Il bonus TV 2022 è ora anche a domicilio.

Di norma per avere questo sconto da 30 euro per l'acquisto di un nuovo televisione bisogna andare presso un rivenditore autorizzato, se non prima presso un centro di raccolta RAEE.

Invece con Poste Italiane puoi averlo direttamente a casa tua, grazie al nuovo servizio a domicilio disposto per tutti coloro che, anche per evitare ulteriori contagi da Covid-19, preferiscono le soluzioni online.

Può essere una comodità in più, anche perché l'alternativa al bonus decoder TV, cioè il bonus rottamazione TV, ha lo svantaggio di richiedere un ulteriore step: quello della rottamazione del proprio televisore obsoleto.

Ovviamente come servizio non sarà disponibile per tutti, ma solo per chi rispetta i requisiti disposti da Poste per l'accesso al servizio di delivery.

Ma vedremo meglio il tutto nel corso dell'articolo, in particolar modo anche le date entro cui ti conviene richiederlo. Visto che non manca molto allo switch off generale: già molte regioni sono passate alle nuove frequenze del Digitale Terrestre.

Bonus TV 2022: come funziona la proposta di Poste per il servizio a domicilio?

Il Bonus TV 2022 prevede l'opzione delivery se lo richiedi grazie a Poste Italiane. La principale azienda di servizi postali universali offre la consegna a casa, e anche l'eventuale assistenza tecnica via telefono, per chi ha difficoltà motorie o non vuole rischiare di essere contagiato.

Anche se attualmente i casi di Covid sono molto bassi, anche grazie alla vaccinazione di massa, la variante Omicron 2 ha un altissimo tasso di contagio, pertanto il rischio non è così irrealistico.

Il servizio funziona soltanto per chi ha una condizione economica di livello medio-basso, nonché un'età anagrafica di almeno settant'anni.

E' in pratica un servizio disposto per tutti coloro che sono pensionati, anche perché tra i requisiti è richiesto anche avere il possesso di un trattamento pensionistico equivalente ad almeno 20.000 euro annui.

Oltre a ciò, il richiedente del bonus TV 2022 a domicilio dovrà essere intestatario del pagamento del Canone RAI, o meglio, fino a tutto il 2022, della bolletta energetica.

Attualmente non è previsto questo servizio nel caso di soggetti under 70, così come per soggetti che hanno evidenti problemi di mobilità, come i soggetti diversamente abili.

Ricordiamo che questo bonus TV 2022 è solo quello da 30 euro previsto per l'acquisto di un televisore o decoder nuovo. Solo per questo bonus Poste ha autorizzato questo servizio di delivery gratuito.

Bonus TV 2022: ecco come richiederlo il servizio a domicilio delle Poste

Il servizio a domicilio del bonus TV 2022 è richiedibile soltanto in tre modalità, come già raccontato da i-dome.it. Il primo è quello telematico, e basterà fare richiesta presso il sito di NuovaTVDigitale, tramite l'apposito modulo per la prenotazione.

Altrimenti potrai utilizzare la consegna telefonica chiamando al numero 800 776 883. Però il numero è attivo solo nei giorni feriali, da lunedì al venerdì, dalle 10 alle 18. Con lo stesso numero potrai richiedere anche l'eventuale assistenza tecnica, nel caso in cui non abbia dimestichezza con l'installazione.

Altrimenti, come ultima soluzione, dovrai recarti personalmente presso uno dei 18.000 uffici postali adibiti alla richiesta della consegna domiciliare.

Ricordiamo che questo servizio è solo per soggetti aventi più di 70 anni, e con una pensione inferiore a 20.000 euro annui, oltre che residenti in Italia e titolari del pagamento del canone televisivo.

Ricordiamo che dal 2015, con l'approvazione della Legge di Stabilità 2016, il Canone RAI è incorporato nel pagamento della bolletta energetica. Ma, stando alle ultime novità, sembra che dal 2023 il Canone si potrà pagare in forma separata.

