La pandemia è stato un periodo molto difficile per tutti, non solo dal punto di vista medico, ma anche da quello economico e, purtroppo, ne siamo stati tutti impotenti testimoni. Sono stati davvero in moltissimi, infatti, coloro che hanno subito un colpo non indifferente nelle proprie entrate a causa del lockdown e delle varie restrizioni necessarie per la tutela della salute pubblica.

Tra i vari reparti che hanno ricevuto un duro colpo sotto questo punto di vista vi sono sicuramente quello alberghiero e quello della ristorazione. Sin dall’inizio della pandemia, infatti, i luoghi aperti al pubblico hanno dovuto quasi completamente cessare la loro attività, salvo qualche piccola opportunità di consegnare cibo e vivande a domicilio.

Proprio per questo motivo è stato istituito il bonus vacanze con cui, nel corso del 2020, molti italiani hanno avuto comunque la possibilità di staccare da un periodo così nero facendo riprendere anche un po’ l’andamento dell’economia, seppur nei limiti. Tale bonus, però, è stato confermato anche quest’anno per poter permettere di utilizzare i voucher non ancora adoperanti dagli aventi diritto.

“Il bonus vacanze 2021 potrà essere utilizzato fino al 31 dicembre 2021, grazie alla proroga contenuta nel decreto milleproroghe. Vediamo come funziona il bonus vacanze 2021 e se è possibile richiederlo di nuovo. Ricordiamo che il bonus vacanze, o bonus vacanza, è una tax credit vacanze di 500 euro che può essere utilizzata per soggiornare nelle strutture aderenti.”

Queste, infatti, le parole di apertura con cui Idealista ci informa della possibilità di poter godere anche quest’anno del voucher messo in palio dal governo. Una notizia che renderà sicuramente felici tutti coloro che lo scorso anno non sono riusciti a utilizzarlo nonostante fossero risultati beneficiari.

Sul sito dell’Agenzia dell’Entrate è inoltre possibile trovare tutte le informazioni necessarie per meglio comprendere l’importanza di tale bonus. Ivi, infatti, è possibbile trovare le seguenti indicazioni:

“Il bonus può essere richiesto e viene erogato esclusivamente in forma digitale. Per ottenerlo è necessario che un componente del nucleo familiare sia in possesso di un’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CIE 3.0 (Carta d’Identita Elettonica). Al momento della richiesta del bonus, infatti, si dovranno inserire le credenziali SPID e successivamente fornire l’Isee.”

Un argomento che necessita comunque della giusta attenzione per poter permettere agli aventi diritto di usufruirne comodamente nel rispetto delle varie regole.

Che cos’è il bonus vacanze

Bisogna dunque analizzare nello specifico questo speciale voucher tanto decantato. Esso è una misura che è stata introdotta lo scorso anno per dare una mano al settore turistico che, durante la pandemia, è stato aspramente colpito a causa delle chiusure forzate delle strutture sparse in giro per l’Italia.

In ogni caso, oramai non è più possibile farne richiesta dato che i termini della domanda sono scaduti lo scorso anno, ma per coloro che non lo hanno adoperato è fattibile riscattarlo entro la fine del 2021.

“Il bonus vacanze torna anche per questa estate, prorogato fino a dicembre 2021, per incentivare i cittadini italiani a dedicarsi con minor preoccupazioni alle proprie, meritate, vacanze estive. L’incentivo, noto lo scorso anno grazie al Decreto Rilancio, potrà essere utilizzato per andare in vacanza presso una struttura italiana aderente all’iniziativa risale allo scorso anno.”

Esso si basa sul decreto legge n. 34 del 2020 (decreto Rilancio) ed è un’iniziativa volta a favorire quelle famiglie con un ISEE non superiore a 40.000 euro annui. Tale voucher, inoltre, è entrato in vigore il 1° luglio del 2020 e inizialmente avrebbe dovuto avere scadenza lo scorso anno, ma, fortunatamente, è stato prorogato fino alla fine del 2021 per consentire di smaltire quelli non ancora adoperati da parte di moti cittadini.

Una soluzione che risulta essere congeniale sia per le persone che hanno il diritto ad adoperare il loro voucher, sia per tutti gli albergatori aderenti all’iniziativa che in tal modo potranno avere un’entrata sicura nelle proprie casse anche per quest’inverno.

Caratteristiche del bonus vacanze 2021

Come lo scorso anno, anche per il 2021 il bonus vacanze ha delle demarcazioni e delle limitazioni ben precise da dover rispettare. Tra di esse vi è sicuramente da ricordare la suddivisione dello sconto a cui l’utente è abilitato.

“l bonus è fruibile nella misura dell’80% sotto forma di sconto per il pagamento dei servizi prestati dal fornitore e per il 20% come detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi.” 

Questo, infatti, è quanto si può leggere all’interno della documentazione fornita dalla stessa Agenzia dell’Entrate. Il testo in questione è in grado, infatti, di fornire tutte le spiegazioni necessarie del caso in maniera semplice e lineare.

Ma come è impostato tale bonus? Di seguito si può facilmente vedere la struttura di questo finanziamento rivolto alle categorie meno abbienti: per chi ha nel proprio nucleo familiare ha 3 o più persone saranno destinati 500 euro; a chi ha nella propria famiglia solo 2 persone spetteranno 300 euro; chi, infine, è da solo potrà avere a propria disposizione 150 euro.

