Il passaggio verso la TV digitale si sta compiendo e il governo garantisce ai propri cittadini di continuare a guardare i programmi grazie a dei bonus TV, delle agevolazioni che permettono di risparmiare sulle spese per comprare un nuovo televisore o un nuovo decoder. 

Non sono pochi, infatti, i cittadini che si sono trovati in difficoltà già a partire dal mese di marzo, quando molte emittenti hanno cominciato a trasmettere solo in HD. Non tutti, infatti, sono in possesso di un televisore o un decoder compatibili con i nuovi standard. 

Ciò significa doversi attrezzare, il che può portare a dei problemi. Il primo, per esempio, riguarda le famiglie meno abbienti che si trovano a dover affrontare le spese per l’acquisto di un nuovo TV o decoder che, specialmente in questo periodo, possono pesare tantissimo. Il secondo riguarda, invece, i cittadini più anziani che hanno poca dimestichezza con la tecnologia e, dunque, oltre alla spesa, devono anche  fare i conti con l’istallazione di nuovi dispositivi. 

È per tutte queste ragioni che il governo ha messo a disposizione i cosiddetti bonus TV. 

Si tratta di agevolazioni diverse che permettono di acquistare una nuova TV o decoder con sconti o, in alcuni casi, riceverli a casa senza dover pagare nulla. 

Le agevolazioni possono essere usufruite da diversi tipi di cittadini: le famiglie che si trovano in condizioni economiche sfavorevoli possono contare su un sostegno che viene riconosciuto in base al valore dell’ISEE familiare, ma ci sono anche altre agevolazioni per le quali non c’è bisogno di certificazione.

Infine, ad aprile è anche possibile chiedere il bonus decoder, solo per una particolare fascia della popolazione, per ottenere un nuovo decoder in maniera del tutto gratuita da Poste Italiane.

Vediamoli tutti, compresi i requisiti e le modalità per richiederli anche ad aprile 2022. 

Bonus TV 2022, tutti quelli da richiedere ad aprile con e senza ISEE

Se hai bisogno di cambiare il tuo televisore o il decoder perché sai che questi non sono compatibili con le nuove tecnologie, il 2022 è l’anno migliore per approfittare delle agevolazioni e degli sconti statali per i tuoi nuovi acquisiti. 

Non solo bonus legati alla situazione economica del nucleo familiare, ma anche agevolazioni per le quali basta rispettare alcuni requisiti, come nel caso del bonus rottamazione TV, di cui ci parla anche la Redazione The Wam in questo video in cui evidenzia i benefici, i requisiti e le modalità di richiesta per questa agevolazione: 

In linea generale, in questo articolo andremo ad analizzare i tre bonus TV che permettono agli italiani di compiere acquisiti meno dispendiosi e convenienti: 

il bonus TV e decoder; il bonus rottamazione TV; il bonus decoder. 

Vediamo, per ognuno di questi, cosa sono, come funzionano e chi sono i beneficiari. 

Bonus TV e decoder per ISEE fino a 20.000 euro: 30 euro di sconto anche ad aprile!

Cominciamo dal bonus TV e decoder il quale permette di ottenere uno sconto sull’acquisto di un nuovo TV o decoder in grado di ricevere i programmi televisivi con i nuovi standard di trasmissione. 

Stiamo parlando di un’agevolazione legata al valore dell’ISEE, cioè della situazione economica dell’intero nucleo familiare. L’ISEE, infatti, viene calcolato sui redditi e sui patrimoni di tutti i componenti il nucleo. 

Il bonus è riconosciuto a: 

famiglie che possiedono un ISEE in corso di validità di valore pari o inferiore ai 20.000 euro. 

In sostanza, se si è intenzionati a beneficiare del bonus statale, basta andare sul sito del MISE (Ministero dello Sviluppo Economico), scaricare il modulo di richiesta, compilarlo e portarlo direttamente al venditore in negozio, se si tratta di un negozio fisico, oppure seguire un’altra procedura se si tratta di un acquisto online. 

Come acquistare online con il bonus TV e decoder 

Il bonus TV e decoder può essere utilizzato anche per gli acquisti online. In questo caso, purtroppo, non avrai la possibilità di concludere tutto il procedimento direttamente da casa. 

