Sono ancora molti gli italiani che hanno avuto il privilegio di ottenere il bonus vacanze 2021 senza però averlo ancora speso e in tanti, ad oggi, si domandano come è possibile utilizzarlo per prenotare le proprie vacanze last minute.

Per coloro che sono riusciti ad ottenere il bonus vacanze 2021, infatti, è giunto il momento di fruirne: il bonus è spendibile solo fino alla fine di quest’anno e, dunque, verrà perso se non utilizzato.

Scopriamo insieme tutti i dettagli della misura introdotta l’anno scorso dall’allora Governo Conte tramite il DL n. 34/2020 (Decreto Rilancio).

In particolare, oltre ad analizzare i beneficiari e i dettagli del bonus vacanze 2021, scopriremo come utilizzarlo online, prenotando la propria vacanza sulle piattaforme di prenotazione telematica (come Booking ed Expedia).

Bonus vacanze 2021: i principali dettagli dell’agevolazione

Il bonus vacanze 2021, introdotto dal precedente Governo con la volontà di dare una scossa positiva al settore del turismo del nostro Paese, messo in ginocchio dalla pandemia di Covid-19, assume una configurazione diversa a seconda della composizione del nucleo familiare che intende richiederlo.

La misura prevede infatti, fino al 31 dicembre 2021, uno sconto su soggiorno in Italia (rigorosamente presso le strutture aderenti) che è pari a:

  • 500 euro per famiglie da tre elementi o più;
  • 300 euro per famiglie da due elementi;
  • 150 euro per nucleo familiare singolo.

Per le famiglie composte da due o più persone, il bonus vacanze 2021 potrà essere utilizzato anche da componenti dello stesso nucleo differenti dal richiedente titolare del bonus; questo significa che la vacanza può essere, ad esempio, fruita da uno dei figli, anche se a richiedere il bonus vacanze 2021 è stato uno dei genitori (o, in generale, un altro componente della stessa famiglia).

Non è dunque necessario che il richiedente partecipi al soggiorno, ma attenzione: per poter ricevere lo sconto sul soggiorno, le fatture dovranno essere compilate dall’albergatore a nome del titolare del bonus vacanze, anche se questi non è presente.

Il bonus vacanze 2021 può essere utilizzato solo una volta, con data di scadenza fissata al 31 dicembre 2021, termine che è stato stabilito grazie al decreto Milleproproghe: le motivazioni dietro alla proroga del bonus, che di fatto si può spendere anche per le prossime vacanze invernali 2021, riguardano il fatto che, su 1,5 milioni di italiani che hanno richiesto il bonus lo scorso anno, soltanto in pochi hanno avuto modo di spenderlo.

I fondi per il bonus vacanze, tra l’altro, bastavano per coprire ben 5,1 milioni di domande. Dunque, si è pensato ad una proroga, per consentire almeno a coloro che hanno richiesto il proprio voucher di utilizzarlo entro il 2021.

Occorre dunque affrettarsi e cercare di prenotare il prima possibile la propria vacanza presso strutture turistiche, agriturismi o b&b, purché convenzionati e situati in territorio italiano.

Chi sono i beneficiari del bonus vacanze 2021?

I beneficiari del bonus vacanze 2021 devono ovviamente rispettare determinati requisiti, primo fa tutti un ISEE (che deve chiaramente essere in corso di validità) che non deve superare i 40mila euro annui, da attestare grazie ad una Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU).

C’è però un dettaglio che lascerà scontenti moltissimi italiani: le domande per il bonus vacanze sono attualmente chiuse, e non si sa se e quando verranno riaperte.

Il bonus vacanze 2021, al momento, spetta dunque soltanto a coloro che sono riusciti a richiederlo entro la data del 31 dicembre 2020. Chi ha già richiesto il bonus, avrà tempo fino a fine anno per utilizzarlo.

Il bonus vacanze può essere richiesto ed utilizzato una sola volta ed in un’unica soluzione; per quanto riguarda la richiesta che può avvenire solamente una volta questo significa che, qualora il richiedente abbia già fruito del bonus, per esempio lo scorso anno, non potrà richiederlo per il 2021. 

Qualora la cifra del soggiorno sia inferiore alla cifra totale del bonus vacanze 2021, il credito del bonus restante verrà perso.

Bonus vacanze 2021 online: ecco come usarlo

Come molti sapranno, nel 2020 non era possibile usare il bonus vacanze online, per strutture alberghiere prenotate tramite piattaforme di prenotazione viaggi online, quali Booking, AirBnB, Expedia.

Non era tra l’altro possibile l’utilizzo del bonus per viaggi e soggiorni eventualmente prenotati tramite tour operator o agenzie di viaggio, anche per soggiorni in Italia.

Questo ha di fatto scontentato molti italiani, che hanno preferito non usufruire del bonus. 

Ma ci sono buone notizie per quanto riguarda il bonus vacanze 2021 e per chi ha richiesto il voucher e non ne ha usufruito lo scorso anno: grazie alle modifiche che la Legge n.126/2020 ha apportato al bonus vacanze, nel 2021 è possibile utilizzarlo anche online, sfruttando le piattaforme telematiche di prenotazione.

Possibile, inoltre, utilizzare il voucher bonus vacanze 2021 anche per prenotazioni effettuate tramite tour operator e agenzie di viaggi.

