Non sembra esserci proroga sul bonus vacanze fino a 500 euro che quindi termina il suo "viaggio" il 31 dicembre 2021. Nonostante il settore del turismo sia stato uno dei più colpiti dalla crisi economica seguente alla pandemia da Coronavirus, per il 2022 non ci sarà un nuovo bonus vacanze. 

Anche quello ancora valido fino alla fine dell'anno, in realtà è stato richiesto entro dicembre 2020. L'utilizzo del bonus vacanze invece è stato prorogato fino all'ultimo giorno dell'anno 2021. Nel frattempo però sono state introdotte delle novità che permettono di spendere il bonus vacanze non solo direttamente nelle strutture ricettive, ma anche presso tour operatore, agenzie viaggi e operatori web che offrono pacchetti completi inclusi di soggiorno.

Per chi allora ha un bonus vacanza ancora nel portafoglio dell'appIO ed ha intenzione di spenderlo, ha ancora tempo qualche settimana. E perchè non pensare ad una settimana bianca, oppure alle vacanze di Natale? Chi, in possesso del bonus vacanze non l'utilizzerà nei termini previsti, lo perderà non essendo più valido dal 1 gennaio 2022. 

Bonus vacanze: rewind della misura

Il bonus vacanze fu introdotto nel 2020 come una delle misure per incentivare gli italiani ad effettuare le loro vacanze presso strutture alberghiere che, a causa del lockdown e dello slittamento della partenza della stagione estiva, rischiavano di saltare.

Nato con il decreto rilancio, tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia potevano richiedere il bonus vacanze, purchè in presenza di un ISEE valido e non superiore a 40.000 euro

Il bonus vacanze si poteva richiedere scaricando l'app IO ed accedendo alla voce bonus vacanze. Solo se, a seguito della richiesta del bonus, il sistema rintracciava una DSU presente con un ISEE valido ed in corso di validità, senza omissioni o errori, e riconosceva il bonus vacanze, il cui importo è in funzione dell'ampiezza del nucleo famigliare.

Rispetto ai 2.6 miliardi di euro stanziati solo 840 milioni sono stati usati per richiedere il bonus vacanze, e non tutti sono stati spesi.

Bonus vacanze: qual è l'importo

Il bonus vacanze è un voucher destinato alle famiglie residenti nel territorio italiano che effettuano una vacanza presso una struttura turistica alberghiera in Italia. L'importo del bonus vacanze varia in funzione della composizione del nucleo famigliare. Anche se superando i tre componenti, il valore del bonus non cambia.

Di seguito gli importi del bonus vacanze, che se è stato richiesto, è presente nel portafoglio dell'appIO

  • 150 euro per famiglie con un solo componente
  • 300 euro per famiglie con due componenti
  • 500 euro per nuclei famigliari con tre ed oltre componenti. 

Il bonus vacanze può essere fruito da un solo componente del nucleo familiare, anche diverso da chi ha effettuato la richiesta. Importante è che l'intestatario della fattura o del documento commerciale sia lo stesso del bonus vacanze. 

Bonus vacanze: dove si trova?

Il bonus vacanze è presente nell'appIO dalla quale si è fatto la domanda. Pertanto per usare il bonus vacanze si deve avere installato sul proprio telefonino l'appIO. Questa si scarica come una normale app, ma per accedere si deve avere un'identità digitale, come lo SPID, oppure la carta d'identità elettronica o la carta nazionale dei servizi.

Nella sezione portafoglio, si ritrova il "tagliando" del bonus vacanze con il relativo importo in base alla composizione del nucleo famigliare alla data di presentazione della domanda stessa. Nel caso in cui il nucleo famigliare sia variato dopo la domanda del bonus, già caricato sull'app IO, il bonus potrà essere usufruito anche con il nuovo nucleo famigliare, in quanto una delle FAQ dell'Agenzia delle Entrate indica che non è obbligatorio che per usufruire il bonus vacanze partecipi alla vacanza l'intero nucleo famigliare.

Il bonus vacanze quindi si trova come codice univo identificativo nell'appIO oppure sotto forma di codice QR. Con la funzione condividi può essere inoltrato a qualsiasi componente del nucleo famigliare come dichiarato nella DSU ai fini dell'ISEE. Chiunque del nucleo famigliare, pruchè maggiorenne, può usare il bonus vacanze. 

Bonus vacanze 2022: come usarlo

Il bonus vacanze in scadenza a dicembre 2021, può esser usato in qualsiasi struttura ricettiva-alberghiera presente sul territorio italiano. Non si può fruire del bonus vacanze per vacanze effettuate fuori d'Italia. 

Al momento della prenotazione presso la struttura alberghiera, ci si deve accertare se il bonus vacanze è accettato e con quali condizioni. Infatti diversi alberghi richiedono un numero minimo di notti di soggiorno, oppure escludono alcuni periodi. 

