Un’interessante novità è giunta alle orecchie dei cittadini italiani e riguarda il tanto odiato pagamento del bollo auto, per il quale il Governo Draghi avrebbe richiesto la cancellazione.

La cancellazione del bollo auto, però, non sarà pertinente al tributo regionale richiesto ai cittadini contribuenti per l’anno in corso, ma interesserà i debiti connessi al periodo 2000-2010.

Analizziamo assieme la natura di tale provvedimento e a chi verrà destinato, spiegando in cosa consiste il bollo auto e come ne viene calcolato l’importo nel corso del seguente articolo.

Cancellazione Bollo Auto: il provvedimento emanato dal Governo Draghi

Il provvedimento approvato dal Governo Draghi riguardo all’eliminazione delle cartelle esattoriali, dovrebbe accompagnarsi all’abrogazione del bollo auto.

“La cartella esattoriale è un atto di intimazione al pagamento e di avviso di mora diretta al cittadino contribuente con cui l’Agente della riscossione chiede il pagamento di quanto dovuto alla Pubblica Amministrazione. (www.avvocatoaccanto.com)”

In realtà, l’abrogazione del bollo auto concernente gli arretrati del periodo 2000-2010 riguarderà esclusivamente i cittadini contribuenti con un reddito non superiore ai 30mila euro inerente all’anno 2019: l’importo massimo dell’abrogazione è di 5mila euro per contribuente. Coloro che non rientreranno all’interno di tale soglia, dovranno effettuare il calcolo del bollo auto 2021 e pagare la relativa quota.

“Il bollo auto, spesso definito anche come il ‘calcolo della tassa regionale automobilistica’ è un tributo regionale il cui versamento spetta a tutti i possessori di un'auto indicati dal Pubblico Registro Automobilistico. (www.facile.it)”

Inoltre, il Governo Draghi ha promulgato un ulteriore provvedimento attinente all’eliminazione delle cartelle esattoriali e, conseguentemente, agli arretrati del bollo auto al 30 ottobre 2020.

La cancellazione del bollo auto è una delle misure pertinenti all’eliminazione dei debiti non ancora pagati relativi al periodo 2000-2010, le quali verranno ufficializzate a partire dal 30 ottobre 2021 come previsto dal Governo Draghi per il Decreto Sostegni.

Riassumiamo, pertanto, i requisiti necessari all’esonero del pagamento del bollo auto:

  • cartelle esattoriali circoscritte al periodo compreso tra il 1°gennaio 2000 e il 31 dicembre 2010
  • importo massimo della singola cartella esattoriale pari a 5mila euro
  • reddito d’imposta riferente all’anno 2019 non superiore ai 30mila euro

Per verificare l’avvenuta cancellazione del bollo auto, il cittadino beneficiario dovrà effettuare l’accesso tramite utenza SPID sul sito dell’Agenzia delle Entrate alla sezioneriscossioni”.

In conclusione, la misura diventerà operativa dal 30 ottobre 2021, anche se la procedura è stata avviata ad agosto con conseguente verifica da parte dell’Agenzia delle Entrate che si è conclusa il 20 settembre: la lista dei cittadini beneficiari sarà pubblicata il 30 novembre dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

La procedura e il funzionamento della cancellazione del bollo auto

La cancellazione del bollo auto permetterà ai cittadini beneficiari di abrogare gli arretrati e i debiti relativi al periodo 2000-2010.

Tra le cartelle esattoriali da poter eliminare, vi sono quelle inerenti come sopracitato al bollo auto, ma anche alle multe, IMU (imposta municipale unica), TASI (tributo per i servizi indivisibili), Rottamazione-ter (definizione agevolata dei carichi) e Saldo e Stralcio (accordo autonomo tra creditore e debitore).

L’importo massimo della singola cartella esattoriale è pari a 5mila euro e, all’interno di tale limite, possono rientrare anche il capitale, gli interessi e le sanzioni.

Come anticipato precedentemente, all’interno della sezioneriscossioni” del sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile consultare la propria e personale posizione sulla questione dell’eliminazione delle cartelle esattoriali, tra cui la cancellazione del bollo auto, della quale si occupa l’agente di riscossione facendo in modo che la procedura termini entro il 31 ottobre 2022.

Per maggiori informazioni, è conveniente verificare sul sito www.aci.it le indicazioni riguardanti le regioni convenzionate con ACI, Automobile Club d’Italia, e i dettagli sulle agevolazioni in materia tributaria varate per gestire lo Stato di Emergenza causato dalla pandemia di Covid-19.

In mezzo alle varie disposizioni normative, è appunto presente la cancellazione del bollo auto, la quale rientra all’interno del Decreto Sostegni che ha predisposto i seguenti interventi:

  • sospensione dei pagamenti, il cui versamento è stato posticipato al 30 aprile 2021, termine che è stato successivamente rinviato al 31 agosto 2021 dal Decreto Lavoro: i versamenti delle entrate tributarie e non in questione sono stati effettuati entro il 30 settembre 2021
  • prorogato al 30 aprile 2021 il periodo di sospensione della notificazione di nuove cartelle esattoriali e di ulteriori atti di riscossione
  • cancellazione dei debiti accumulati nel periodo 2000-2010 per i cittadini con reddito d’imposta riferente all’anno 2019 non superiore ai 30mila euro, il cui importo limite non deve oltrepassare i 5mila euro

Molti sono gli incentivi e i bonus previsti per far fronte a una situazione di crisi economica e sanitaria che attanaglia l’Italia da quasi due anni ormai, mosse e interventi nati dalla volontà di fuoriuscire da una condizione di staticità per fornire un impulso positivo ai settori lavorativi maggiormente colpiti e ai cittadini in realtà economiche più svantaggiate così da favorire le stime di crescita del PIL e dell’intero Paese.