Naturalmente, la domanda è ormai scaduta da un pezzo. Coloro che l’hanno presentata, però, hanno dovuto farlo in maniera telematica tramite l’app Io. Altri elementi che si sono rivelati indispensabili, oltre all’ISEE, sono stati l’identità SPIDla carta d’identità digitale. Quest’ultima, in particolar modo, risulta rilevante in moltissime iniziative governative.

Come adoperare i voucher inutilizzati

Risulta al momento indispensabile adoperare i voucher ancora in possesso dell’utenza che non ha avuto modo di utilizzarli durante lo scorso anno.  Non sono stati, infatti, usati tutti quelli emessi dal governo e ce lo dimostra bene informazione.it:

“Al 17 novembre 2021, i bonus utilizzati erano 1.198.081, quasi 700mila in meno di quelli generati, mentre le risorse complessive stanziate dal governo per la misura erano di 2,4 miliardi di euro, molto più di quelle utilizzate. I FONDI RIMASTI - Al 31 dicembre 2020, ultima data utile per chiedere il beneficio, erano 1.885.802 i bonus generati, per un valore complessivo di 829.431.050 euro.” 

Risulta, dunque, necessario per i vari avventori far fruttare al più presto un bonus che si è rivelato utile sotto molti punti di vista. Il voucher in questione, infatti, non solo ha permesso a molti di usufruire di vacanze e servizi pur attraversando un momento difficile dal punto di vista economico, ma anche dato una grossa mano al settore turistico in crisi a causa della pandemia.

Bisogna, inoltre, ricordare che non è possibile usare il bonus vacanze 2021 suddividendolo in diverse spese. Esso, infatti, deve essere necessariamente adoperato in un’unica soluzione presso una sola struttura turistica. Basterà, infatti, mostrare all’albergatore il QR code presente nella propria app IO per poter servirsi dei suoi benefici. Inoltre, bisogna mostrare al momento del pagamento anche il proprio codice fiscale.

Dettagli del bonus vacanze 2021

Esattamente come lo scorso anno, anche per quest’ultimo mese del 2021 l’importo del voucher preso in esame andrà a suddividersi in due porzioni. L’80%, infatti, sarà disponibile nell’immediato sotto forma di sconto. Questo lo si può rilevare al momento del pagamento presso la struttura alberghiera che si è utilizzata.

L’altro 20% rimanente, invece, sarà possibile averlo sotto la veste di detrazione fiscale. Sarà, infatti, visibile durante la dichiarazione dei redditi per l’anno in corso. Elemento di cui bisogna ricordarsi al momento della riscossione per evitare di avere problemi.

Può, infine, essere adoperato presso diverse strutture quali campeggi, agriturismi, alberghi. Inoltre, lo si può utilizzare anche presso tour operator e agenzie viaggi di varia natura.

Validità del bonus vacanze

Tra le varie delimitazioni che vanno a formare questo tipo di agevolazione fiscale, vi è sicuramente anche quella che riguarda il pagamento. Infatti, si potrebbe usufruire dei suoi benefici anche all’inizio del nuovo anno, l’importante è che la data del pagamento effettivo risulti prima dello scadere del 2021.

“In tali casi, ai fini del bonus vacanze, ciò che conta è la data di effettivo pagamento del soggiorno. Lo si evince dalla guida sul bonus predisposta dall’Agenzia delle Entrate, dove si legge che in caso di acconto alla prenotazione e saldo a fine soggiorno, il bonus può essere goduto solo sulla fattura relativa all’acconto.” 

Quindi per Capodanno, per esempio, non sarà possibile prenotare nel 2021 e pagare a fine soggiorno, ovvero all’inizio del 2022. Un dettaglio importante per non rischiare di perdere il proprio voucher ed essere costretti a pagare di tasca propria l’interno soggiorno di cui si è usufruito.

Un bonus in grado di aiutare più fazioni

Il bonus vacanze 2021 ivi presentato, dunque, si è rivelato utile sotto molteplici punti di vista. L’intenzione con cui è stato progettato, infatti, era quella di dare una mano importante sia alle persone che, a causa delle restrizioni, avevano avuto poche possibilità di guadagno, sia a tutti gli operatori del settore turistico.

Quest’ultimo, infatti, insieme ad altri luoghi aperti al pubblico quali musei e cinema è stato probabilmente quello che ha pagato maggiorente sia in termini economici che in termini di immagine.

Il governo, in ogni caso, ha garantito la possibilità per gli utenti aventi diritto di adoperare un voucher che in precedenza non era stato possibile usare. Le continue zone rosse degli scorsi mesi avevano messo a dura prova anche le uscite più semplici e ciò aveva comportato per molti l’impossibilità di sfruttare questo importante aiuto finanziario.

Dando una veloce occhiata su Internet e sui siti delle varie aziende turistiche, sarà molto semplice comprendere quale siano le strutture attrezzate per accettare questo tipo di bonus. In ogni regione, comunque, sono in tanti gli albergatori disposti ad andare incontro ai clienti detenenti tale diritto. In questo modo sarà assai semplice usufruire di un aiuto in grado di permettere a una vasta quantità di persone di trascorrere una bella vacanza.