In questi ultimi anni le banche hanno subito grandi modifiche in Italia, ma è cambiato anche l'approccio del cliente.
Accanto alla diffusione sempre più capillare dei servizi di internet e phone banking, c'è stato un altro importante mutamento nel modo di utilizzare il proprio istituto di credito.

Conto corrente: prelievi al bancomat e non più allo sportello in banca

Sempre meno clienti ad esempio entrano fisicamente in una banca se hanno bisogno di contanti, potendo alternativamente rivolgersi ad uno qualsiasi degli innumerevoli sportelli bancomat presenti un po' ovunque.

A breve però oltre 1 milione di italiani non potrà più effettuare la classica operazione di prelevare soldi presso lo sportello ATM dela proprio a banca.

Conto corrente: addio prelievi bancomat dall'1 luglio. Per chi?

Il giorno da segnalare sul calendario è quello dell'1 luglio prossimo, visto che a partite da tale data ING chiuderà tutti i suo sportelli bancomat presenti in Italia, attualmente pari a 62.

Dall'1 luglio 2021 quindi i clienti della banca olandese, pari a circa 1,3 milioni, non potranno più prelevare contanti presso un ATM con l'insegna ING come hanno fatto fino ad ora.

Una vera e proprio rivoluzione che ha gettato nello sconforto più di qualcuno, preoccupato ora per la sua operatività futura.

Bancomat: come e dove potranno prelevare i clienti ING?

A partire dall'1 luglio, i clienti ING potranno utilizzare gli sportelli bancomat di altre banche presenti sul territorio nazionale.

Da una parte si tratta di un vantaggio, visto che a partire dal prossimo mese chi ha un conto corrente presso la banca olandese potrà rivolgersi a qualsiasi ATM e non più ai soli 62 dell'insegna ING.

Una maggiore libertà che però avrà il suo prezzo, visto che il prelievo presso altri istituti di credito comporterà l'applicazione di una commissione. variabile a seconda dell'importo e della propria fedeltà ad ING.

Bancomat: quanto costerà prelevare contanti da luglio ai clienti ING?

Per chi è cliente da prima di novembre 2018, non sarà addebitato alcun costo per ciascun prelievo bancomat di importo superiore a 50 euro, mentre al di sotto di tale soglia scatterà la commissione di 0,5 euro.

Diverse le condizioni per i clienti più giovani, ossia per coloro che hanno aperto un conto corrente presso ING dopo novembre 2018.

In tal caso infatti, il prelievo bancomat sarà gratuito con il "modulo zero vincoli", cioè se con l'accredito dello stipendio o della pensione o almeno 1.000 euro al mese sul conto corrente arancio.

Diversamente, ad ogni operazione di prelievo contanti allo sportello ATM di qualsiasi banca in Italia, sarà applicata una commissione pari a 0,75 euro.

ING: rivoluzione filiali dall'1 luglio. Ecco che succederà

La rivoluzione annunciata da ING non è limitata solo all'operatività presso gli sportelli bancomat, visto che dall'1 luglio saranno chiuse anche diverse filiali del gruppo in Italia.

Gli arancio store presenti sul territorio nazionale saliranno da 13 a 17 a partire dall'1 luglio, con l'aggiunta di 6 hub.
Quanto alle 17 filiali attuali, alcune saranno chiuse completamente e si tratta di quelle presenti nelle città di Trieste, Mestre, Vicenza, Genova, Cagliari, Firenza, Catania, Bergamo, Verona e Monza.

Per altre invece è previsto un trasferimento dalla sede attuale e questo spostamento interesserà le filiali di Roma Salaria, Roma Tuscolana, di Napoli, Padova, Milano e Bologna, mentre l'unica a rimanere lì dove è ora sarà quella di Torino.

Conto corrente: clienti ING, come versare gli assegni dall'1 luglio

Infine, sempre dall'1 luglio cambierà la modalità di versamento degli assegni, visto che il cliente ING dovrà inviarli, preferibilmente con posta assicurate, al seguente indirizzo: ING, Casella Postale 10632 – 20159 Milano.