Le vacanze, insieme al meritato riposo che ne consegue, sono un elemento fondamentale nella vita di tutti, poiché permette di rigenerare le energie perse e dare nuova linfa vitale alla propria produttività.

Il famoso "Decreto Rilancio", entrato in vigore il 19 maggio 2020, ci viene in aiuto ancora una volta e mette a nostra disposizione una proroga del bonus vacanze 2021, che, come spiegheremo più avanti, potrà venire usufruito fino al 31 dicembre di quest'anno.

A questo proposito, se hai già richiesto il bonus vacanze in passato seguendo le giuste tempistiche, ma ancora non lo hai sfruttato appieno, in questo articolo andremo a ripassare tutto ciò che concerne la tanto agognata agevolazione e ogni dettaglio che ne possa facilitare l'utilizzo.

Ricordiamo infatti, prima di addentrarci nel clou della questione, che il bonus vacanze è nato per supportare le famiglie, i singoli e il settore del turismo in questo difficile periodo storico dettato dalla pandemia, quindi nei limiti delle possibilità è sicuramente vantaggioso non farsi sfuggire questa opportunità, la quale ha però regole ben definite da seguire.

Senza dilungarci oltre, andiamo a spulciare ogni caratteristica del bonus vacanze 2021.

Qual è la natura del bonus vacanze 2021?

Il bonus vacanze 2021 nasce come "tax credit vacanze" nel decreto legge n. 34/2020, il cosiddetto "decreto Rilancio" del quale abbiamo avuto modo di parlare anche poco prima.

Il bonus, il cui termine ultimo di richiesta ricadeva il 31 dicembre 2020, agisce in favore delle famiglie che possiedono determinati requisiti, che approfondiremo in seguito.

La proroga del bonus vacanze 2021 vero e proprio, nasce invece con il decreto legge n. 183/2020 (anche denominato decreto "Milleproroghe"), il quale ha appunto segnato un nuovo termine ultimo per l'utilizzo del bonus vacanze, ovvero il 31 dicembre 2021.

È vero, la stagione estiva è quasi vicina alla sua conclusione, ma molti siti in cui è possibile sfruttare l'agevolazione lavorano anche a settembre, senza contare il gran numero di posti in cui è possibile passare delle fantastiche vacanze invernali, all'insegna di un clima più permissivo anche dal punto di vista delle temperature, le quali quest'anno hanno raggiunto dei picchi veramente alti.

Quindi cos'è il bonus vacanze?

Fondamentalmente si tratta di un'agevolazione economica, rivolta a determinati soggetti e famiglie, che agisce nel momento in cui si decida di usufruire dei servizi turistici offerti in Italia, quali pernottamenti in bed & breakfast, in imprese turistico ricettive ma anche per consulenze nelle agenzie di viaggi e tour operator.

Perché nasce il bonus vacanze 2021?

Come già accennato in precedenza, questa agevolazione nasce con l'intento di sostenere e supportare il turismo interno, dopo le difficoltà affrontate in seguito all'emergenza rappresentata dalla pandemia di Covid-19.

Come sappiamo infatti, le misure volte a contrastare questa pericolosa piaga, hanno messo in ginocchio moltissime attività, le quali hanno dovuto fare i conti con continue chiusure e divieti.

L'importanza di provare a ripartire ha avuto bisogno di una spinta economica, in questo caso data dal piccolo aiuto del bonus vacanze 2021, il quale copre le spalle non solo alle attività turistiche che aderiscono, ma anche a tutti i privati che decidono di usufruirne.

Bonus vacanze 2021: a chi si rivolge?

Il bonus vacanze 2021 può essere richiesto e in seguito usufruito solamente dai nuclei familiari con ISEE massimo fino a 40.000 euro.

Se fosse necessario sapere come calcolare l'ISEE è tutto spiegato nel dettaglio in questa guida. In ogni caso è richiesta la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU), dove sono contenuti tutti i dati che faranno testo fino al 31 dicembre dell'anno successivo.

Inoltre, considerando che stiamo parlando del bonus vacanze relativo a quest'anno, è importante ricordare ancora una volta che potranno sfruttare la proroga solamente gli individui che hanno richiesto il bonus vacanze entro e non oltre il 31 dicembre 2020.

Bonus vacanze 2021: a quanto ammonta l'agevolazione?

Quando si tratta di bonus e agevolazioni economiche una delle prime informazioni che ci interessa, se non la prima, è sicuramente l'importo totale del quale potremo usufruire.

In questo paragrafo andremo a parlare proprio di importi, in riferimento al numero dei membri del nucleo familiare che andrà a richiedere il bonus vacanze 2021.

Arrivando al punto, il bonus spetta nella misura massima di:

  • 500 euro per i nuclei familiari composti da tre o più persone.
  • 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone.
  • 150 euro per quelli composti da una sola persona.

C'è inoltre un dettaglio importante relativo al beneficio del bonus: infatti quest'ultimo spetta per l'80% come sconto sull'importo dovuto a colui che fornisce il servizio turistico e per il 20% come detrazione nella dichiarazione dei redditi relativa all'anno di imposta in cui viene utilizzato il bonus vacanze (che può essere 2020 o 2021).