Comunque, al momento dovrai avere l'intestazione, anche se, come avevamo già visto in merito al bonus TV rottamazione, si può richiederne l'esenzione, ma solo se si ha un'attestazione ISEE di 8.000 euro, e almeno cinque anni in più d'età, cioè settantacinque anni.

Parliamo di un'esenzione che è attualmente disposta anche per un altro bonus TV, quello per la rottamazione del televisore obsoleto. Se vuoi saperne di più, ti suggerisco questo video Youtube a cura di Aiuti dallo Stato.

Bonus TV 2022: ecco come richiederlo anche con la rottamazione! Occhio ai moduli

Se non puoi avere diritto al bonus TV 2022 a domicilio, puoi sempre richiederlo nel formato alternativo del bonus rottamazione TV.

Non potrai avere un servizio di delivery gratuito a domicilio come quello previsto da Poste Italiane, perché previsto solo per il bonus TV decoder e solo per chi rispetta i requisiti che abbiamo citato prima. Però hai il vantaggio che, da 30 euro, passi tranquillamente a 100 euro. E non dovrai nemmeno presentare l'ISEE, a differenza del bonus Tv decoder. 

Per richiederlo sarà necessario procedere allo smaltimento di un precedente televisore, purché obsoleto. Lo potrai fare presso un centro di raccolta RAEE o presso il tuo rivenditore, se autorizzato al ritiro dell'usato.

Oltre a ciò, dovrai presentare i seguenti moduli, disponibili sul sito del MISE, che riguardano l'autocertificazione relativa allo smaltimento del dispositivo, alla quale dovrai associare anche il tuo codice fiscale e una stampa della tua carta d'identità.

Nel modulo dovrai fare attenzione, perché dichiari anche di essere il titolare del canone RAI, o meglio "intestatario del canone di abbonamento al servizio di radiodiffusione". 

Come abbiamo visto sopra, se hai 75 anni, potrai avere l'esenzione dal pagamento, ma in questo caso dovra aggiungere ai moduli da presentare un’autocertificazione dell’esenzione accertata, come ricorda ticonsiglio.com.

Nel complessivo conviene richiedere quest'ultimo bonus, ma solo se si ha modo di provvedere alla rottamazione del vecchio televisore, o proprio di muoversi per raggiungere un centro di raccolta RAEE.

Consigliamo comunque la proposta di Poste, anche perché con i 30 euro di sconto, se non puoi provvedere ad una televisione, puoi sempre optare per un decoder. Così non dovresti pagare alcunché.

Sempre se riesci a farlo in tempo.

Bonus TV 2022: bisogna richiederlo a domicilio prima dello switch off! Occhio alla scadenza

Il bonus TV 2022 è disponibile fino al 31 dicembre 2022, in pratica fino a quando tutte le televisioni nazionali e non potranno più essere visibili con le precedenti frequenze del Digitale Terrestre.

Progressivamente tutte le emittenti si stanno convertendo alle nuove frequenze. E per chi non possiede un televisore di ultima generazione (o almeno acquistato dopo il 24 dicembre 2018), significa non poter più vedere alcun canale televisivo.

Chi non ha provveduto ad richiederlo per un nuovo televisore potrebbe essere già in questa situazione. Per evitare l'oscuramento immediato e totale dei servizi televisivi, il Governo ha disposto una serie di scadenze che coinvolgerà ogni Regione italiana, fino a concludersi con il passaggio finale dopo il 31 dicembre 2022, quando lo switch-off sarà completato.

Ad oggi, l'oscuramento completo è avvenuto in Sardegna, Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, ed Emilia Romagna.

Attualmente il cambio di frequenze è in fase di conclusione in Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata; Abruzzo, Molise, Marche. Avranno lo switch-off entro il 15 maggio 2022.

Mentre dal 1° maggio 2022 è partita la fase di oscuramento nelle seguenti regioni: Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania. Per queste regioni la scadenza è prevista al 30 giugno 2022

Pertanto, se vuoi richiedere il bonus TV 2022, con Poste Italiane avrai la consegna a domicilio in tempi celeri, e anche l'assistenza gratuita. Così eviti eventuali file o problematiche tra centro di raccolta RAEE o rivenditore autorizzato.