App IO, Spid, Carta d'identità elettronica, App Free to X...tutto dimostra come si stia andando nella direzione di un'Italia più digitale. Ma non solo, il Governo ha voluto ridurre anche la circolazione del contante, spingendo si' i cittadini a usare mezzi di pagamento elettronici ma al tempo stesso combattendo l'evasione fiscale.

Tra le mosse il Bonus Cashback, il SuperCashback e la Lotteria degli Scontrini, facenti tutti parte del Piano Cashless Italia; un piano messo a punto per ottenere un duplice vantaggio:
  • un'opportunità per i cittadini di risparmiare ottenendo rimborsi sugli acquisti effettuati
  • raggiungere l'obiettivo prefissato, rendendo il paese più digitale e i pagamenti più trasparenti
I risultati raggiunti sono stati positivi, le statistiche dell'App IO confermano che dall'inizio dell'anno c'è stato un forte incremento del numero di cittadini che hanno usato carte di pagamento elettroniche a fronte degli acquisti effettuati, spinti dal "premio" che avrebbero ricevuto, ossia il "cashback" che tradotto dall'inglese significa "soldi indietro". 
Quasi nove milioni di persone hanno aderito, con un conseguente aumento delle transazioni e nuove carte di pagamento registrate. 
 
Nonostante questo, come riportato anche da ANSA, il Ministro Franco ha espresso incertezza su un eventuale prolungamento del programma Cashback nel 2022
"Non la vedrei come una misura strutturale, ora che abbiamo spinto le persone verso il mondo digitale restiamo nel digitale. Dobbiamo valutare se siamo arrivati a quel punto".
Del resto, la misura è stata sospesa fino a Dicembre. 
"Dobbiamo vedere costi e benefici" 
Il futuro resta ancora un'incognita dunque, ma nel frattempo arrivano i rimborsi "Super", la Lotteria degli scontrini continua e una nuova app per i rimborsi sui viaggi in autostrada ha preso il via. 

 Cashback come funziona

Il Piano Cashless Italia prevede due tipi di rimborsi ognuno dei quali da diritto a un diverso premio
  • un rimborso percentuale (10%) sull'importo speso. Il rimborso massimo per singola transazione é di 15 euro. Il rimborso complessivo di un semestre é di 150 euro (con un numero minimo di transazioni pari a 50)
  • il super cashback: i primi 100.000 cittadini che hanno totalizzato in un semestre il maggior numero di transazioni (con carte di credito, carte di debito, prepagate, bancomat) ricevono 1500 euro
 Chi aveva diritto e ha aderito all'iniziativa, ha ricevuto i rimborsi percentuali.
Per questo tipo di rimborso infatti era previsto l'accredito entro 60 giorni dal termine del periodo che andava da inizio anno a fine Giugno. 
 
A Luglio il tutto è stato sospeso, come da Decreto Legge 30 Giugno 2021 n°99, che andava a modificare il precedente decreto. 
 
Il super cashback invece verrà erogato nel mese di Novembre, come da programma del Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF). 

Cashback e Super Cashback

Chi non vorrebbe ricevere 1500 euro
 
Soltanto chi ha aderito all'iniziativa nel periodo indicato può usufruirne e sono coloro che hanno usato bancomat, carte di credito o altri strumenti di pagamento elettronici, a fronte di spese effettuate nei negozi o per servizi resi da professionisti o artigiani (dentisti, medici, idraulici, elettricisti). 
 
I primi centomila che hanno aderito ed eseguito un maggior numero di transazioni concorrono a una graduatoria del Super Cashback, la cui classifica è visibile nella sezione Cashback Portafoglio dell'App IO
 
Ma cosa succede se l'importo dei rimborsi totali dovuti dovesse sforare il limite delle risorse stanziate dalla legge per il programma?
Ecco che non saranno più 1500 bensì una somma minore che verrà ridotta in modo proporzionale tra i concorrenti. 
 
Novembre è ormai alle porte e i rimborsi stanno per essere erogati
 
Per chi ancora non avesse potuto partecipare, è ancora in corso la lotteria degli scontrini. 

Cashback e la lotteria degli scontrini.

Cos'è la lotteria degli scontrini? Anch'essa è legata al Piano Italia Cashless e per poter partecipare il requisito fondamentale è sempre l'uso delle carte di credito, carte di debito, bancomat e carte prepagate.
 
Sono validi tutti gli acquisti d'importo superiore a un euro, non online e per cui non sia prevista una detrazione fiscale, ad esempio un acquisto in farmacia presentando il codice fiscale. 
 
Prima dell'acquisto, bisogna munirsi preventivamente di un codice lotteria, facile da ottenere andando nella sezione apposita del sito Lotteria degli scontrini. 
Per avere il codice non è necessario registrarsi, basta inserire il proprio codice fiscale e si avrà subito il codice lotteria da presentare al commerciante nel momento dell'acquisto. 
 
Sarà premura dell'esercente associare il codice lotteria presentato allo scontrino, che potrà poi essere estratto vincendo cosi' un premio.
Le estrazioni sono settimanali o mensili e possono essere consultate sul sito Lotteria degli Scontrini o Agenzia delle Dogane e Monopoli, cui compete l'invio della comunicazione al vincitore tramite PEC o raccomandata e da allora si avrà tempo 90 giorni per la riscossione del premio spettante.
 
