Finalmente, a partire dalla giornata di ieri, potrà essere richiesto il nuovissimo Bonus Tv. Si tratta di un bonus del valore di 100 euro che può essere richiesto e domandato da tutti, senza dover rispettare un tetto massimo ISEE, l’indicatore della situazione economica equivalente

Il bonus tv del valore di 100 euro potrà essere domandato da tutti i cittadini che decideranno di acquistare un nuovo televisore di ultima generazione, adatto a ricevere il nuovo segnale del digitale terrestre. 

Per ottenere il bonus, però, non occorrerà solo acquistare un televisore nuovo, ma anche rottamare il dispositivo TV di cui si è già in possesso. Proprio per questo, il bonus viene anche chiamato “bonus rottamazione tv”. 

Scopriamo ora nel dettaglio di cosa si tratta, come si può capire se il proprio televisore è adatto a ricevere il nuovo segnale e quando richiederlo.

Bonus Tv da 100 euro senza ISEE, cos’è?

Per osservare più nel dettaglio cos’è il nuovo Bonus per le vostre tv nuove e obsolete, occorre basarsi sulla definizione del MISE, il Ministero dello Sviluppo Economico. Secondo il MISE, infatti, questo nuovo sussidio per i televisori ha un duplice scopo:

  • agevolare l’acquisto di nuovi dispositivi TV
  • effettuare un corretto smaltimento dei dispositivi obsoleti e non compatibili coi nuovi standard.

I nuovi standard trasmissivi del digitale tv sono DVB-T2 HEVC Main1. Per tutte le informazioni a riguardo potrete premere questo link.

Nonostante le date del passaggio dal più ‘datato’ al nuovo digitale terrestre siano state prorogate e, pertanto, si avrà a disposizione più tempo per cambiare il proprio televisore e richiedere il bonus, ricordiamo che il Governo ha messo a disposizione solamente 250 milioni di euro per questa agevolazione. 

Un numero di risorse basso, considerando le stime effettuate dalla Fondazione Ugo Bordoni, secondo cui le persone che non sono ancora entrate in possesso di un dispositivo tv compatibile oscillano tra i 9 e i 10 milioni.

Scopriamo ora insieme come funziona questo nuovo bonus per la tv di 100 euro, chiamato anche bonus rottamazione o bonus 20%.

Ecco, nel frattempo, un video YouTube di Pensioni&Aggiornamenti proprio sul Bonus Tv

Il Bonus tv 2021 è partito ieri, ecco in cosa consiste

Se avete atteso fino ad ora l’arrivo del nuovo bonus per rottamare il vostro televisore e acquistarne uno nuovo, utilizzando lo sconto del 20% messo a disposizione dal Governo, ora vi diremo tutto quello che c’è da sapere per richiederlo subito.

Innanzitutto, il via libera per richiedere il bonus è stato dato ieri stesso, il 23 agosto 2021. Ricordiamo, infatti, che il decreto attuativo della nuova misura di sostegno per l’acquisto di un nuovo televisore è stata firmata lo scorso 7 luglio dal Ministro Giancarlo Giorgetti

Proprio da ieri 23 agosto 2021 le famiglie potranno avere uno sconto pari fino al 20%, fino a un massimo di 100 €, sull'acquisto del nuovo dispositivo tv che vorranno acquistare, compatibile con i nuovi standard di trasmissione DVB-T2.

Come dicevamo in precedenza, per richiedere questo nuovo bonus non occorre presentare un indicatore della situazione economica equivalente aggiornato, l’ISEE. L’unico requisito che deve essere rispettato per ottenere il 20% sul nuovo acquisto è la rottamazione del vecchio dispositivo.

Se, però, vogliamo essere più precisi, il vecchio dispositivo non dovrà essere recente, ma dovrà essere stato acquistato precedentemente il 22 dicembre 2018, per intenderci, prima dello standard trasmissivo HEVC MAIN 10.

Il Governo ha deciso di stanziare un tetto massimo di 250 milioni di euro per questa misura. Si tratta di un tesoretto di valore simile all'altra agevolazione per i televisori: il bonus decoder da 50 €. Se per il primo non occorre un'attestazione ISEE in corso di validità, per questa misura del valore di 50 €, sì.

I cittadini che vorranno richiedere il bonus per il decoder compatibile coi nuovi standard dovranno avere un indicatore della situazione economica equivalente di massimo 20.000 €. I due bonus, il bonus rottamazione tv e il bonus per il decoder, sono cumulabili fino ad un massimo di 130 €.

Ricordiamo, che per ottenere entrambi i bonus, o anche solamente uno dei due, occorrerà che il cittadino sia in regola con il pagamento del Canone tv, il Canone Rai. Qualora il cittadino che effettuerà un acquisto di un nuovo televisore richiedendo il bonus TV relativo al 2021 non sarà in regola con il pagamento del canone, il bonus non verrà corrisposto.

Vi ricordiamo che a breve il Canone Rai smetterà di essere addebitato in bolletta. Per saperne di più vi lascio questo articolo molto interessante: Canone Rai, STOP all'addebito in bolletta! Ecco cosa cambia.