Per compiere il tuo acquisto online usufruendo dei 30 euro di sconto dovrai: 

inserire nel carrello il prodotto che intendi acquistare; selezionare l’opzione di ritiro presso il punto vendita; recarti al punto vendita per il ritiro e presentare il modulo compilato per la richiesta con l’agevolazione. 

Che si tratti di un acquisto online o in un negozio fisico, tieni presente che non puoi comprare qualsiasi tipo di prodotto. La lista consultabile sul sito del MISE ti può dare un’idea di quali siano i prodotti che possono essere acquistati tramite i bonus e quali, invece, non sono soggetti agli sconti.

Bonus rottamazione TV senza ISEE: come ottenere uno sconto del 20%

Come dicevamo, tra le agevolazioni che ti aiutano a sostenere le spese per l’acquisto di nuovi apparecchi per la recezione dei canali non ci sono solo aiuti statali che richiedono di rientrare in una specifica soglia ISEE. 

È il caso, per esempio, del bonus rottamazione TV, un altro tipo di agevolazione che permette ai cittadini di ottenere uno sconto del 20%, fino a un massimo di 100 euro, senza considerare la condizione economica del nucleo familiare. 

È chiaro, però, che si debbano rispettare altri requisiti, in particolare: 

bisogna essere residenti in Italia; come suggerisce lo stesso nome del bonus, è necessario rottamare un vecchio TV (comprato prima del 22 dicembre 2018); pagare regolarmente il canone Rai. 

Cambiare apparecchio, dunque, è fondamentale per ottenere il beneficio e, tutto sommato, la rottamazione non è difficile da effettuare, dal momento che si può chiedere al negoziante stesso oppure recarsi presso un’isola ecologica con la giusta documentazione. 

Oltre a sostenere i cittadini nel cambio del TV, infatti, il governo ha pensato a questa agevolazione anche nell’ottica di una maggiore cura dell’ambiente, favorendo il corretto smaltimento dei vecchi apparecchi. 

Bonus decoder da richiedere ad aprile: consegna gratis a casa per gli anziani

Un’attenzione particolare il governo l’ha dedicata alla fascia di popolazione per la quale il passaggio alla nuova TV digitale può rappresentare uno sconvolgimento, non solo dal punto di vista economico, ma anche dal punto di vista “tecnologico” e più pratico. 

Per questo motivo, MISE e Poste Italiane hanno collaborato per garantire agli anziani di ricevere a casa, grazie alla consegna da parte di un portalettere, un decoder, del valore massimo di 30 euro, e di aiutarli anche nell’istallazione. Il tutto, senza dover pagare nulla. 

Anche in questo, ovviamente, ci sono dei requisiti da rispettare. Il bonus decoder, infatti, è riconosciuto a: 

pensionati con 70 anni o più che hanno un reddito annuo che non superi i 20.000 euro e titolari di abbonamento al servizio di radiodiffusione. 

Per ottenere il decoder gratis a casa propria, è possibile cominciare a farne richiesta già dal mese di aprile e tramite tre diverse modalità. Per scoprirle tutte, ti suggeriamo anche di leggere il nostro approfondimento Bonus decoder, richiedilo ora per non perderlo! Ecco come.

Fino a quando si possono richiedere i bonus TV nel 2022

Come abbiamo visto, non sono poche le agevolazioni che lo Stato ha messo in campo per tendere la mano ai nuclei familiari e ai cittadini in maggiore difficoltà. 

È bene tenere presente, però, che tutte le agevolazioni di cui abbiamo parlato in questo articolo sono bonus a esaurimento fondi. Ciò significa che, qualora le risorse economiche messe a disposizione per concedere i bonus dovessero finire prima del 31 dicembre 2022, non ci sarebbe più la possibilità di beneficiarne. 

Insomma, se si ha intenzione di cogliere questa occasione e risparmiare sull’acquisto di televisori e decoder, vale la pena muoversi in fretta, preferibilmente prima dell’estate. 

Ricordiamo, infine, che il bonus TV e il bonus rottamazione TV sono cumulabili. Il bonus decoder, invece, non può essere richiesto se si è già usufruito del bonus TV o se si vuole farlo, mentre può essere richiesto se si è utilizzato o si vuole farlo del bonus rottamazione.