Come risparmiare sui detersivi? Un’altra domanda frequente in questo periodo di rincari, durante il quale fare la spesa, al supermercato o in negozio, sta mettendo alla dura prova moltissimi italiani. 

Detersivi per la lavatrice, per la lavastoviglie, per i piatti, ammorbidenti… sono tanti i prodotti ai quali pensiamo di non poter rinunciare in alcun modo, complice anche il periodo della pandemia che ci ha spinti a essere ancor più meticolosi nelle pulizie di casa. 

Non solo, perché oltre a disperarci se non abbiamo ricaricato il carrello con i nostri prodotti preferiti, veniamo indotti spesso allo spreco e cediamo alla tentazione di acquistare grandi quantità di prodotti, specialmente se in offerta. Un comportamento indotto da ottime campagne di marketing, ma che non fanno bene né al portafoglio né tanto meno all’ambiente. 

Ma, soprattutto, dove comprare i detersivi e risparmiare effettivamente? Le soluzioni esistono, ma in alcuni casi richiedono un cambiamento consistente nelle nostre abitudini d’acquisto. 

Se ci si è posti questa domanda una volta, dopo una breve riflessione, non si potrà più fare a meno di risparmiare su questi prodotti, che in alcuni casi arriva al 40% se si apportano modifiche alla spesa quotidiana. 

Come risparmiare sui detersivi: cambiare le vecchie abitudini e provare metodi alternativi

Ancor prima di ragionare su nuovi metodi per fare la spesa e che potrebbero portare a un effettivo risparmio sul detersivo, vediamo quali sono alcuni trucchi che possono essere utilizzati ancor prima di finire le scorte. 

Il problema, spesso, è che abbiamo sempre la sicurezza di ottenere ciò di cui abbiamo bisogno subito, cosa che non ci permette di trovare metodi alternativi o scappatoie. Quando, per esempio, finisce il detersivo per i piatti, senza nemmeno rifletterci, prendiamo la nuova confezione e buttiamo nel cestino la vecchia. 

In una situazione del genere, la cosa più logica da fare è anche quella più saggia per preservare il portafoglio e l’ambiente. Nella vecchia bottiglietta ci sarà sicuramente ancora una traccia di detersivo: non basta far altro che aggiungere solo una goccia dalla nuova confezione e diluire tutto con acqua. Insomma, si ha a disposizione una nuova bottiglietta semplicemente avendo diluito poche tracce di detersivo (il risultato, sui piatti, rimane esattamente lo stesso). 

Inoltre, talvolta possiamo chiedere aiuto ai rimedi naturali per risparmiare sui detersivi. La nostra casa è piena di prodotti che possono essere utilizzati anche per la pulizia di superfici e vestiti. 

Per esempio, il bicarbonato, se aggiunto nella vaschetta della lavatrice, è perfetto per preservare la vividezza dei colori dei nostri capi, il sale sostituisce qualsiasi prodotto specifico per scrostare le padelle o per pulire pavimenti e piastrelle (a eccezione del marmo), l’aceto può sostituire il brillantante in lavastoviglie o prendere il posto dell’ammorbidente. 

Stiamo parlando, dunque, di rimedi naturali che costano molto meno al supermercato rispetto a detersivi e altri prodotti chimici, ma che hanno la stessa efficacia. 

Come risparmiare sui detersivi: offerte sì, ma con consapevolezza

Quando si parla di metodi per pagare di meno, come risparmiare sui detersivi, è impossibile non andare alla ricerca di vantaggiose offerte da parte di negozi e supermercati. 

Oggi esistono moltissimi metodi per approfittare di sconti vantaggiosi, grazie anche, per esempio, a coupon e codici sconto. 

Certo, approfittare di una grande offerta può sembrare una buona idea, e alcune volte lo è davvero. Altre, però, sarebbe bene confrontare i prezzi e capire quanto, nel concreto, si andrebbe a risparmiare. Molto spesso a incidere sul prezzo finale è anche la confezione o la stessa marca, quando un altro prodotto, con le stesse caratteristiche e che, dunque, assicura il medesimo risultato finale, comprato sfuso costa nettamente meno al litro. 

Come risparmiare sui detersivi cambiando le proprie abitudini di acquisto: risparmi fino al 40%

Ricollegandoci proprio con ciò che abbiamo detto alla fine del paragrafo precedente, uno dei migliori modi per risparmiare sui detersivi è senz’altro comprare il detersivo alla spina. 

In primo luogo, questa pratica è più rispettosa dell’ambiente, dal momento che riduce sensibilmente il consumo di plastica; in secondo luogo, ci permette di risparmiare sul detersivo fino almeno al 40%. 

Si tratta, infatti, di detersivi senza marca. Ciò significa niente spese per marketing e per la pubblicità che, come abbiamo visto in precedenza, ovviamente vanno a pesare sul costo finale per il consumatore. 

Bene, ma dove comprare il detersivo alla spina? I negozi che permettono di acquistare il detersivo sfuso stanno aumentando di numero in tutta Italia, ma oggi esistono anche molti e-commerce, specializzati e non, che permettono di acquistare il detersivo alla spina ricevendolo direttamente a casa. 

Leggi anche: Svelato il trucco per risparmiare sulle pulizie domestiche

Dove comprare per risparmiare sui detersivi

L’acquisto del detersivo alla spina è senz’altro il metodo più efficace per risparmiare su questa tipologia di prodotti e anche per salvaguardare l’ambiente. 

È pur vero che per coloro che sono affezionati a determinati prodotti che si trovano sugli scaffali, c’è comunque la possibilità di pagare di meno sulla spesa per i detersivi. 

Acquistare al supermercato è la scelta meno conveniente. È sempre consigliabile, infatti, comprare in negozio oppure al discount. 

Anche in questi casi, attenzione alle offerte e anche a compararle con quelle presenti su internet. Molti e-commerce, ma anche colossi come Amazon, lanciano promozioni e offerte su detersivi, capsule per la lavastoviglie, ammorbidenti ecc. 

In genere, ma dipende da caso a caso, queste offerte portano un effettivo risparmio rispetto a quelle promosse al supermercato.