Bonus Terme 2022 ancora una volta sotto i riflettori. Arriva la nuova proroga al 30 giugno nella conversione in legge del Decreto Sostegni Ter.

Dopo la precedenza scadenza del voucher, inizialmente fissata al 31 marzo, il Governo Draghi cambia le carte in tavola: il termine di utilizzo viene posticipato al 30 giugno 2022.

L’ultima novità sulla nuova proroga del Bonus terme emerge dal pacchetto degli emendamenti presentati al Decreto Sostegni Ter, anche se per averne l’ufficialità occorre attendere la definitiva approvazione del provvedimento prevista per il 28 marzo 2022.

Tuttavia, si ha già la certezza sul suo funzionamento. La nuova proroga non permetterà la presentazione di altre domande per ottenere il riconoscimento del Bonus Terme 2022, ma si applicherà soltanto a chi ha già avanzato richiesta per ottenerne il riconoscimento.

Nessuna variazione si registra per gli importi.

Il voucher previsto per il Bonus terme permetterà di ottenere uno sconto pari al 100% del prezzo di listino dei servizi e pacchetti termali che si desiderano acquistare, senza oltrepassare la soglia di 200 euro.

Ma vediamo subito quali sono le novità del Governo Draghi sullo slittamento della proroga del Bonus Terme al 30 giugno 2022 e gli eventuali ritocchi apportati al contributo per mano del Decreto Sostegni Ter.

Per il momento, vi lasciamo alla visione di un interessante video YouTube di Mondo Pensioni contenente gli ultimi aggiornamenti sul sussidio.


Bonus Terme 2022, 200 euro di voucher: in cosa consiste?

Prima ancora di spostare l’attenzione sulle novità riguardanti la proroga del Bonus terme 2022, possibile grazie ad un emendamento al Decreto Sostegni Ter, è necessario fare qualche passo indietro nel tempo per capire in cosa consiste.

Il Bonus Terme si concretizza in voucher fino a 200 euro utile all’acquisto dei servizi termali, erogato sotto forma di sconto in fattura ai beneficiari.

La misura introdotta dal Governo Draghi il 9 novembre 2021 inizialmente prevedeva la possibilità di utilizzare il voucher da 200 euro entro e non oltre l’8 gennaio 2022.

Per meglio intenderci, tutti i beneficiari del Bonus Terme 2022 potevano usufruire del voucher e del relativo sconto recandosi presso un centro termale entro la prima settimana dell’anno.

Bonus Terme 2022: a chi spetta? Ecco i motivi della prima proroga al 31 marzo

Ma chi sono i beneficiari del Bonus Terme 2022? Come anticipato nel paragrafo precedente, il Bonus spetta a coloro che hanno presentato domanda per ottenere il riconoscimento del voucher da 200 euro lo scorso anno.

I cittadini interessati al Bonus Terme potevano prenotare il voucher di sconto solo ed esclusivamente in uno dei centri accreditati inclusi nella lista MISE ed INVITALIA.

Sfortunatamente, a causa dell’impennata dei contagi dovuti alla variante Omicron e alla situazione emergenziale non ancora placata, molti Bonus Terme sono rimasti inutilizzati trascorsa la prima data di scadenza fissata dal Governo Draghi, quella dell’8 gennaio 2022.

Ciò spiega come mai l’Esecutivo abbia deciso di concedere una proroga nell’utilizzo del contributo, valevole fino al 31 marzo 2022, messa nero su bianco nel Decreti Sostegni Ter.

Per essere più chiari, i Bonus Terme fino a 200 euro già prenotati possono essere utilizzati entro e non oltre la fine del mese in corso.

Bonus Terme, proroga al 30 giugno 2022 dal Governo Draghi: ecco la novità del Decreto Sostegni Ter

Considerate le regole inserire nel decreto attuativo, il Bonus Terme da 200 euro introdotto dal decreto di agosto poteva essere utilizzato da chi ne aveva fatto richiesta entro 60 giorni, a decorrere dalla prenotazione fatta presso il centro termale preferito, ovviamente menzionato nell’elenco reso pubblico dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Poiché circa la metà dei Bonus Terme rilasciati correvano il rischio di rimanere inutilizzati a causa dell’andamento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 sul territorio italiano, il Governo Draghi ha valutato la proroga al 31 marzo 2022 dei voucher non utilizzati prima dell’8 gennaio scorso.