Ma come si usa il bonus vacanze 2021 per soggiorni prenotati online tramite le già citate piattaforme?

Basterà ricercare delle strutture che sono disposte ad accettare il bonus: come vedremo nei prossimi paragrafi, infatti, non tutte le strutture accettano il voucher, e dunque è bene effettuare una verifica prima di prenotare.

Come nel caso dei soggiorni prenotati tramite altri mezzi, anche in questo caso il bonus vacanze verrà applicato al momento del pagamento di quanto dovuto, come di consueto.

Per individuare più rapidamente le strutture che accettano il bonus vacanze, molti albergatori spesso aggiungono alle proprie pagine struttura sulle piattaforme di prenotazione la dicitura “Bonus vacanze, in modo da comunicare ai potenziali clienti che accetteranno di applicare lo sconto.

In ogni caso, per chiarire eventuali dubbi, prima di prenotare è bene contattare la struttura stessa per chiedere eventuale conferma circa l’accettazione (o meno) del voucher bonus vacanze 2021.

Come si usa il bonus vacanze 2021? La procedura di utilizzo

Per coloro che hanno richiesto il bonus vacanze 2021 entro la data prestabilita ed hanno dunque a disposizione il proprio voucher da utilizzare, la procedura di utilizzo è abbastanza semplice.

Al momento del pagamento, infatti, il richiedente riceverà l’80% del bonus sottoforma di sconto diretto sul soggiorno stesso. Quanto al restante 20% del bonus vacanze, potrà essere richiesto sottoforma di detrazione fiscale, utilizzando il modello F24 in sede di dichiarazione dei redditi.

Chi ha già richiesto il voucher vacanze ha a disposizione un QR code, che va mostrato all’albergatore al momento del pagamento, insieme al codice del bonus vacanze ed al codice fiscale del richiedente.

Codice univoco del bonus vacanze 2021 e codice QR sono disponibili grazie all’app IO, tramite la quale è stato possibile inviare la richiesta per il bonus vacanze 2021.

Se colui che intende fruire del bonus vacanze 2021 non corrisponde al richiedente, ma si tratta di un componente dello stesso nucleo familiare, basta farsi inviare l’immagine del codice QR dal titolare del bonus, in modo da poter mostrare il codice all’albergatore.

Quest’ultimo, infatti, avrà bisogno del codice fiscale e del QR code per poter validare il bonus vacanze 2021 (tramite apposita sezione sul sito dell’Agenzia delle Entrate): senza questi dati, lo sconto non potrà essere verificato, né tanto meno applicato sul soggiorno.

È consigliabile, da parte di coloro che intendono utilizzare il proprio voucher in tutta sicurezza, fornire il codice QR alla struttura solamente durante la procedura di pagamento, e non prima. Questo perché il bonus vacanze 2021 è strettamente legato al codice univoco il quale, se venisse utilizzato per errore in anticipo, rischierebbe di essere perduto e dunque non più fruibile.

Come già anticipato, la fatturazione dovrà avvenire necessariamente a nome di colui che ha richiesto il bonus e di cui risulta titolare: anche se ad usufruire del bonus saranno dei componenti del nucleo familiare del richiedente, la fattura dovrà avvenire a nome del titolare, cui verrà poi corrisposto il rimborso del 20% del bonus vacanze tramite la successiva dichiarazione dei redditi, utilizzando il modello F24.

L’80% del bonus, invece, viene applicato come sconto diretto sul prezzo finale del soggiorno.

Dove utilizzare il bonus vacanze 2021: le strutture aderenti all’iniziativa

In linea generale, i possessori del voucher bonus vacanze 2021 possono utilizzare il bonus in ogni struttura che abbia Codice ATECO 55 e che sia localizzata nel nostro Paese; purtroppo, però, si tratta di una indicazione relativa, in quanto non tutte le strutture alberghiere italiane hanno deciso di partecipare all’iniziativa, scontando i soggiorni per i propri clienti.

Nell’elenco delle strutture in cui spendere il proprio bonus vacanze 2021 contiamo non solo hotel, b&b e agriturismi, ma anche motel, pensioni, rifugi, case vacanza, bungalow, ostelli e cottage.

Il problema è che,  però, come abbiamo appena accennato, non tutte le strutture sopracitate accettano il bonus vacanze 2021. La scorsa estate, per esempio, molte sono state le polemiche legato al fatto che, in media, soltanto una struttura su 4 ha concesso ai propri clienti di sfruttare il voucher bonus vacanze.

È dunque consigliabile verificare, prima ancora di procedere con la prenotazione, che la struttura dove si intende soggiornare faccia parte delle strutture che accettano il bonus, per evitare spiacevoli sorprese al momento del saldo del soggiorno.

Ricordiamo, poi, che il bonus vacanze 2021 deve essere speso in un una sola struttura e che, se dovesse restare del credito residuo nel voucher, questo credito verrebbe automaticamente perduto e non potrebbe essere speso in altra struttura alberghiera.

Per ulteriori informazioni sul bonus vacanze 2021, sulle modalità di utilizzo e per ogni altro dubbio, l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione degli utenti al Guida al Bonus Vacanze, aggiornata a giugno 2021 e comodamente consultabile online. Altri dettagli sono poi consultabili grazie al tutorial messo a disposizione da IO, l'app dei servizi pubblici.