertanto non ci saranno nuovi voucher, ma soltanto la possibilità di utilizzarlo entro e non oltre fine giugno.

Ma dobbiamo precisare un piccolo punto in merito alla scadenza. Se tu cominci a fruire dei servizi entro il 30 giugno 2022, come segnala informazionefiscale.it, avrai tempo fino a 45 giorni dopo per terminare tutte le prestazioni.

A questo si aggiunge anche il fatto che questo voucher non copre tutte le possibili spese in cui puoi incorrere presso uno stabilimento termale, come ad esempio il soggiorno alberghiero o la ristorazione. Questi ultimi non sono contemplati nel voucher, e dovrai pagarli personalmente, senza poter richiedere alcuno sconto.

I servizi disponibili col voucher vanno dai servizi per massaggi fino ai pacchetti relax, così come l'accesso alle piscine termali o alle saune. Si aggiungono inoltre eventuali trattamenti sanitari termali, così come esami diagnostici e visite specialistiche, purché presso stabilimenti privati.

In pratica tutto quello che distingue uno stabilimento termale da altre strutture ricettive.

Bonus Terme 2022: dal 1 aprile cambia tutto! Ecco come funzionerà

All'inizio avevamo accennato al cambio che si avrà dal 1 aprile 2022, cioè quando avremo lasciato alle nostre spalle tutto ciò che riguarda l'emergenza sanitaria.

Infatti dopo il 31 marzo lo stato di emergenza sarà scaduto, e si potrà evitare di usare la mascherina nei locali all'aperto, mentre rimarrà in vigore l'obbligo per accedere a tutti i locali al chiuso. Come data di scadenza è attualmente previsto il 30 aprile 2022.

Non ci sarà più inoltre l'obbligo della Certificazione Verde per accedere alle strutture private o pubbliche, tranne che per treni, aerei, stadi e concerti all'aperto, mentre nel caso dei lavoratori sarà obbligatorio almeno il Green Pass base per accedere alle proprie postazioni di lavoro fino a giugno 2022.

Per i servizi termali quindi si dovrà ancora utilizzare la mascherina per accedere agli ambienti al chiuso, ma non sarà più necessario il Green Pass, né rafforzato né base.