Bonus Tv: come ricevere lo sconto del 20% sull’acquisto del nuovo televisore

Come dicevamo pocanzi, per poter richiedere il bonus TV, che non è altro che uno sconto pari al 20% sul nuovo acquisto, non dovrà essere rispettato alcun requisito di tipo reddituale, ISEE. Lo sconto fino a 100 € potrà essere richiesto e ottenuto da chiunque.

È bene sottolineare che le richieste per ottenere il bonus tv da 100 €, a seguito della rottamazione del proprio televisore, potranno essere inoltrate un'unica volta per nucleo familiare.

Ricordiamo nuovamente che, come stesso specifica il ministero dello sviluppo economico, il bonus per la rottamazione del proprio televisore pari al 20% dell'acquisto e fino a un massimo di 100 €potrà essere richiesto unicamente se il televisore che vorrete rottamare sarà stato acquistato in una data antecedente al 22 dicembre 2018.

Possiamo tranquillamente affermare che il bonus è rivolto unicamente alle famiglie che posseggono un televisore che non è compatibile con i nuovi sistemi di trasmissione. Se non sapete ancora se il vostro televisore è aggiornato o meno, vi basterà solamente accendere la TV e andare al canale 100 o 200 del vostro dispositivo.

Se riuscirete a vedere questi due canali vorrà dire che il vostro televisore è compatibile con i nuovi sistemi di trasmissione tv.

Infine, ricordiamo i due importantissimi requisiti per poter beneficiare del bonus:

  • Avere la residenza in Italia;
  • Pagare in modo regolare il Canone Rai.

Dal secondo punto sono esonerati tutti quegli anziani che hanno un'età superiore ai 75 anni, come del resto esplicita la stessa Agenzia delle Entrate

Quando e dove acquistare il nuovo bonus tv 100 euro

Come tutti bonus, anche il bonus per l'acquisto del nuovo televisore compatibile nuovi standard di programmazione ho una scadenza. Quella che il Governo ha scelto per questo sussidio è il 31 dicembre 2022.

In realtà, però, il bonus sarà disponibile solamente fino a esaurimento scorte. Infatti, come dicevamo poco fa, le risorse stanziate per questo sostegno sono solo 250 milioni di euro e, consiglio anche le figlie che dovranno aggiornare il proprio televisore ai nuovi standard sono quasi 10 milioni, quella stanziata pare una cifra irrisoria.

Ma dove si potrà acquistare il nuovo dispositivo tv? Occorrerà prestare attenzione al luogo in cui si effettuerà l'acquisto. Gli acquisti online, infatti, non sono validi per ottenere il bonus. Per ricevere lo sconto del 20% bisognerà recarsi fisicamente da uno tra i rivenditori autorizzati.

Servirà, poi, portare con sé il televisore da rottamare. Il rivenditore che avrete scelto, infine, dovrà essere registrato sulla piattaforma ufficiale del MISE, il ministero dello sviluppo economico. A differenza di questo bonus per la rottamazione, il bonus tv per l'acquisto del decoder potrà essere utilizzato anche online.

Bonus tv, compilare il modulo e inoltrare la richiesta: ecco come fare

Come già detto a partire da ieri è possibile fare la richiesta per ottenere il nuovo bonus tv da 100 €per cui non occorre, a differenza del bonus per il nuovo decoder da 50 €, avere un indicatore della situazione economica aggiornato ISEE.

Come si può ottenere il bonus? Per ottenere il 20% di sconto sul proprio acquisto basterà seguire una procedura semplice e veloce:

  • Scegliete il nuovo televisore che intendete acquistare
  • Verificate la disponibilità nel punto vendita dove volete recarvi
  • Verificate che il rivenditore sia autorizzato
  • Recatevi personalmente, assieme al vostro vecchio televisore che intendete smaltire, presso il punto vendita
  • Portate con voi anche il modulo per la richiesta del bonus per il nuovo televisore.

Non avete il modulo? Non vi preoccupate perché il ministero dello sviluppo economico l'ha pubblicato sul proprio sito e voi lo potrete trovare comodamente qui, premendo questo link.

Potrete anche scegliere di rottamare il vostro dispositivo ormai obsoleto presso un'isola ecologica. In questo caso dovrete avere la premura di conservare il certificato dello smaltimento e allegarlo al modulo di cui abbiamo parlato poc'anzi.

I rivenditori autorizzati potranno scegliere di applicare direttamente dire loro stessi lo sconto del 20% sull'acquisto effettuato dal cliente. In che modo? Il Governo ha pensato anche a questo e ha ideato un'applicazione proprio per questo.

In un secondo momento anche i rivenditori autorizzati potranno chiedere il credito d'imposta compilando il modello F24.

Quando partirà il nuovo sistema di programmazione?

Nonostante bonus tv sia già partito il vero e proprio cambiamento si avrà tra più di un anno. Il cambio di rotta dal vecchio al nuovo digitale terrestre è previsto, infatti, per il 1° gennaio 2023, data in cui dovremmo dare il benvenuto al nuovo sistema DVB-T2.

È bene sottolineare che già a partire dal 15 ottobre 2021 alcuni canali passeranno direttamente all'alta definizione senza attendere gennaio 2023, passando al sistema dvbt/mpeg4. Il cambiamento varierà da regione a regione pertanto vi consigliamo di prendere visione di tutte le informazioni direttamente sul sito del MISE.