Mancano due mesi e mezzo alla fine dell'anno... Ecco il calendario delle estrazioni rimanenti
 
Estrazioni mensili:
  • Giovedì 11 Novembre
  • Giovedì 9 Dicembre

Premi da 25000 euro per chi compra e 20000 per il commerciante

 
Estrazioni settimanali:
  • 28 ottobre
  • 4,11,18,25 Novembre
  • 2,9,16,23,30 Dicembre
Premi da 10000 euro per chi compra e 5000 per il commerciante
 
In sperimentazione un'app rivoluzionaria: Free to X, un app utile per risparmiare sui viaggi in autostrada

Cashback autostrade: Rimborsi per rallentamenti di viaggio 

Cashback o Super Cashback? Entrambi sospesi, dal futuro incerto ma la novità è che ora ce n'è pure un altro! 
 
Ultimamente ci sono stati parecchi lavori sulle autostrade, specialmente andando verso Sud o litorale ligure.
Tantissime persone hanno subito disagi nel viaggio, restando in coda ore e ore a causa di cantieri in autostrada
I tempi di percorrenza sono aumentati ma il costo per il pedaggio è rimasto invariato, scatenando cosi numerose lamentale, soprattutto da parte di rappresentanti di commercio che per lavoro sono stati costretti a viaggiare tanto in situazioni diventate ormai insostenibili. 
 
Da qui nasce una nuova misura che prevede un rimborso proprio per queste situazioni, non si tratta dunque di un rimborso per rallentamenti di viaggio in autostrada dovuto a incidenti o cause di forza maggiore ma per cantieri che portano a restringimenti di carreggiata.
 
Il presidente Alberto Petranzan della Federazione degli agenti e rappresentanti di commercio (FNAARC) affermava: 
 
 "lo sviluppo economico passa da un'efficiente mobilità"
 
Questo nuovo Cashback, differentemente dal precedente, è un rimborso che viene dato sia per pagamenti in contanti sia per altri metodi di pagamento.
 
L'importo varia a seconda dei km percorsi e del ritardo subito. Viene calcolato un tempo medio di viaggio su una velocità media di 100 Km orari per le auto e 70 Km orari per i mezzi pesanti.
Si può ricevere un rimborso dal 25% al 100% a seconda della lunghezza del viaggio ma solo e soltanto per la rete Autostrade per L'Italia; escluse quindi le tratte di altri gestori quali ad esempio la Napoli-Salerno.
 
Riportando alcuni esempi, per un ritardo di:
  • 2 ore su 150 km si ha un rimborso del 75%
  • più di 2 ore di ritardo su oltre 500km: il rimborso è del 50%
  • 1 ora di ritardo per tratta da 50 a 90 km: rimborso del 100%
È possibile consultare la tabella con le percentuali dei rimborsi sul sito dedicato o nell'app. 
 
Cosa serve per ricevere il rimborso?
 
Per pagamenti in contanti o carte: 
  • L'app Free to X installata sul proprio telefonino
  • l'iscrizione al servizio Cashback
  • la ricevuta di pagamento ritirata al caello di uscita che va inviata tramite app
  • un documento di identità

Per chi posside il Telepass la procedura è più semplice, occorre:

  • L'app Free to X, scaricata preventivamente sul proprio telefonino
  • Il numero del dispositivo
Nell'app è presente una sorta di portafoglio virtuale nelle quale vengono cumulati gli importi che spettano per ritardi subiti in autostrada e che verranno accreditati sul proprio conto corrente a partire da Gennaio 2022.

Cashback governo: eliminato o rinnovato?

La pandemia e il periodo del lockdown avevano spinto le persone ad acquistare online usando carte di pagamento elettroniche e da qui forse potrebbe essere nata l'idea del Governo di digitalizzare tutti i pagamenti per combattere l'evasione fiscale.
 
Col boom degli acquisti online, però, i piccoli negozi di paese stavano soffrendo, molti hanno chiuso, altri hanno resistito e per stimolare l'economia si è pensato poi di favorire i commercianti attirando le persone nei negozi fisici grazie al Cashback. 
 
Probabilmente però non tutte le persone dispongono di un bancomat, motivo per cui quest'iniziativa è stata molto discussa. 
D'altra parte, non sono mancati quelli che hanno messo in tilt il sistema dei rimborsi cercando di trarne massimo vantaggio. 
 
Periodo di grandi cambiamenti quindi ma le novità probabilmente non sono finite, ci saranno nuove regole e una nuova Legge di Bilancio, nella quale verrà stabilita anche la proroga degli altri bonus più conosciuti come il bonus infissi, bonus mobili e ristrutturazione edilizia. 
 
In fin dei conti, anche questi bonus avevano lo scopo di stimolare un pagamento trasparente, infatti per usufruirne è necessaria la fattura che certifica il lavoro effettuato dal professionista. 
I prossimi due mesi saranno decisivi per saperne di più.