Arrivata la conversione in legge del Decreto Sostegni Ter, spunta un emendamento con il quale viene proposta un’ulteriore proroga dell’uso dei voucher al 30 giugno 2022.

Ricordiamo che l’allungamento del periodo in cui si potrà beneficiare del Bonus Terme 2022 è solo una proposta ancora in fase di valutazione.

Per avere certezza sull’effettività della proroga del Bonus Terme 2022 bisognerà attendere l’ok definitivo al testo previsto entro il 28 marzo.

Bonus Terme 2022, proroga 30 giugno ma non per tutti. Ecco chi sono gli esclusi

Anche se la proroga del Bonus Terme 2022 probabilmente arriverà in sede di approvazione del provvedimento, c’è da dire che non tutti potranno usufruire del prolungamento dei tempi di utilizzo del voucher di sconto da 200 euro.

La precisazione è d’obbligo per evitare di cadere in errore. La proroga del Bonus Terme, infatti, riguarda esclusivamente coloro che hanno già prenotato il voucher di 200 euro, non la presentazione di nuove domande per ottenere il riconoscimento del contributo.

Per essere più chiari, la proroga ha per oggetto solo l’uso del buono sconto e non offre ai ritardatari la chance di richiedere un nuovo Bonus Terme 2022 entro il 30 giugno.

Insomma, chi non ha prenotato lo sconto termale di 200 euro messo a disposizione dal Governo Draghi lo scorso anno è escluso dalla sua fruizione.

Le ultime modifiche al contributo, infatti, non hanno previsto un nuovo stanziamento di fondi. Da quando è stata aperta la finestra temporale per le domande, i 53 milioni di euro stanziati dall’Esecutivo a copertura del Bonus Terme 2022 sono andati distribuiti in circa 48 ore.

Chi si è dimostrato più veloce ha potuto individuare un centro termale incluso nella lista MISE ed INVITALIA riguardante proprio gli stabilimenti accreditati al Bonus Terme.

Dopo l’ottenimento del voucher è scattata la prenotazione al centro prescelto confermata dalla ricevuta di buon esito dell’operazione consegnata al beneficiario del Bonus Terme 2022.

Riassumendo, gli stessi stabilimenti hanno inserito le informazioni relative alla richiesta dell’utente nella piattaforma del Bonus Terme messa a punto dal MISE, ottenendo lo sconto da applicare sui servizi termali scelti dal beneficiario inizialmente entro 60 giorni dalla richiesta (la prima proroga ha fatto slittare la scadenza al 31 marzo) e con gli ultimi aggiornamenti al 30 giugno 2022.

Bonus terme 2022, proroga 30 giugno 2022: come utilizzare lo sconto di 200 euro? Ecco cosa cambia

Qualora la proroga del Bonus Terme 2022 venisse accolta nessun cambiamento si avrebbe nell’utilizzo dello sconto di 200 euro. Fortunatamente, le regole rimangono invariate.

Il Bonus 2022 coprirà qualsiasi tipo di servizio erogato dal centro termale accreditato, fatta eccezione per quelli riferiti alla ristorazione e all’ospitalità.

La data del 30 giugno 2022, su cui si attende la conferma definitiva con l’approvazione della legge di conversione del Decreto Sostegni Ter, rappresenta il termine ultimo per in avvalersi dei servizi.

Le prestazioni, invece, si possono concludere anche dopo 45 giorni.

Bonus Terme 2022: quali spese sono coperte

Per quanto concerne i servizi coperti, invece, il Bonus Terme 2022 permette l’accesso a trattamenti di bellezza, estetici e termali, ma anche ad esami specialistici e diagnostici.

Al contrario, sono esclusi i servizi termali a carico del SSN (Servizio Sanitario Nazionale), di altri enti pubblici o aventi ad oggetti altri benefici.

Oltre ad essere cumulabile con altre detrazioni fiscali, si potrà utilizzare il Bonus Terme 2022 esclusivamente presso il centro termale prenotato.

Il voucher da 200 euro è individuale, quindi, non potrà essere ceduto a terzi a titolo gratuito o dietro il pagamento di una somma di denaro.