Bonus affitto nuovo di zecca a sostegno di alcune famiglie italiane. Oltre alle agevolazioni previste dal Governo Draghi, altri enti locali stanno confermando una serie di misure per aiutare le famiglie italiane spese per la locazione di immobili fino a 700 euro. Vediamo subito come fare domanda entro il 21/10, la soglia ISEE da rispettare per accedere al beneficio e come funziona. 

La situazione di forte crisi economica che sta colpendo le famiglie italiane, causata dal conflitto Russia – Ucraina, ha determinato un’impennata dei prezzi al consumo. Il caro bollette e l’aumento dei prezzi del carburante hanno reso necessarie una serie di misure a sostegno del reddito dei cittadini italiani. 

Oltre a questi rincari ormai purtroppo noti, si aggiunge un’altra spesa che ha subito negli ultimi anni un forte incremento. Stiamo parlando delle locazioni di immobili ad uso abitativo.

Secondo le stime di Immobiliare.it e Immobiliare.it Insights, infatti, il canone medio mensile di un trilocale si attesta intorno agli 877 euro, cioè 10.524 euro all’anno. Se si confrontano i dati con quelli relativi allo scorso anno, si può notare un aumento del 7,7%. 

Per lo stesso trilocale lo scorso anno la spesa prevista era 9.768 euro, in pratica 814 euro mensili. Stiamo parlando esclusivamente delle spese sostenute per l’affitto senza tenere in considerazione i costi per Bollette di luce e gas.

Alla luce di ciò, non soltanto il Governo ha deciso di porre in essere contributi a sostegno delle famiglie italiane, ma arrivano in soccorso varie agevolazioni erogate dalle Regioni e dai Comuni italiani a fare da scudo ai rincari.

È il caso del nuovo Bonus affitto pensato a livello locale da un comune italiano. Vediamo subito di quale si tratta, quali sono requisiti richiesti e come fare domanda.

Confermato il nuovo Bonus affitto per canoni fino a 700€, ISEE e questi requisiti: domande entro 21/10 

Come anticipato in apertura di articolo, il nuovo Bonus affitto non è una misura erogata dal Governo Italiano. Si concretizza, infatti, ma in un aiuto economico erogato da un Comune italiano a sostegno delle alle famiglie a basso reddito, impossibilitate a pagare il canone di affitto dell’abitazione in cui vivono. 

È il Comune di Civitanova Marche ad aver introdotto il Bonus affitto in questione. Infatti qualche giorno fa ha pubblicato il bando per usufruire del Bonus affitto relativo ai canoni di locazione per alloggi privati e pubblici, escludendo dalla partecipazione al bando gli alloggi di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata. 

Il bando, approvato con atto di G.C. del 13/09/2022 da attuazione all' accesso ai contributi ad integrazione dei canoni di locazione, fondo ex Legge n° 431/98 art. 11, ed è rivolto agli affittuari di alloggi in locazione sia privata che pubblica, ad eccezione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata. 

I requisiti richiesti per poter accedere al nuovo Bonus Affitto prevedono: la residenza nel comune marchigiano, la sottoscrizione di un contratto di locazione regolarmente registrato ai sensi di legge di un appartamento, non appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 ed iscritto al N.C.E.U. inoltre, un canone previsto per la civile abitazione non superiore ai 700 euro mensili al netto degli oneri accessori.

Oltre a questi, bisogna rispettare due specifiche soglie ISEE. Vediamo nel dettaglio quali sono.

Leggi anche:

Bonus affitto, ecco i limiti ISEE richiesti per accedere al nuovo contributo

Per poter risultare beneficiari del nuovo Bonus affitto erogato dal comune di Civitanova Marche per canoni di locazione fino a 700 euro, bisognerà entrare in una graduatoria stilata in base alla maggiore incidenza del canone annuo.

Le soglie ISEE previste possono essere cosi suddivise:

  • Fascia A: ISEE in corso di validità non superiore ad €.6.085,43 contributo massimo teorico erogabile fino a € 3.042,72 (pari ad 1/2 dell’importo dell’assegno sociale 2022);
  • Fascia B: ISEE in corso di validità non superiore ad €.12.170,86 contributo massimo teorico erogabile fino a  € 1.521 (pari ad 1/4 dell’importo dell’assegno sociale 2022).

Il valore ISEE è diminuito del 20% in caso di nucleo familiare mono personale, con un solo reddito, o con una sola pensione e il contributo minimo erogabile è di 50 euro.

Leggi anche:

Bonus affitto, come si presenta la domanda 

La domanda per poter accedere al Bonus affitto del comune di Civitanova Marche può essere presentata solo compilando gli appositi modelli presenti sul sito istituzionale dal Comune o reperibili presso l’ufficio relazioni con il pubblico.

La richiesta va inoltrata dal titolare del rapporto locativo o da persona differente, purché abbia comunque residenza anagrafica nella medesima abitazione. L’agevolazione va richiesta solo da un componente per nucleo familiare.

La domanda per il Bonus affitto con ISEE dovrà essere presentata via PEC esclusivamente all’indirizzo di posta certificata del comune di Civitanova Marche (comune.civitanovamarche@pec.it) oppure spedita tramite raccomandata A.R. o inviata tramite mail ordinaria all’ufficio protocollo del comune (protocollo@comune.civitanova.mc.it) o tramite consegna a mano.