Bonus, Bonus e ancora Bonus per questo 2021. Gli ultimi anni varranno ricordati sicuramente per l’abbondanza di contributi economici varati dal Governo per ammortizzare la crisi economica conseguente il diffondersi della pandemia da Covid-19 sul territorio italiano.

Dai nuclei familiari ai lavoratori dipendenti, dalle imprese ai professioni autonomi titolari di partita IVA, tutti in qualche modo sono stati sostenuti economicamente dall’ex Esecutivo capitanato dal neo-presidente del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, o dal Governo Draghi.

Fortunatamente l’emergenza epidemiologica da Coronavirus pare allentare la presa. Sicuramente il suo ritiro porterà all’estinzione di numerosi Bonus, compresi quelli riguardanti la ristrutturazione casa (Bonus Facciate 90%, Bonus Verde, Bonus mobili ed elettrodomestici e via dicendo), fatta eccezione del Superbonus 110% prorogato fino al 2023.

Per adesso il momento pare lontano. Nuovi contributi stanno ottenendo il via libera da parte della cabina di regia Draghi proprio sul finire del 2021, come il Bonus Terme 2021 e lo stesso Bonus TV.

Quest’ultimo introdotto per motivazioni urgenti, trattate nei paragrafi a seguire, permetterà ai cittadini italiani di disporre di un sussidio economico di 130 euro da utilizzare per l’acquisto di un nuovo televisione o decoder.

Maggiori informazioni sul Bonus TV e decoder si possono avere visionando il video YouTube offerto dal canale HDblog.

Possiamo solo anticipare che a partire da questa settimana inizierà il passaggio dei canali televisivi ai nuovi standard dettati dal digitale terrestre. Cosa significa questo? È facile: chi non dispone di un televisore conforme alla nuova tecnologia non vedrà più sintonizzati i canali sulla propria TV.

Lo “Switch-Off”, ovvero l’operazione di spegnimento delle trasmissioni della televisione analogica in favore a quelle del digitale terrestre, avverrà gradualmente da canale a canale e con date differenti da Regione a Regione.

Bisogna comunque arrivare preparati al momento per non correre il rischio di non riuscire più a visualizzare sulla propria TV di casa i programmi preferiti. 

L’unica chance a nostra disposizione è quella di acquistare un nuovo televisore se l’apparecchio in nostro possesso è stato acquistato prima de 2018, oppure comprare un semplice decoder che consentirà ai “vecchi dispositivi” di ricevere il segnale.

Nel corso dell’articolo forniremo una panoramica del Bonus TV 2021, a chi spetta e quali requisiti ISEE vanno rispettati per ottenere il riconoscimento dell’agevolazione. 

Niente paura, vi sveleremo anche un piccolo trucchetto per verificare la compatibilità o meno della vostra televisione ai nuovi standard del digitale terrestre e come utilizzare il Bonus Tv e decoder 2021 per l’acquisto di un nuovo apparecchio.

Ecco tutte le informazioni al riguardo.

Bonus TV e decoder 2021: in cosa consiste

L’aiuto economico alle famiglie che si troveranno nella condizione di adeguarsi al passaggio alla tecnologia digitale è offerto dal Governo. 

A breve, circa 9 milioni di televisori finiranno per essere rottamati a causa del passaggio obbligatorio alla rete 5G.

L’intento da perseguire è di liberare la banda 700 Mhz occupata dalle TV per lasciarla alle società di telefonia interessate allo sviluppo del 5G.

Questo consentirebbe ai canali di accesso pubblico, quali Mediaset e RAI, di reggere la concorrenza dei colossi TV a pagamento, Netflix compreso, sempre più diretti verso dominio incontrastato del mercato televisivo.

In verità, il Bonus TV e decoder ha fatto la sua entrata in scena già nell’agosto scorso. Ora se ne rimarca ancora di più l’importanza essendo l’unico strumento a disposizione delle famiglie per ridurre la spesa dell’acquisto di un televisore, ove si presenti la necessità di cambio.

Proprio questa è la motivazione che ha spinto il Governo a istituire il Bonus TV e decoder 2021: venire incontro alle difficoltà economiche accentuate dalla pandemia. Ad ognuna spetterà un singolo Bonus a prescindere del numero di televisori posseduti

Inizialmente si parlava di estendere l’agevolazione del valore di 50 euro solo ai nuclei famigliari con un reddito ISEE non eccedente i 20.000 euro.

Successivamente, si è deciso di allargare la platea dei beneficiari togliendo il vincolo ISEE e facendo crescere l’importo del Bonus Tv e decoder di altri 50 euro, fino a raggiungere i 100 euro.

Tutti i cittadini residenti sul territorio dello Stato possono così accedere al Bonus senza alcuna limitazione patrimoniale o reddituale. L’unico problema è collegato allo stanziamento economico disposto dal Governo Draghi a copertura del contributo. 

Nello specifico, preoccupa l’erogazione fino ad esaurimento dei fondi del Bonus TV e decoder 2021. Motivo per cui, seppur ci sia ancora tempo per presentare domanda (fino al 31 dicembre 2021), si devono bruciare i tempi

Soltanto i più veloci potrebbero aggiudicarsi il Bonus, mentre i ritardatati potrebbero rimanere con un pugno di mosche in mano.

Bonus TV 2021: come verificare la compatibilità della televisione

Dal 15 ottobre 2021 non solo il Green pass diventerà obbligatorio sul posto di lavoro, pubblico o privato non fa alcuna differenza, ma scatterà lo Switch Off televisivo. Le famiglie potranno accorgersi dell’oscuramento dei primi canali già dai prossimi giorni.

