Bonus TV 2021: finalmente è arrivata l’ufficialità da parte del Ministro dello Sviluppo Economico; in data 7 luglio 2021, infatti, è finalmente arrivato il tanto atteso decreto attuativo, che ha reso ufficiale il bonus TV 2021, già confermato mesi fa dalla Legge di Bilancio, ma non ancora fruibile in quanto, appunto, si attendeva un decreto che lo rendesse operativo.

Decreto che è stato finalmente firmato ieri dal Ministro dello Sviluppo Economico Giorgetti, e che sarà volto ad incentivare l’acquisto di nuovi TV e nuovi decoder compatibili con i nuovi standard del digitale terreste; si prevede poi la corretta rottamazione dei vecchi dispositivi, al fine di tutelare l’ambiente.

Quest’anno il bonus TV ha cambiato configurazione: se nel 2020 erano previste limitazioni ISEE, il bonus TV 2021 sarà concesso a tutti: anche chi non presenterà modello ISEE potrà acquistare un nuovo televisore per poter cambiare il proprio dispositivo obsoleto attualmente in possesso.

Sono inoltre cambiati (in positivo, perché al rialzo) gli importi di questo nuovo bonus.

Ecco tutti i dettagli di cui siamo a conoscenza e come richiederlo.

Bonus TV 2021: i cambiamenti rispetto al 2020

Come finalmente confermato dal decreto attuativo del MiSE, non vi saranno per l’anno 2021 limiti di ISEE quando si richiederà il bonus TV 2021.

I paletti imposti dai limiti ISEE (che, lo ricordiamo, nel 2020 concedeva il bonus TV soltanto nel caso non fosse superiore ai 20.000 euro) sono stati eliminati dal Governo con una ragione ben precisa; il numero dei beneficiari, lo scorso anno, è stato davvero limitato. 

Il bonus TV, però, è una misura economica che prevede la promozione della nuova tecnologia digitale terrestre, che ben presto renderà obsoleti tantissimi dispositivi, tra TV e decoder, in possesso dei cittadini italiani.

Insomma, per poter continuare a ricevere il segnale digitale terrestre, molti italiani avranno bisogno di acquistare un nuovo dispositivo: ma le cifre del bonus TV 2020 sono state davvero deludenti, ed hanno lasciato scontenti molti italiani, viste le limitazioni imposte.

Tra l’altro sembrerebbero moltissime le famiglie italiane che, ad oggi, possiedono dei dispositivi datati, che non saranno capaci di ricevere la nuova tipologia di segnale; il Governo si è dunque prodigato per prorogare la misura e per renderla ancora più inclusiva e meno limitante.

Per il bonus TV 2021, dunque, le limitazioni economiche sono state abolite, ed il bonus TV potrà essere finalmente richiesto da tutti i nuclei familiari che ne avranno bisogno.

È inoltre prevista una modifica nel totale, che nel 2021 è aumentato: ma di cifre parleremo tra poco.

Vi sono però due limitazioni.

Innanzitutto, il dispositivo obsoleto dovrà essere rottamato.

In secondo luogo, potrà essere richiesto solamente un bonus a famiglia: questo significa che lo sconto potrà essere effettuato solo su un dispositivo.

C’è comunque molto tempo per poter utilizzare il bonus TV 2021: la misura sarà valida fino al 31 dicembre 2022.

Le cifre del bonus TV 2021 senza ISEE

Come abbiamo già accennato, il nuovo bonus TV 2021 senza ISEE è stato aumentato: la cifra è infatti raddoppiata, passando dai 50 euro di sconto che erano previsti lo scorso anno, ad un massimo di ben 100 euro, sconto che verrà applicato sul prezzo finale della TV o del decoder di nuova tecnologia.

Rispetto al 2020, comunque, il nuovo bonus TV prevede la rottamazione del dispositivo obsoleto; come leggiamo infatti nel comunicato ufficiale del MiSE

“Il nuovo Bonus, infatti, potrà essere ottenuto solo contestualmente alla rottamazione di un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018, data di entrata in vigore dello standard di codifica più evoluto – HEVC MAIN 10 – che verrà adottato dalla nuova tecnologia”.

Il bonus TV 2021 senza ISEE, quindi, potrà essere richiesto solo se, al contempo, verrà effettuata la rottamazione di un dispositivo obsoleto in possesso del nucleo familiare richiedente.

Nello specifico, l’agevolazione consisterà in uno sconto del 20% sul prezzo finale del nuovo dispositivo, fino ad una cifra massima di 100 euro, che verrà concessa solamente se, al momento dell’acquisto, si rottamerà un dispositivo obsoleto, cioè non capace di supportare la nuova tecnologia digitale terrestre.

La nuova agevolazione, inoltre, è cumulabile con il vecchio bonus TV 2020: questo significa che, se un nucleo familiare ha già richiesto il vecchio bonus, potrà ottenere anche questo nuovo bonus senza ISEE. Ovviamente, questo vale soltanto per chi presenterà certificazione ISEE, dato che il vecchio bonus TV 2020 poteva (e può ancora) essere richiesto dalle famiglie con un ISEE non superiore ai 20.000 euro annui.

Chi rientra tra le limitazioni ISEE stabilite nel 2020, dunque, potrà avere accesso a due bonus TV: non solo quello da 100 euro del 2021, ma anche quello da 50 euro del 2020, che è ancora attivo. In questo caso, andrà presentata una autocertificazione al negozio dove si effettua l’acquisto, per attestare la propria situazione economica.

