Conto corrente, aumentano costi e commissioni nel 2023: balzo record anche per l'online

Attenzione ai risparmi sul conto corrente: nel 2023 aumentano costi e commissioni, soprattutto per l'online. Come difendersi?

conto corrente costi

Spuntano nuovi rincari nel 2023: dopo la benzina, i prezzi e gli alimentari, aumentano anche i costi e le commissioni sul conto corrente degli italiani. Il risparmio è a rischio?

L'inflazione, purtroppo, sta mangiando il risparmio accumulato negli anni dai cittadini e il balzo è record soprattutto per i conti correnti online, che restano però la soluzione più conveniente allo stato attuale.

Ecco di quanto aumentano i costi e le commissioni sul conto corrente, quanto incide sul risparmio e come difendersi dall'innalzamento dei tassi di interesse delle banche.

Conto corrente, aumentano i costi e le commissioni nel 2023

Conto corrente più caro nel 2023, questa è in breve la fotografia scattata dall'indagine dell’Osservatorio SOStariffe.it e ConfrontaConti.it, che evidenziano l'aumento dei costi e delle commissioni nei primi mesi dell'anno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

A farne le spese sono i risparmi degli italiani: con un aumento pari al +7% all'anno a fine gennaio 2023 (rispetto a febbraio 2022), che sale al +26% per i conti correnti online. Questi ultimi, si confermano però un'alternativa più conveniente rispetto ai conti tradizionali.

Il rincaro per una famiglia media in Italia titolare di un conto corrente tradizionale, quindi, può arrivare sino a 130 euro all'anno (con il conto corrente online la spesa si riduce di circa 90 euro) che, sommato agli aumenti sui carburanti, sui prezzi dei generi alimentari e ai rincari sulle bollette di luce e gas va ad aggravare una situazione già difficoltosa.

Aumentano i costi di gestione del conto corrente: quanto si paga?

La domanda che tutti i risparmiatori si stanno ponendo è la seguente: quanto costa un conto corrente ad oggi? Vediamo nel dettagli quali sono i costi da sostenere per tutti coloro che hanno un conto corrente tradizionale, oppure online.

Anzitutto, nel 2023 sono aumentati i costi di gestione del conto corrente, passando al +5% per le banche tradizionale e +8% per le banche online. Sono sempre più rari, invece, i conti correnti a zero spese, ovvero quelle alternative che consentirebbero di risparmiare parecchi soldi all'anno.

Sono poi aumentate anche le commissioni che si applicano ai prelievi presso gli sportelli situati su tutto il territorio nazionale: ad oggi prelevare denaro, ma anche effettuare un versamento o un bonifico dal conto corrente costa di più.

Restano stabili, infine, i costi di mantenimento delle carte di credito o bancomat.

Conto corrente, aumentano i costi nel 2023: conviene ancora?

Conviene ancora tenere aperto un conto corrente nel 2023 nonostante l'aumento dei prezzi?

Sicuramente la spesa sarà più elevata e il risparmio di una vita potrebbe essere corroso dall'aumento dei costi e delle commissioni, ma di certo tenere i soldi in banca è l'alternativa più sicura per proteggerli dai furti.

Per quest'anno, quindi, gli italiani dovranno mettere in conto più spese sul conto corrente:

  • per i conti correnti online si prevede un aumento medio della spesa annua del +20%, con un esborso complessivo di 634 euro;

  • per i contri tradizionali, affidandosi esclusivamente all'Home banking, l'aumento atteso è pari al +5%, ovvero una spesa complessiva superiore di 116 euro rispetto allo scorso anno;

  • infine, utilizzare un conto corrente misto, online e non, è la scelta meno conveniente perché comporta un aumento delle spese annuali pari al +7% (ovvero +152 euro), mentre il rifiuto dell'utilizzo di Internet porta un aumento del +5% (193 euro all'anno) sulle spese.

Conto corrente: aumenti più significativi per famiglie, coppie e single

infine, l'analisi condotta dall’Osservatorio SOStariffe.it e ConfrontaConti.it mette in evidenza quali sono gli aumenti sul conto corrente più significativi per famiglie, coppie e single. Quanto si spende nel 2023?

Chiaramente le spese di gestione del conto corrente per una persona che vive da sola (o un single) saranno più basse rispetto a quelle di una famiglia o di una coppia (rispettivamente +25% e +26%): i single dovranno sborsare circa 46 euro in più all'anno.

Per le coppie, invece, l'aumento atteso sarà pari al +7% o +9% per un conto tradizionale, in base alle alternative che vengono predilette.

Infine, i rincari maggiori riguarderanno le famiglie: la spesa annua aumenta dell'11% per i conti tradizionali, del 6% per i conti online, oppure del 6% senza l'utilizzo di Internet.