Bonus tv 2021: quest’anno si aggiunge una nuova possibilità per le famiglie che devono cambiare la TV per l’adeguamento al nuovo sistema DVB-T2/HEVC Main 10 e che, forse perché non rientranti nei requisiti, non hanno potuto usufruire del bonus tv già disponibile dallo scorso anno.

Con la firma del decreto attuativo da parte del ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, oltre al bonus tv fino a 50 euro  già disponibile da dicembre 2019, sarà possibile approfittare anche del nuovo bonus rottamazione TV, stavolta aperto a tutti i cittadini, dal momento che non ci sarà necessità di dover rispettare requisiti legati al valore dell’ISEE

Proviamo dunque a fare chiarezza sui bonus tv 2021 messi a disposizione dal governo, secondo le linee guida fornite dal Mise (Ministero dello sviluppo economico) per capire come approfittare delle agevolazioni, scoprirne i requisiti e come farne richiesta. 

Soprattutto, vediamo quanto tempo c’è a disposizione per sfruttare le agevolazioni per l’acquisto di tv e decoder nel 2021 e come fare richiesta per ottenere gli sconti fino a 50 euro e fino a 100 euro

Bonus tv 2021: bonus tv e bonus rottamazione tv, gli incentivi del governo per cambiare tv

È già possibile dallo scorso anno approfittare di un bonus tv per tutte quelle famiglie che si trovano nella condizione di dover cambiare televisore, dal momento che questo non è compatibile con i nuovi standard trasmissivi. 

Per assicurarsi di poter continuare a vedere tutti i canali, anche dal 1° luglio 2022, quando l’attuale sistema di trasmissione verrà sostituito, i cittadini che possiedono un apparecchio acquistato prima del 22 dicembre 2018, dovranno necessariamente dotarsi di un nuovo televisore. 

Per facilitarli, il governo ha messo in campo due incentivi: un primo bonus tv, che già conosciamo e che è già usufruibile, fino a un massimo di 50 euro e un secondo bonus, denominato bonus rottamazione tv, che sarà disponibile a breve, fino a 100 euro. 

È proprio a quest’ultimo bonus che Manuel Agostini ha dedicato un video sul suo canale YouTube, dove è possibile trovare moltissime recensioni e tutorial di dispositivi Apple, Android, Windows e molto altro, in cui vengono definite le linee guida del nuovo incentivo del governo per dotarsi di un nuovo apparecchio televisivo risparmiando grazie ai vantaggi del bonus tv rottamazione

Probabilmente, il motivo dell’introduzione di un nuovo bonus tv è da ricercare nel “flop” della precedente agevolazione. Nonostante il passaggio al nuovo standard di trasmissione si avvicini sempre di più, non c’è stata alcuna corsa per accaparrarsi il primo bonus tv. 

Complice la pioggia di altri bonus nel periodo della pandemia e le limitazioni per avere accesso al bonus tv fino a 50 euro, il bonus tv non ha ricevuto particolare attenzione. Adesso, però, col nuovo bonus rottamazione tv, è possibile che la situazione cambi. 

Questo, soprattutto, considerando che per ottenere questa nuova agevolazione non sono previste soglie ISEE da non superare. 

Vediamo tutto nel dettaglio. 

Bonus tv 2021: come ottenere il bonus tv fino a 50 euro e tutti i requisiti

Per aiutare i cittadini nel passaggio ai nuovi standard trasmissivi che si completerà a giugno 2022, il governo ha varato un’agevolazione che permette alle famiglie di acquistare tv o decoder con uno sconto dal valore massimo di 50 euro. 

Insomma, chi sceglie di acquistare un nuovo apparecchio (o televisore o decoder) può beneficiare di uno sconto sul prezzo del prodotto acquistato da parte del venditore, fornendogli il modulo della domanda compilato e scaricabile sulla pagina dedicata al bonus tv del sito del Mise, assieme alla carta d’identità e al codice fiscale. 

In questo modulo, il richiedente il bonus autocertifica di possedere i requisiti richiesti per avere accesso al bonus. I dati del cliente verranno poi immessi dal venditore nel portale dell’Agenzia delle Entrate che eseguirà i dovuti controlli, sia sul corretto pagamento del canone Rai, sia sul valore ISEE.

Infatti, nel caso del bonus tv già disponibile da tempo, i requisiti si dimostrano essere alquanto restrittivi. Il bonus tv può infatti essere richiesto da: 

soggetti residenti in Italia con un valore ISEE che non superi i 20.000 euro e che facciano parte di un nucleo familiare in cui non siano presenti altri componenti che hanno richiesto il medesimo bonus. 

Dunque, il bonus tv può essere richiesto solo una volta e per un solo acquisto. Il requisito più restrittivo, come si può notare, rimane comunque la presenza di una soglia ISEE da non dover superare, ma che rappresenta la via di accesso per godere dell’agevolazione. L’ISEE a cui si fa riferimento è quello in corso di validità (quindi, per il 2021, l’ISEE 2021 con redditi riferiti ai due anni precedenti). 

In ogni caso, le famiglie che rientrano nella soglia ISEE dei 20.000 euro hanno la possibilità di fruire di uno sconto fino a 50 euro, il che significa che, in caso di acquisto di un prodotto dal prezzo minore, l’intero costo verrà coperto dal bonus tv.

