Amazon non ha bisogno di presentazioni, si tratta di un gigante informatico nonché del principale negozio di commercio elettronico (ecommerce) disponibile online; sulla sua pagina si trova di tutto a prezzi sempre competitivi, quando non proprio convenienti. Seppure vi siano sempre più concorrenti, alcuni anche davvero agguerriti come sottolineava qualche mese fa Beniamino Pagliaro su Repubblica, lo store online con la maggior parte di utenti resta ancora - e di gran lunga - il servizio reso celebre da Jeff Bezos.

Buona parte di ciò si deve all'attenzione particolare che il portale riserva ai suoi clienti. Ampia scelta, velocità di consegna, apertura 24 ore su 24 e buoni sconto. Risparmiare su Amazon è davvero molto semplice se si ha modo di tenersi aggiornati e pronti a interagire nelle non rare occasioni nelle quali il sito mette a disposizione codici e coupon per ottenere ribassi.

Se si ha del tempo e una buona dose di pazienza, non è difficile procurarsi online buoni sconto e coupon, spesso cumulabili, spendibili su Amazon. Va messo bene in chiaro come il buono sconto Amazon che si può ottenere online è assolutamente legale e sponsorizzato dal sito stesso, lo specifica anche stintup.com che dà anche indirizzi di gruppi e siti affiliati che mettono speso buoni in palio.

Come ottenere un buono sconto Amazon online

Il meccanismo alla base dell'ottenimento del buono sconto Amazon è un pò dispendioso in termini di tempo, questo va detto fin da subito, però chiunque ami acquistare online e lo faccia con frequenza può riuscire, a fronte di un impegno tutt'altro che eccessivo, a risparmiare considerevolmente e con costanza

Il buono sconto Amazon viene distribuito solitamente in tagli da 25 o 50 euro e sovente richiede una spesa minima per poter essere utilizzato. Ciò però non significa che dobbiamo usare ogni buono sconto con un prodotto di un certo valore; i tagliandi infatti sono generalmente cumulabili, possiamo per cui tenerli da parte nell'attesa di acquistare finalmente quel prodotto, dall'importante valore, che stavamo puntando da un pò di tempo. In questa maniera, mettendo assieme buono sconto Amazon su buono sconto Amazon, potremmo ottenere un deprezzamento notevole.

Detto questo, entriamo nel merito: come è possibile ricevere questo buono sconto Amazon? Esistono numerosi metodi, tutti online - necessiteremo dunque di un computer (consigliabile) o uno smartphone con accesso a internet - e servizi reperibili in rete ma dobbiamo fare attenzione; vi sono infatti anche numerosi siti truffaldini, i quali non ci daranno alcun buono ma useranno quella leva per sottrarci dati personali e, nei casi peggiori, contaminare il nostro terminale con un fastidioso virus. Scegliere piattaforme affidabili è di importanza fondamentale, se non altro per non perdere tempo futilmente.

Dove trovare un buono sconto Amazon valido su tutto

Il buono sconto Amazon ha il vantaggio ulteriore di essere valido su ogni tipologia di prodotto tra gli innumerevoli presenti all'interno del negozio più ampio del mondo, con la sola limitazione della soglia minima di spesa con cui utilizzarlo. E dove lo trovo? Di seguito si possono trovare quelli che, probabilmente, sono i più affidabili percorsi per giungere all'agognato buono sconto Amazon

Dapprima saranno posti i metodi  più rapidi e veloci - tendenzialmente i primi due - e poi altre strade, sicuramente più lente ma ugualmente sicure e affidabili.

Dove reperire il codice per un buono sconto Amazon

Un meccanismo tra i più usati per ottenere il buono sconto Amazon è quello dei sondaggi online. Il percorso è semplice: ci si registra online, direttamente sul sito, con mail e password e si ricevono questionari via posta elettronica a cui rispondere. A ogni sondaggio completato verrà poi attribuito un punteggio. Al raggiungimento di un numero di punti sufficienti essi potranno essere convertiti in buono sconto Amazon. Un noto sito di sondaggi online è il britannico YouGov, il quale si occupa di ricerche di mercato e analisi dati. È un'azienda grande, con numerose sedi nel mondo e della quale ci si può fidare.

