Bonus tv 2021: anche quest’anno il Ministero per lo Sviluppo Economico ha reso disponibile un’agevolazione che permetterà ai cittadini italiani di adeguare i propri dispositivi al nuovo digitale terrestre, che presto sfrutterà il sistema DVB-T2/HEVC Main 10.

Secondo le stime, sono infatti ancora troppe le famiglie italiane che non dispongono di un televisore che sarà adeguato a ricevere la nuova tecnologia digitale terrestre, che presto verrà adottata sull’intero territorio nazionale; chi non cambierà il proprio televisore (o non adeguerà quello già in uso acquistando un decoder idoneo) rischia di non ricevere più il segnale.

Per agevolare le famiglie italiane permettendo di spendere meno sul nuovo acquisto, è stato appunto introdotto il bonus tv.

Quest’anno, comunque, ci sono moltissime novità che riguardano il bonus tv 2021: tra queste, la possibilità di accedere al bonus anche senza ISEE.

Analizziamo insieme i dettagli dell’agevolazione.

Bonus TV 2021, ci siamo: il decreto attuativo è stato firmato

Lo stavamo aspettando da mesi, ma finalmente è arrivata l’ufficialità: il bonus tv 2021 ha avuto la firma del Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, che ha appunto firmato il decreto attuativo relativo al nuovo bonus.

Anche il MiSE ha confermato la notizia della firma, con un comunicato sul sito ufficiale nel quale si informano i cittadini circa le novità sulla nuova agevolazione.

Il bonus tv 2021 verrà adesso affiancato al vecchio bonus tv 2020, che andremo ad analizzare tra poco.

Concentriamoci invece sul bonus relativo al 2021, analizzandone le novità. Il nuovo bonus tv 2021, infatti, è ben diverso rispetto al bonus attivato dal 2019.

Il bonus tv 2021 si configura più come un bonus rottamazione tv, ed è infatti così che adesso viene chiamato; il bonus rottamazione tv 2021 prevede uno sconto pari al 20% sugli acquisti di un nuovo televisore che possa ricevere il nuovo segnale digitale terrestre, sconto che non potrà superare i 100 euro. Lo sconto, comunque, verrà concesso solo a fronte della rottamazione di una vecchia tv obsoleta, che deve essere stata acquistata prima della data del 22 dicembre 2018.

Bonus tv 2021, a chi spetta e requisiti da rispettare

Per l’anno 2021, a differenza del vecchio bonus tv, non vi sono limiti di ISEE che i cittadini interessati dovranno rispettare.

Il MiSE ha però stabilito dei requisiti per poter accedere al bonus rottamazione tv.

Abbiamo già parlato al paragrafo precedente della rottamazione: per accedere al bonus rottamazione tv 2021, infatti, il primo requisito da rispettare è possedere un televisore acquistato entro il 22 dicembre 2018, che sia quindi obsoleto e incapace di ricevere il nuovo segnale digitale.

Senza una tv obsoleta da rottamare, non si potrà richiedere il bonus tv 2021.

Altro requisito per poter richiedere il bonus rottamazione tv è essere in regola con i pagamenti del canone Rai; in questo caso occorre fare una precisazione: anche i cittadini esonerati dal pagamento perché di età anagrafica superiore ai 75 anni possono richiedere il bonus tv 2021, in quanto in questo caso l’esonero dal canone Rai è dovuto al cittadino, ed è quindi un esonero regolare.

Terzo e ultimo requisito per l’accesso al bonus rottamazione tv 2021 è la regolare residenza in territorio italiano.

Bonus rottamazione tv 2021: le specifiche dell’agevolazione

Il bonus tv 2021 con rottamazione è quindi concesso a coloro che decideranno, per necessità di adeguare i propri dispositivi ormai incapaci di ricevere il nuovo segnare, di acquistare un nuovo dispositivo, concedendo uno sconto fino a 100 euro, che deve essere pari al 20% del presso finale della nuova tv.

Il bonus tv 2021, quindi, rispetto al 2020 raddoppia il suo prezzo, in quanto il bonus tv 2020 ancora attivo permette di raggiungere uno sconto massimo pari a 50 euro.

Per poter ottenere il bonus tv 2021, l’abbiamo già detto, è necessario rottamare un vecchio dispositivo.

Nel già citato comunicato ufficiale del MiSE, si legge che la rottamazione della vecchia tv può avvenire in due modi, che sono a discrezione dell’acquirente.

Il vecchio televisore può essere consegnato presso il rivenditore dove si intende effettuare l’acquisto della nuova tv, in modo da permettere poi al rivenditore stesso di occuparsi del corretto smaltimento del televisore obsoleto. In questo modo lo sconto verrà concesso al cliente in maniera diretta sul nuovo televisore scelto.

Il secondo metodo di rottamazione, invece, prevede che l’acquirente si rechi presso la più vicina isola ecologica autorizzata, alla quale consegnare il televisore obsoleto; in questo caso, dovrà richiedere un modulo all’isola ecologica scelta, per poter poi attestare il corretto smaltimento del televisore vecchio e, tramite il modulo ricevuto, richiedere il bonus tv 2021 al rivenditore scelto.

Bonus tv, ancora valido anche quello 2020

Ma il bonus rottamazione tv 2021 non è l’unico bonus legato all’acquisto di un televisore che può essere attualmente richiesto: il vecchio bonus tv 2020 è infatti ancora valido e può essere tuttora richiesto.

Ma come funziona il vecchio bonus tv?

