Dopo un lungo periodo di attesa, sono arrivate le indicazioni di Invitalia riguardo la modalità di erogazione del bonus terme, un’iniziativa in grado risollevare le realtà dedicate al benessere e alla cura della persona.

Finalmente, la piattaforma dedicata alle prenotazioni verrà aperta e si potrà scegliere la struttura termale aderente, abbinando allo sconto goloso il tipo di trattamento desiderato.

Non vi sarà alcun click day bensì due date importanti da scrivere nel calendario.

Andiamo a scoprirle insieme!

Come funziona il bonus terme e chi può averlo: 

La notizia è ufficiale e in tantissimi ne sono entusiasti!

Milioni di italiani che aspettavano di poter usufruire del bonus terme, ora potranno richiederlo e godere del beneficio sul tipo di trattamento scelto.

Un’iniziativa interamente pensata per sostenere le attività che operano per garantire relax e benessere della persona ma anche per dare una spinta al turismo termale.

L’agevolazione, che consiste in uno sconto del 100% sul prezzo di acquisto del servizio desiderato, può essere richiesta da tutti.

La platea di beneficiari è fra le più ampie proprio perché è sufficiente essere cittadino maggiorenne residente in Italia, senza alcun limite di Isee né vincolo relativo alla composizione del nucleo familiare.

Tale sconto può essere utilizzato solo nei centri termali aderenti all’iniziativa, il cui elenco può essere visionato direttamente nel sito di Invitalia.

Non può essere scambiato per un corrispettivo in denaro né essere ceduto a terzi, tantomeno può costituire reddito imponibile per chi lo riceve.

Può essere utilizzato solo ed esclusivamente per prenotare un servizio termale che non sia già:

  • a carico del Servizio Sanitario Nazionale
  • a carico di altri enti pubblici simili

La copertura è valida fino ad un importo massimo di 200,00 euro.

Ciò significa che, qualora il servizio venga a costare più dello sconto, sarà il beneficiario a farsi carico di quello che eccede.

Il video di Unisalute spiega quali benefici apportino le acque termali e come possano migliorare la salute:

Mentre, l'articolo di Francesca Ciani ci delucida sull'obbligo del Green pass anche in questo ambito e a chi non viene applicato.

Bonus terme: come e dove richiederlo

Come avrete capito dall’introduzione e dal primo paragrafo, ad occuparsi della gestione e dell’attivazione della piattaforma per il bonus terme é Invitalia, società facente parte del Ministero dello Sviluppo Economico.

Tentua ad organizzare e realizzare l’iniziativa, ha il compito di redigere l’elenco delle strutture termali aderenti.

Quest’ultime dovranno essere iscritte al Registro delle Imprese e sottostare alla voce di riferimento indicata: “settore termale e delle acque minerali curative” con codice Ateco 09.06.04.

Un dettaglio molto importante, in quanto, al momento della richiesta del rimborso del buono ad Invitalia, queste dovranno essere in regola con tutti i requisiti.

Il bonus terme verrà disposto in ordine cronologico di prenotazione e dovrà essere utilizzato entro 60 giorni dalla ricezione del documento che ne conferma l’attivazione.

Questo documento dovrà essere redatto dalla struttura termale stessa che provvederà a richiedere lo sconto in base a quanto espresso dal cliente e a rilasciargli una volta compeltata la procedura. 

Tutto questo iter è fondamentale per beneficiare del bonus terme e fa supporre che non vi sia alcun click day in arrivo che riservi un’intera giornata alle prenotazione.

Spiega investireoggi.it:

“il cittadino interessato dovrà prenotare i servizi termali presso l’istituto termale accreditato di sua scelta e non direttamente dalla piattaforma messa a disposizione del ministero.”

La prenotazione, dunque, sarà indiretta e completamente a carico del cittadino che non si affiderà alla piattaforma disposta dal ministero, quanto più a contattare la struttura termale stessa.

Bonus terme: le nuove date ufficiali

Sin da quando il bonus terme ha fatto capolino tra le misure di sostegno del Governo di Mario Draghi, si sapeva che il plafond disponibile non fosse in grado di soddisfare l'enorme quantità di richieste.

Secondo un comunicato stampa recente, per sopperire a questo caos sono state stabilite due date per poter ottenere il bonus terme ed evitare il click day:

  • 28 ottobre, ore 12.00: attivazione della piattaforma in cui i centri termali potranno registrarsi
  • 8 novembre: i cittadini possono richiedere il beneficio agli istituti che compaiono nella lista degli aderenti all’iniziativa

L’erogazione del beneficio avverrà fino a che le risorse saranno disponibili, quindi fino ad esaurimento delle stesse.

Bisognerà affrettarsi per conquistare il beneficio prima degli altri e poter usufruire dei 200,00 euro che potrebbero regalare una giornata di relax... indimenticabile!