Naturalmente lavorano con caselle di posta elettronica, per cui dobbiamo tollerare le mail che ci invieranno; in fin dei conti, resta la strada maestra per ottenere il buono sconto Amazon. Al raggiungimento di 3000 punti YouGov potremmo ottenere un buono dal valore di 25 euro; arrivati a 5000 potremmo barattarli con uno sconto di 50 euro e poi si ripassa dal via, cercando di raggiungere queste due soglie. Una panoramica di come funzioni Yougov ce la dà il canale ALTv Recensioni, esperto in tecnologia, nel video sottostante:

Questionari non troppo invasivi

Un vantaggio di YouGov rispetto a molti concorrenti è che richiede all'utente la frequenza di partecipazione. Abbiamo fretta di ottenere il nostro buono e ci interessa marginalmente avere la casella postale piena? Possiamo richiedere di essere coinvolti più spesso possibile. Non abbiamo invece urgenza di arrivare allo sconto e preferiamo un invio più tollerabile di mail? Basterà impostare la frequenza di comunicazione su bassa.

Quanto scritto non deve spaventarci: anche con una preferenza di ricezione posta elevata, difficilmente YouGov invia più di uno o due sondaggi al giorno. Talvolta, non ne arriva nessuno nell'arco di 24 ore.

Un sondaggio di YouGov, in media, tiene impegnati per 15 minuti circa e vale 25 punti - i più rapidi - o 50 - quelli più lunghi e impegnativi, per completare i quali occorrono solitamente più di 20 minuti. Resta sottinteso che non abbiamo alcun obbligo: potremo scegliere se completare o no ogni singolo sondaggio che ci verrà inviato. Naturalmente, ogni sondaggio non completato non ci fornirà alcun punto nell'inseguimento del nostro buono Amazon.

Una volta che accettiamo di compilare il dato sondaggio, dobbiamo portarlo fino alla fine ma attenzione anche a questo aspetto: YouGov è solito tutelare la sensibilità del suo utente, inserendo quasi sempre la possibilità di rispondere con formule come "non saprei" o "preferisco non rispondere", qualora la domanda posta ci metta a disagio.

App CashKarma, e non ci pensi più

CashKarma è invece una app scaricabile dagli store online, dunque questo è un metodo utilizzabile solo tramite mobile. Anche qui dobbiamo totalizzare punti per poterli poi convertire in un buono sconto Amazon. Questa app è una sorta di aggregatore e ci chiederà di portare a termine svariate operazioni per totalizzare punti: effettuare login giornaliero e continuativo; scaricare altre applicazioni, nuovamente compilare dei sondaggi e guardare brevi video. I cosiddetti punti Karma potranno poi essere convertiti in buoni Amazon, PayPal o iTunes.

Il meccanismo qui conta molto sulla fidelizzazione, poiché per accumulare punti sarà necessario utilizzare l'applicazione quotidianamente. L'impegno in termini di tempo è più blando di quello che richiede YouGov ma anche le ricompense in punti Karma sono più contenute. È inoltre possibile invitare amici e conoscenti a scaricare l'app e, per ogni download da noi suggerito, CashKarma ci ricompenserà in punti.

Simile a CashKarma, come dice il nome, è AppKarma, messa a punto dallo stesso sviluppatore. Potremmo dire che le differenze tra le due... si limitino al nome! Principi di funzionamento e ricompense sono davvero simili e anche le richieste che ci vengono poste si assomigliano moltissimo. Questa app è più recente della precedente ma pressoché identica; per massimizzare l'ottenimento dei punti giornalieri, è possibile valutare l'installazione di entrambe.

Un buono sconto Amazon val bene un sondaggio

Alternativamente a YouGov possiamo ricorrere a Toluna, altro panel dedicato ai sondaggi che ci permette di totalizzare punti da convertire in buoni. Tramite questo sito, però, l'iter per giungere al buono sconto Amazon corre il rischio di essere ben più lungo

Toluna infatti può escluderci unilateralmente dai suoi sondaggi qualora si rendesse conto che non rientriamo nel profilo richiesto, senza accreditarci nulla oppure farceli terminare a fronte di un investimento di tempo maggiore e un ritorno inferiore. La pecca principale, però, è probabilmente la tediosa richiesta di partecipare a concorsi e lotterie ai quali si accede spendendo punti. A fronte di un ritorno promesso di maggiori punti rispetto a quelli investiti, spesso si finisce per perderli e basta. In definitiva, è molto meglio trascorrere del tempo su YouGov che qui.

A chiunque interessi ricevere un buono sconto Amazon farebbe bene a dare un'occhiata a questi portali; si tratta di metodi non troppo invasivi e sicuri per perseguire lo scopo. Ovviamente, anche la classica ricerca su Google può dare frutto, in quanto Amazon spesso mette in palio buoni sconto. In questo caso, però, dobbiamo fare molta attenzione ai siti che incontriamo; come si anticipava, non tutti sono affidabili.