Pensioni & Aggiornamenti ci fornisce inoltre un utilissimo prospetto video, che in breve tempo mostra lke caratteristiche principali del bonus vacanze 2021:

Informazioni utili sul bonus vacanze 2021

In questo paragrafo tratteremo e ripasseremo brevemente quelli che sono dei dettagli importanti relativi il bonus vacanze 2021 e che a volte passano inosservati. Insomma un vademecum delle nozioni da tenere a mente quando si parla di questa agevolazione.

Andiamo a vedere quindi qualche importante informazione da ricordare:

  • Si può beneficiare della proroga al bonus vacanze 2021 solo nel caso in cui si sia già fatta richiesta nel periodo intercorso tra il primo luglio 2020 e il 31 dicembre 2020.
  • Può essere richiesto una sola volta da un solo membro della famiglia, il quale però non ha vincoli di utilizzo. Mi spiego meglio; il membro della famiglia che richiede il bonus può decidere quanti altri membri portare e se essere presente o meno durante la vacanza.
  • Il bonus vacanze 2021 può e deve essere speso solamente presso un'unica struttura turistica.
  • Nel caso in cui il costo della vacanza sia inferiore all'importo relativo al bonus spettante, il residuo non sarà più utilizzabile e le percentuali saranno applicate al corrispettivo della spesa effettuata.
  • Le spese devono venire documentate con fattura, documento commerciale o scontrino fiscale, nei quali sarà inserito anche il codice fiscale del membro della famiglia che sta usufruendo del bonus.
  • Il bonus deve essere comunicato nel momento dell'effettivo pagamento al fornitore del servizio turistico.
  • Non è chiaramente permessa la cessione del bonus a soggetti terzi per qualsivoglia ragione.
  • Bisogna assicurarsi che la struttura turistica contattata accetti effettivamente l'utilizzo del bonus.

A fronte di tutte queste informazioni, almeno dal punto di vista teorico, dovresti avere perfettamente tutto chiaro riguardo ciò che c'è da sapere sul bonus vacanze 2021.

Bonus vacanze 2021: è ancora possibile fare richiesta?

Se ti stai ponendo questa domanda, nonostante le precisazioni già esposte precedentemente, purtroppo la risposta continua ad essere negativa.

Uno dei requisiti, infatti, rimane quello di aver richiesto il bonus vacanze entro il 31 dicembre 2020, senza possibilità di proroga relativa alla richiesta, non al beneficio in sé.

Nonostante per ora sia impossibile effettuare una nuova richiesta, è importante descrivere il procedimento che sarebbe stato necessario fare prima del 31 dicembre 2021.

La richiesta del bonus vacanze 2021 andava fatta attraverso l'app IO, come ci segnala anche il sito "ticonsiglio". 

L'applicazione IO, che viene ormai utilizzata per molteplici questioni relative ai servizi pubblici, permetteva di accedere al bonus vacanze tramite SPID o CIE 3.0.

Tutto ciò dopo aver impostato un PIN di accesso di 6 cifre ed essere entrato nella sezione "Pagamenti", raggiungibile dall'area "Bonus e sconti".

Lì era infatti presente un bottone con su scritto "Richiedi Bonus Vacanze", il quale avrebbe poi permesso di fare la richiesta (del tutto digitale) seguendo passo passo l'iter descritto dalla stessa app IO.

Una volta verificati e confermati i requisiti la richiesta veniva accettata quasi immediatamente. 

Nonostante non sia più possibile effettuare seduta stante la richiesta al bonus vacanze 2021, è importante prendere nota di questi procedimenti e scaricare l'app IO, poiché con ogni probabilità sarà necessario ripeterli in futuro.

Bonus vacanze 2021: ma dove si può spendere?

A questa domanda è stata già data una risposta univoca, che però potrebbe trarre in confusione o non fornire uno spettro di possibilità abbastanza chiaro.

Ciò appurato, vediamo qualche esempio tangibile di dove è possibile usufruire dell'agevolazione:

I luoghi che passano l'esame sono gli alberghi, le pensioni, i resort, i villaggi turistici e addirittura gli ostelli della gioventù. Non vengono esclusi i rifugi di montagna, le colonie marine, i bungalow, le case per vacanze o le attività agrituristiche. Insomma, ce n'è davvero per tutti i gusti e per tutte le preferenze. Ogni beneficiario potrà scegliere, secondo le proprie esigenze, il luogo più adatto all'utilizzo del bonus vacanze 2021.

Bonus vacanze 2021: è previsto un aggiornamento per il 2022?

Pare non ci siano indiscrezioni riguardanti un possibile reiterarsi del bonus vacanze nel 2022, ma esistono alcune questioni che sarebbe utile affrontare per chiudere con chiarezza ogni dubbio. 

Come spiegato su investireoggi.it, ciò che conta per usufruire del bonus vacanze senza perderlo, è l'effettiva data di pagamento.

Nel caso in cui si decidesse infatti di prenotare alla fine di dicembre 2021, ci sarebbe il rischio o la certezza che la vacanza si svolga direttamente nel 2022.

In questo particolare caso è opportuno fare attenzione alla data di fattura del pagamento: se questa avviene prima di dicembre 2021 si potrà normalmente beneficiare del bonus vacanze 2021, ma se il pagamento dovesse avvenire nel 2022 non spetterebbe nessun tipo di agevolazione, con effettiva perdita del bonus.

Occhio quindi alle questioni "annuali", in quanto potrebbero essere ragione di problematiche facilmente evitabili tenendo presente le tempistiche.