La guida definitiva sulla Carta acquisti 2023: requisiti, importi e come fare domanda

A partire dal mese di luglio sarà resa finalmente operativa la Carta acquisti 2023. Ecco la guida definitiva su requisiti, importi e come fare domanda.

carta-acquisti-guida-definitiva

È stato finalmente pubblicato pochi giorni fa il nuovo decreto che introduce i nuovi buoni spesa per l’acquisto dei beni alimentari di prima necessità, la cosiddetta Carta acquisti.

A partire dal primo luglio 2023 sarà definitivamente operativa la possibilità di ricevere gli importi previsti con la Carta acquisti 2023, secondo le indicazioni fornite dal recente decreto firmato dai ministri dell’Agricoltura (Masaf) e dell’Economia.

In questo articolo puoi approfondire la guida definitiva sulla carta acquisti 2023, per comprendere quali sono i requisiti e gli importi del buono spesa, ma anche quali sono le modalità da rispettare per presentare domanda della Carta acquisti.

Carta acquisti 2023: come funziona

L’erogazione della Carta acquisti 2023 viene concessa esclusivamente con un solo contributo per ogni nucleo familiare.

Ma a cosa è destinata la carta spesa alimentare? Tale beneficio è unicamente indirizzato alla copertura di acquisti dedicati a beni alimentari di prima necessità. Dunque, si intendono esclusi da tale spesa ogni tipo di bevanda alcolica.

Va detto, tuttavia, che la Carta acquisti 2023 potrà essere utilizzata esclusivamente presso gli esercizi commerciali convenzionati che si occupano appunto della vendita di generi alimentari.

Ciò significa che per poter beneficiare del buono acquisto per la spesa, occorre prima di tuto verificare quali sono gli esercizi commerciali più vicini alla propria abitazione.

A chi spetta la carta acquisti 2023

Secondo i primi calcoli del Governo, saranno ben un milione e 300 mila i beneficiari italiani che rispondono a determinati requisiti, a cui spetterà effettivamente l’erogazione della Carta acquisti a partire dal primo luglio 2023.

Ma quali sono le condizioni da rispettare affinché un cittadino possa ottenere la carta spesa alimentare? 

In riferimento a quanto disposto dal decreto firmato dai ministri dell’Agricoltura e dell’Economia, ai fini dell’erogazione della carta acquisti 2023, saranno verificati tre aspetti, ovvero:

  • ISEE originario non superiore al limite di 15 mila euro annui;

  • iscrizione di tutti i componenti del nucleo nell’Anagrafe comunale della Popolazione residente;

  • non risultare percettori di alcune indennità alla data di pubblicazione del decreto.

Nello specifico, il decreto che ha riconosciuto l’introduzione della carta acquisti nel 2023, ha precisato che non potranno accedere alla Carta spesa alimentare quei cittadini che al momento sono beneficiari di una o più misure.

Tra queste, il Reddito di cittadinanza, il Reddito di inclusione, l’indennità di disoccupazione della Naspi o DIS-COLL o disoccupazione agricola, i Fondi di solidarietà per l’integrazione del reddito, la Cassa integrazione guadagni (cosiddetta CIG).

Inoltre, risultano essere incompatibili con il riconoscimento della Carta acquisti alimentari anche altre forme di integrazione salariale oppure di sostegno che vengono erogate nei confronti dei cittadini da parte dello Stato.

Niente domanda per la Carta acquisti 2023

In molti sono i cittadini che attendono di avere indicazioni in merito alle modalità per procedere alla presentazione della domanda per avere la Carta acquisti 2023.

Tuttavia, come predisposto dal decreto pubblicato in data 12 maggio, saranno i singoli Comuni italiani a dover selezionare i beneficiari tra i nuclei familiari residenti, in effettivo stato di bisogno.

Ciò significa che l’individuazione dei beneficiari della Carta spesa alimentare non è legata alla presentazione della domanda, bensì alle informazioni fornite dai servizi sociali ai singoli Comuni.

Leggi anche: Nuova carta acquisti da luglio 2023: esclusi i beneficiari di reddito di cittadinanza.

Carta acquisti 2023: gli importi

L’importo della Carta acquisti 2023 è pari ad un minimo di 382,50 euro. Tuttavia, la misura potrebbe essere eventualmente maggiorata, qualora si verificasse un risparmio di carte non utilizzate entro la data di ottobre 2023. 

Passiamo ora ad un ultimo aspetto relativo alla Carta acquisti 2023, ovvero: come viene erogato l’importo? 

Il contributo della Carta acquisti alimentari può essere corrisposto mediante carte elettroniche di pagamento, prepagate e ricaricabili che saranno consegnate direttamente presso gli uffici postali abilitati.

Le carte erogate verso gli aventi diritto saranno nominative e si attiveranno a tutti gli effetti a partire dal mese di luglio 2023. Va detto che, qualora non dovessero essere utilizzate entro la data del 15 settembre, l’ufficio postale provvederà al ritiro della carta.