Ma cosa bisogna fare per non farsi cogliere impreparati? Innanzitutto, verificare la compatibilità al digitale terrestre del televisore in nostro possesso. Come? Effettuando un test da telecomando.

Nulla di così complicato. Basta digitare dal telecomando i canali 100 e 200 (Mediaset). Se sullo schermo compare il programmo o la dicitura “Test Hevc Main 10”, il nostro TV color è conforme agli standard del nuovo digitale terrestre e si potrà fare a meno di sostituirlo.

In caso contrario, c’è poco da fare: è necessario acquistare una nuova televisore o un decoder che permetta la visione dei canali. E perché non provare ad accaparrarsi il Bonus Tv e decoder 2021 per godere di uno sconto sul nuovo apparecchio da comprare?

Bonus TV e decoder: con o senza ISEE?

Fino a qualche mese addietro, soltanto alle famiglie con reddito ISEE inferiore alla soglia dei 20.000 euro era data la possibilità di usufruire del Bonus. Successivamente, si è pensato bene di estendere il contributo a tutti i cittadini residenti sul territorio dello Stato, eliminando il requisito ISEE.

Ma come si utilizza il Bonus TV? Il primo passo da compiere è quello di depositare il vecchio televisore presso un’isola ecologica abilitata allo smaltimento di tale tipologia di rifiuti (vedi RAEE), o recarsi nel negozio presso cui si desidera acquistare il nuovo televisore.

Al proprietario della Tv da rottamare verrà rilasciato un voucher di spesa del valore di 100 euro da utilizzare come sconto sull’acquisto della nuova televisione. Il buono non è altro che il Bonus TV e rottamazione 2021.

Nel secondo caso, invece, il proprietario dovrà esibire al negoziante il modello, compilato in tutte le sue parti (scaricabile da QUI), per l’applicazione dello sconto previsto dal Bonus Tv e decoder, in fase di pagamento.

Se si dispone di una TV acquistata nel 2016/2017 e non si vuole sostenere la spesa per l’acquisto di un nuovo televisore, si potrà utilizzare il Bonus decoder del valore di 30 euro

Mentre l’ISEE è irrilevante ai fini dell’acquisto di una nuova TV, non lo è invece per l’acquisto del decoder. Il Bonus decoder, infatti, potrà essere concesso solo se la famiglia dispone di un ISEE inferiore a 20.000 euro. In questo caso, l’ammontare massimo di sconto non può superare i 30 euro.

Bonus TV e Bonus decoder: fino a 130 euro di sconto

Se si opta per l’acquisto della nuova Tv, mettendo da parte l’intenzione di acquistare un decoder, l’ammontare totale dello sconto implicito nel Bonus TV sarà di 130 euro.

In realtà, i prezzi per un decoder oscillano da 20 a 100 euro, per dispositivi standard di base. A queste cifre è possibile ottenere un decoder senza mettere mani al proprio portafoglio, anche presso le grandi catene di distribuzione di maggiore dimensioni.

Non mancano, però, i decoder molto più costosi. Per alcuni si può arrivare a sborsare fino a 250 euro, tutto dipende dalla propria disponibilità economica e dalle preferenze.

In media, si stima che per comprare un apparecchio di buona qualità bisogna pagare circa 70-90 euro, soprattutto per quelli idonei alla ricezione del nuovo standard DVB-T2 del digitale terrestre.

Ovviamente, i costi di un TV color sono molto più alti: un 40 pollici può arrivare a costare 600 euro. Tutto dipende dalle marca, dalle funzioni e dalla dimensione della TV prescelta.

Bonus TV e decoder: come utilizzarlo online

Chi è particolarmente ferrato con la tecnologia e gli acquisti in rete può prendere in considerazione l’idea di acquistare la TV o in decoder online, approfittando delle vantaggiose offerte frequentemente messe a disposizione su internet.

Ebbene il Bonus TV e decoder 2021 può essere utilizzato per gli acquisto online. Attenzione! Solo i negozi aderenti all’iniziativa accorderanno lo sconto previsto dal contributo sull’acquisto della TV o del decoder.

Generalmente, sul sito del venditore sono presenti tutte le informazioni per ottenere il Bonus TV, basta dare un’occhiata alla pagina ufficiale di Mediaworld.

In caso di acquisti online, come per gli acquisti presso i negozi fisici, va compilato il modulo messo a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) sulla sua pagina internet ufficiale.

Il nodo da sciogliere rimane quello della rottamazione della vecchia TV. Se il venditore presta tale servizio allora siamo a cavallo. Diversamente, si dovrà procedere in autonomia allo smaltimento della televisione producendo, poi, un’autodichiarazione che attesti l’avvenuta rottamazione del precedente televisore.

In ogni caso, è possibile utilizzare il Bonus TV e decoder online e ritirare il prodotto acquistato presso il punto vendita autorizzato, presentando tutti i documenti necessari.

L’acquisto del TV color online è consentito solo per i negozi registrati in Italia.

Questo spiega perché Amazon non accetta il Bonus TV o decoder 2021.

Bonus TV 2021: occhio a chi spetta! Non a tutti

Come per qualsiasi altra agevolazione introdotta dal Governo, anche per il Bonus TV e decoder è necessario rispettare una serie di requisiti d’accesso al contributo.

Hanno diritto al Bonus, infatti, tutti i cittadini residenti in Italia che hanno adempiuto al pagamento del canone Rai.

Ricordiamo che il Bonus Tv e decoder potrà essere erogato solo fino ad esaurimento delle risorse disponibili.