Passiamo ad analizzare il bollo auto e il servizio di calcolo ad esso associato.

Che cos’è il bollo auto per cui è stata emessa la cancellazione?

Allo scopo di aggravare meno sulla condizione economica dei cittadini italiani, soprattutto dopo la diffusione della pandemia di Covid-19 che ha fatto insorgere una profonda crisi in tutto il Paese, il Governo Draghi ha deciso di mettere a disposizione una serie di misure agevolative come la cancellazione del bollo auto per alcuni contribuenti beneficiari.

Ma cos’è esattamente il bollo auto?

Il bollo auto è una tassa che viene pagata di anno in anno a livello regionale da coloro che risultano proprietari di una o anche più vetture munite di polizza assicurativa.

Il valore o l’importo della tassa varia a seconda della regione di residenza, inoltre, esistono dei casi in cui si risulta esenti dal pagamento del bollo auto:

  • furto, vendita o demolizione dell’auto
  • vettura a bassa emissione di CO2
  • vettura appartenente alla categoria di auto storiche o da collezione 
  • invalidità del proprietario della vettura

Per effettuare il calcolo del bollo auto, è possibile utilizzare il servizio online gestito da ACI, ovvero il Pubblico Registro Automobilistico (PRA).

Il calcolo del bollo auto e gli enti presso cui effettuare il pagamento 

La cancellazione del bollo auto, misura che diventerà operativa dal 30 ottobre 2021, consisterà nell’eliminazione dei pagamenti relativi al periodo 2000-2010 per i cittadini beneficiari, il cui reddito d’imposta riferente all’anno 2019 non risulti superiore ai 30 mila euro e le cui cartelle esattoriali prese singolarmente non oltrepassino l’importo massimo di 5mila euro.

Tutti gli altri, ossia coloro che non risulteranno in quanto beneficiari del suddetto provvedimento, dovranno pagare il tributo regionale come ogni anno, seguendo le relative procedure di calcolo.

Il servizio di calcolo messo a disposizione da ACI permette al proprietario della vettura di venire a sapere il valore dell’importo del bollo auto che è chiamato a versare alla regione, per di più tramite la sezionePagamento Anticipato” è possibile conoscere la somma di denaro da pagare direttamente nel mese di scadenza dell’ultimo bollo pagato e ancora in corso.

Il calcolo avviene attraverso l’inserimento da parte del proprietario della vettura dei seguenti dati:

  • tipo di pagamento: rinnovo di pagamento; prima immatricolazione; veicolo reimmatricolato; rientro da esenzione; riacquisto di possesso; targa prova; integrazione per complessi; pagamento integrativo; pagamento anticipato
  • tipo di veicolo: autoveicoli; rimorchi; motoveicoli; ciclomotori; minicar
  • regione residenza dell’intestatario
  • targa

Il pagamento del bollo auto può essere effettuato presso i seguenti enti:

  • fisicamente presso: Ufficio Postale; ACI; agenzia di pratiche automobilistiche; tabaccherie Lottomatica

Ma non è finita qui perché, oltre al bollo auto, esiste anche il superbollo, cioè un aumento sulla tassa che riguarda le vetture di lusso o comunque di grossa cilindrata, misura introdotta nel 2011 dal Decreto Salva Italia

Pertanto, se una vettura supera i 185 kilowatt di cilindrata, il proprietario della stessa “dovrà pagare 20 euro in più per ogni kilowatt successivo” a tale valore, la tassa è altresì dipendente dall’anno di immatricolazione.

Opinioni sulla cancellazione del bollo auto

Il bollo auto così come il superbollo sono probabilmente tra le tasse imposte ai cittadini italiani più odiate che esistano.

La notizia di un provvedimento preso dal Governo Draghi sulla cancellazione del tributo regionale ha, quindi, portato gioia nei cuori dei beneficiari.

Tale misura, però, non riguarderà tutti, ma solo una fascia della popolazione, ovvero quella economicamente svantaggiata e farà riferimento ai debiti relativi al periodo 2000-2010.

La cancellazione del bollo auto verrà attivata a partire dal 30 ottobre 2021, ma sulle piattaforme social ha già scatenato qualche malumore tra gli utenti della rete che hanno parlato dei condoni fiscali come di strumenti nati per proteggerei furbetti del quartierino” accusati di non pagare le tasse.

La medesima accusa è stata mossa nei confronti dei tamponi gratuiti effettuati per coloro che non vogliono vaccinarsi e che, quindi, hanno la necessità di sottoporsi a tampone per ottenere il Green Pass da presentare al lavoro e in tutti i luoghi al chiuso legati alla vita sociale.

In conclusione, è possibile affermare che così come ogni provvedimento emanato dal Governo, vi sono dei pro e dei contro e, innanzitutto, delle fasce di popolazione che saranno a favore delle scelte compiute oppure che obietteranno nei confronti di alcuni aspetti delle stesse.

Non resta che attendere i futuri sviluppi per verificare se il summenzionato provvedimento avrà effetti positivi sulla realtà economica dell’Italia.

Ecco un Video YouTube del Canale di “Speedy News Italia” per fare chiarezza su chi effettivamente potrà beneficiare della cancellazione del bollo auto.