Il bonus tv è valido anche per gli acquisti online. In merito a quest’ultimo punto, così come indicato nelle FAQ del Mise, si deve presentare domanda in base al modulo e seguire le indicazioni che vengono pubblicate, di volta in volta, dai venditori online che aderiscono alla procedura. 

Ma quali prodotti si possono acquistare con il bonus tv? È sempre bene controllare la lista del Mise che raccoglie i prodotti che è possibile acquistare con il bonus tv. 

Bonus tv 2021 senza ISEE: bastano solo 3 requisiti per ottenere la nuova agevolazione

Mercoledì 7 luglio, sul sito del Mise arriva la conferma dell’introduzione di un nuovo bonus tv per il 2021: parliamo del bonus rottamazione tv, un secondo incentivo per l’acquisto di televisori compatibili con i nuovi standard trasmissivi aperto a tutti i cittadini. 

A differenza del precedente bonus tv di cui abbiamo parlato nel precedente paragrafo, infatti, il bonus rottamazione tv è accessibile da parte di chiunque scelga di cambiare il televisore, dal momento che non c’è alcun limite ISEE da rispettare. 

Ovviamente, anche per il bonus rottamazione tv esistono dei requisiti minimi da possedere. In particolare: 

essere residenti in Italia; pagare regolarmente il canone Rai; rottamare un vecchio televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018. 

Riguardo ai requisiti richiesti, è bene evidenziare che l’incentivo rimane comunque accessibile anche da parte di cittadini di età pari o superiore ai 75 anni e che sono esonerati dal pagamento del canone Rai. 

Ma in cosa consiste il bonus rottamazione tv? La nuova agevolazione viene incontro a tutte le famiglie che, per adeguare i propri apparecchi, scelgono di rottamare la vecchia tv e comprarne una nuova ottenendo uno sconto del 20% sul prezzo del nuovo prodotto da acquistare. Lo sconto è fino a un massimo di 100 euro, rispetto ai 50 euro del precedente bonus. 

Ci sono fondamentalmente due modi per effettuare la rottamazione. Il cittadino può infatti scegliere di: 

consegnare il vecchio apparecchio direttamente al rivenditore, delegando a lui la procedura per il corretto smaltimento oppure consegnare il vecchio televisore in una discarica autorizzata ottenendo un modulo di certificazione da presentare poi in sede d’acquisto per ottenere lo sconto. 

Un’ulteriore differenza tra il bonus rottamazione tv e il bonus tv del 2020 è che non è detto che il primo possa essere utilizzato anche per l’acquisto di decoder. Per averne certezza, bisognerà infatti attendere la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale. 

Bonus tv 2021 e bonus rottamazione tv cumulabili: è meglio affrettarsi!

Sia il bonus tv che il bonus rottamazione tv validi per il 2021 potranno essere richiesti fino al 31 dicembre 2022. Inoltre, i bonus tv 2021 sono cumulabili tra loro: ciò significa che se un cittadino possiede sia i requisiti relativi all’ISEE per il bonus tv sia i 3 requisiti richiesti per il bonus rottamazione tv, questi può utilizzare entrambi i bonus. 

Al di là della scadenza dei bonus tv 2021, sarebbe comunque consigliabile non attendere altro tempo prima di approfittare delle agevolazioni e degli incentivi dello Stato. 

Entrambe le agevolazioni, infatti, possono essere sfruttate fino ad esaurimento fondi. Questi ultimi si attestano a 150 milioni di euro per il bonus tv introdotto a dicembre 2019 e a 250 milioni per il bonus rottamazione tv. 

Specialmente per quel che riguarda il secondo bonus che dovrà essere disponibile a breve, non vi è certezza che i fondi a disposizione possano bastare per tutti i nuclei familiari che dovranno cambiare il proprio apparecchio di casa. E considerando che l’agevolazione è accessibile senza dover rispettare requisiti particolarmente stringenti come quelli legati all’ISEE, è probabile che il bonus rottamazione tv attiri maggiormente l’attenzione rispetto a quanta ne abbia guadagnato il primo bonus tv. 

I 250 milioni destinati alla misura potrebbero quindi non bastare per tutti. Per questo motivo, chi si trova nella condizione di dover cambiare il televisore, pur avendo tempo fino alla fine dell’anno prossimo, potrebbe trovare giovamento nell’affrettarsi, per evitare l’esaurimento dei fondi stanziati. 

Bonus tv 2021: quando sarà possibile richiedere lo sconto del 20%

Un’ultima precisazione è doverosa: il bonus rottamazione tv che permette di ottenere il 20% di sconto sull’acquisto di uno nuovo televisore, non ha ancora visto la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto. 

Ciò significa che, oltre ad avere la certezza di poter usufruire di un nuovo bonus tv per il 2021, non è comunque ancora possibile richiedere l’incentivo. 

Allora, quando sarà possibile richiedere il bonus rottamazione tv? Il decreto è stato ora inviato, per la registrazione, alla Corte dei Conti. Dopodiché, perché il bonus tv 2021 diventi attivo, si dovrà attendere la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale e, dopo 15 giorni da tale pubblicazione, l’agevolazione diventerà finalmente operativa e potrà essere richiesta. 

Inoltre, si attende il decreto anche per scoprire se sarà possibile utilizzare lo sconto anche per l’acquisto di un decoder.