Qualunque componente del nucleo famigliare può usare il bonus vacanze, purchè sia appartenente a quel nucleo indicato nell'ISEE. 

Nel 2021 è stato portato un correttivo alle modalità di fruizione del bonus vacanze ampliando i fornitori presso cui spenderlo. Non solo direttamente in albergo ma anche per acquistare pacchetti turistici presso agenzie viaggio o tour operator. Resta in vigore il vincolo di trascorrere le vacanze in Italia. 

Altre condizioni per poter usufruire il bonus vacanze è quello di spenderlo in un'unica soluzione e presso un solo fornitore di servizi alberghieri. Non si può "spezzettare" il bonus vacanze e sfruttarlo in parte presso un albergo e l'altra parte in un B&B.

Bonus vacanze: come funziona

Il bonus vacanze si divide in due componenti. Una parte, pari all'80% del valore del bonus è sotto forma di sconto diretto in albergo, sull'importo totale da pagare. L'altra componente del 20% è invece utilizzabile sotto forma di detrazione fiscale da riportare nella dichiarazione dei redditi dell'anno successivo a quello in cui si è speso il bonus.

Per titolare di un bonus vacanza di 500 euro, ci sarà uno sconto immediato all'atto del pagamento, di 400 euro, ed il restante 100 euro si potrà portare in detrazione dall'Irpef nella dichiarazione 2022. 

Il bonus può essere usato una sola volta e presso una sola struttura turistica.

Per usare il bonus vacanze si deve mostrare il QR code o comunicare il codice univoco identificativo all'atto del saldo del soggiorno. Si sconsiglia di comunicare questo codice all'atto della prenotazione oppure all'atto del pagamento dell'acconto, perchè il bonus vacanze si intende correttamente usato solo al saldo della fattura.

La fattura non deve essere necessariamente intestata al titolare del bonus vacanze. Qualora ad usarlo sia un soggetto del nucleo famigliare fiscalmente a carico del titolare del bonus ISEE, quest'ultimo potrà comunque portare in detrazione la componente del 20%, nella sua dichiarazione dei redditi. 

Bonus vacanza: attenzione alle frodi 

Il bonus vacanze è un voucher digitale che va conservato con cura sul proprio telefonino e su quelli sui quali è stato condiviso. Inoltre il bonus vacanze non va mai comunicato prima del pagamento del saldo della fattura, essendo questo il momento in cui il fornitore di servizi ricettivi alberghieri applicherà lo sconto dell'80% del valore del bonus. 

Una comunicazione accidentale del bonus vacanze prima del pagamento del saldo del soggiorno, potrebbe comportare un uso fraudolento del bonus, oppure potrebbe bruciare il bonus stesso che non può più essere usato.

Per poter invece fruire della detrazione fiscale del restante 20% si deve conservare la fattura emessa dall'albergo. La fattura dovrà essere intestata a chi porterà in detrazione la spesa oppure a chi è fiscalmente a carico del soggetto titolare del bonus vacanze.

Ci sono novità sul documento fiscale da conservare.

Fino al 2020 erano ammessi scontrino/ricevuta fiscale, nei quali doveva essere indicato il codice fiscale del componente del nucleo familiare che intendeva fruire del bonus. Dal 2021 sono ammesse solo le fatture o il documento commerciale.

Bonus vacanze: compatibilità con il bonus terme di 200 euro

Il 28 ottobre è  l'ultimo giorno in cui le strutture termali possono accreditarsi sulla piattaforma di Invitalia per poter poi accettare il bonus terme. I cittadini residenti in Italia dal 28 ottobre potranno invece contattare la struttura termale per fissare le giornate del trattamento ed usufruire di 200 euro a persona. Non ci sono vincoli di reddito, quindi non è necessario presentare l'ISEE.

Inoltre non c'è nessun click day dell'8 novembre per poter richiedere il bonus terme, in quanto tutte le strutture che si sono accreditate e che hanno ricevuto richieste di trattamento termale, potranno dall'8 novembre inserire sulla piattaforma Invitalia tutte le prenotazioni ricevute. 

Il bonus terme è compatibile con il bonus vacanze. Quindi se la struttura termale è all'interno di una struttura alberghiera, si potrà sia usare il bonus vacanze che il bonus terme. 

Il bonus terme è concesso per ogni persona maggiorenne che vogliono ricevere servizi di beauty e wellness. Così mamma e papà possono sommare 400 euro di bonus terme e se hanno anche un figlio possono avere il bonus bonus vacanze di 500 euro. 

Un bel regalo per una vacanza Natalizia in famiglia ed in salute.

Per approfondimenti sul bonus terme si legga l'articolo Nuovo Bonus 200€ per tutti senza ISEE! Click day 8 novembre.