Innanzitutto, è bene dirlo fin da subito, questo ulteriore bonus tv da 50 euro è accessibile solamente nel caso in cui le famiglie richiedenti non superino la soglia dei 20.000 euro. Non potrà essere inoltre richiesto questo bonus tv se, nello stesso nucleo familiare richiedente, il bonus è già stato richiesto anche da altro componente.

Questo bonus da 50 euro è valido sia sull’acquisto di un nuovo televisore, sia per l’acquisto di decoder che permetta ad un televisore obsoleto di continuare a ricevere il segnale.

Per sapere quali sono esattamente i dispositivi per i quali il bonus può essere valido, il MiSE ha messo a disposizione il sito ufficiale nuovatvdigitale.mise.gov.it, contenente informazioni e indicazioni aggiuntive.

Cerchiamo adesso di capire come funziona esattamente il vecchio bonus tv e come utilizzarlo nel 2021.

Dopo essersi assicurati che il prodotto scelto sia inserito nella lista ufficiale del MiSE, per poter ottenere uno sconto diretto pari a 50 euro sul prezzo del prodotto scelto bisognerà consegnare al rivenditore il modulo ufficiale, compilato in ogni sua parte.

Il modulo può essere scaricato al seguente link:

Modulo ufficiale MiSE per il bonus tv 

Andranno inoltre consegnate a rivenditore codice fiscale e carta di identità, per consentire eventuali controlli che permettano di stabilire se il bonus tv spetta o meno e se sono rispettati tutti i requisiti di ISEE richiesti.

Il rivenditore trasmetterà infatti i dati del cliente all’Agenzia delle Entrate; l’ente, poi, effettuerà delle verifiche non solo in merito all’ISEE, ma anche sull’effettiva regolarità del pagamento del canone Rai. Il rivenditore, nello specifico, ha accesso ad una specifica area del sito dell’Agenzia delle Entrate, grazie alla quale effettuare le verifiche per poter concedere immediatamente il bonus tv da 50 euro al cliente.

Questo bonus può essere richiesto soltanto una volta, quindi dovrà essere utilizzato per l’acquisto di un solo dispositivo (tv o decoder), non può essere frazionato ma può essere usato per coprire l’intero costo: ciò significa che, se si sceglie un dispositivo di importo inferiore a 50 euro, il bonus potrà permettere al richiedente di ricevere il dispositivo in maniera del tutto gratuita.

Bonus TV 2021: è possibile ricevere uno sconto fino a 150 euro

Non abbiamo ancora parlato di un dettaglio fondamentale sui due bonus tv attivi nel 2021: il bonus tv da 50 euro ed il bonus rottamazione tv 2021, infatti sono cumulabili.

Questo significa che possono essere richiesti entrambi, arrivando così ad ottenere uno sconto pari ad un massimo di 150 euro.

Ovviamente, questa possibilità vale soltanto per coloro che presentano una soglia ISEE non superiore ai 20.000 euro: è questo uno dei requisiti per accedere al vecchio bonus tv da 50 euro.

Per tutti gli altri, invece, nel caso in cui non si presenti certificazione ISEE, non sarà possibile accedere al bonus tv da 50 euro; resta però disponibile il bonus rottamazione tv, il quale non presenta, tra i suoi requisiti, alcun limite ISEE.

Anche senza ISEE, dunque, è possibile richiedere il proprio sconto, che raggiungerà una cifra massima di 100 euro.

Mentre il bonus tv da 50 euro è già disponibile e può essere richiesto anche subito, per quanto riguarda il bonus rottamazione tv bisogna attendere la registrazione da parte della Corte dei Conti e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Non manca comunque molto perché il bonus rottamazione tv possa essere finalmente richiesto.

Bonus tv 2021: quando scade?

Il termine ultimo per poter richiedere entrambi i bonus, sia il bonus rottamazione tv sia il bonus tv da 50 euro, è ufficialmente fissato alla data del 31 dicembre 2022.

Eppure, bisogna ricordarlo, il governo ha stanziato delle somme pari a 150 milioni di euro per il bonus da 50 euro per tv e decoder, oltre a 250 milioni ulteriori per coprire i costi del bonus rottamazione tv.

Questo significa che, se i fondi dovessero terminare, si rischia di non poter più richiedere il bonus tv.

Si consiglia quindi di affrettarsi e richiedere al più presto il bonus tv 2021, indipendentemente dalla data di scadenza ufficiale.

Bonus tv 2021: perché il Governo incentiva gli acquisti di nuovi dispositivi

Ma quali sono le ragioni per cui il Governo italiano ha deciso di concedere non uno, ma ben due bonus legati all’acquisto di nuovi dispositivi?

Ben presto, nel nostro Paese, avverrà l’adeguamento delle frequenze al nuovo standard digitale terreste DVB T2. Questo nuovo standard, di fatto, renderà obsoleti moltissimi dei dispositivi attualmente posseduti dagli italiani.

Il Governo ha dunque pensato ad un modo per agevolare l’acquisto di nuovi televisori in grado di ricevere il segnale.

Purtroppo, però, l’introduzione del bonus tv da 50 euro lo scorso anno non ha avuto gli effetti sperati: anche se ormai il passaggio alla nuova tecnologia sia ormai imminente, sono stati davvero pochi gli italiani che hanno usufruito dell’agevolazione.

Probabilmente una delle motivazioni è legata al fatto che il vecchio bonus tv è legato alla presentazione di un ISEE familiare non superiore a 20.000 euro.

Ecco perché, dunque, il bonus tv 2021 ha cambiato i propri requisiti di accesso e, al momento, può essere richiesto da tutti, anche senza ISEE.