Per quanto riguarda il vecchio bonus TV con ISEE non superiore ai 20 mila euro, poi, ricordiamo che la rottamazione del vecchio dispositivo non è richiesta: tale rottamazione è necessaria solamente per l’ottenimento del bonus TV 2021 senza ISEE.

Come ottenere il bonus TV 2021 senza ISEE?

Per quanto riguarda le modalità di richiesta del bonus TV 2021, siamo ancora in attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale per conoscere l’esatta data di entrata in vigore del decreto attuativo. Sappiamo però che non dovremo attendere molto: dalla data della firma apposta dal Ministro Giorgetti passeranno non oltre quindici giorni.

Conosciamo poi alcuni dettagli circa le modalità di assegnazione del bonus. Per poter ottenere lo sconto del 20%, fino ad un massimo di 100 euro, bisogna innanzitutto possedere un dispositivo obsoleto, incapace cioè di rispettare gli standard di trasmissione che presto verranno introdotti su scala nazionale.

I nuclei familiari che vorranno richiedere il bonus TV 2021 senza ISEE, inoltre, devono necessariamente essere residenti in Italia ed essere in regola con i pagamenti del canone Rai.

In mancanza di questi requisiti, il bonus TV 2021 non potrà essere richiesto.

Ma come avviene, in pratica, la rottamazione della vecchia TV?

È possibile sia effettuare la consegna dei vecchi dispositivi al rivenditore dove si effettuerà l’acquisto, e in questo caso sarà il rivenditore stesso ad applicare lo sconto e a smaltire il vecchio dispositivo, sia provvedere alla consegna dei vecchi dispositivi alla più vicina isola ecologica: in questo secondo caso, l’interessato riceverà un modulo che potrà essere usato per richiedere il bonus, in quanto certificherà l’effettivo corretto smaltimento del dispositivo obsoleto.

Digitale terrestre e bonus TV 2021: quando si ha diritto?

Anche in Italia si sta procedendo all’adeguamento agli standard digitale terrestre DVB-T2 Hevc main 10, adeguamento che inizierà ben presto, a partire da settembre; la conclusione dell’adeguamento è prevista per la prima metà del 2022, entro e non oltre il mese di giugno.

Cosa succederà quando l’adeguamento ultimato? I dispositivi obsoleti non saranno più in grado di ricevere il segnale digitale. 

Ma ci sono vari modi per capire se il dispositivo in nostro possesso va rottamato e se, dunque, si ha diritto al bonus TV 2021 senza ISEE. 

Per prima cosa, se il dispositivo è stato acquistato dopo il 2018, molto probabilmente non andrà cambiato, perché dal 2018 i dispositivi incapaci di ricevere la nuova tecnologia non sono più stati venduti. Se però si ha il dubbio, il MiSE ha provveduto a stilare la lista completa dei prodotti che sono idonei con la nuova tecnologia, lista della quale si può prendere visione qui sotto:

Prodotti idonei - Lista ufficiale MiSE

Se si vuole procedere con la verifica manuale, per comprendere se il dispositivo posseduto è idoneo o meno, esistono due metodi.

Un primo metodo prevede di visionare il corpo del dispositivo in nostro possesso, alla ricerca delle scritte H265/HEVC o DVB T2. Se una delle due sigle è presente sul dispositivo, la TV o il decoder in nostro possesso è sicuramente abilitato alla nuova tecnologia.

In questo caso, non solo non servirà cambiarlo, ma non si potrà neanche rottamare il dispositivo, perché non è obsoleto: non si avrà dunque diritto al bonus TV 2021.

Esiste poi anche un altro metodo di facile applicazione per effettuare la verifica: sintonizzandosi coi canali 100 o 200, messi a disposizione, rispettivamente, da Rai e Mediaset, possiamo agevolmente capire se il dispositivo posseduto è obsoleto.

Sintonizzandoci su questi canali, dovrà apparire la scritta Test HEVC Main10: qualora non dovessimo visualizzarla, significa che il nostro dispositivo andrà rottamato (e che si ha diritto al bonus TV 2021 senza ISEE).

Bonus TV 2021: è valido per acquisti online? 

Un’ultima novità che riguarda il bonus TV 2021 senza ISEE è quella legata agli acquisti online.

In realtà, già qualche mese fa il MiSE, tramite le domande frequenti sul proprio sito ufficiale, era intervenuto per confermare che il bonus può essere utilizzato anche per TV e decoder acquistati online; l’unico impedimento è rappresentato dal fatto che non tutti i siti di eCommerce accettano il bonus Tv.

Caso eclatante è quello di Amazon, in quanto sembra proprio che, almeno per il momento, il bonus TV 2021 senza ISEE non venga accettato. Si attendono comunque ulteriori chiarimenti da parte del servizio assistenza della piattaforma di vendita online.

In ogni caso, sia che si decida di acquistare il proprio dispositivo online, sia che lo si acquisti presso negozio fisico, il bonus sarà valido fino alla fine del 2022; ma attenzione: il Governo ha stanziato 250 milioni di euro per questa agevolazione, ed il bonus “continuerà ad essere erogato fino a esaurimento delle risorse disponibili”; dunque, nel caso i fondi dovessero finire, il bonus TV 2021 senza ISEE non potrà più essere ottenuto.

Si consiglia agli interessati, dunque, di non temporeggiare e di richiedere al più presto il proprio bonus TV 2021 senza ISEE.