Conto deposito, conviene investire in questi strumenti di risparmio? Ecco la risposta

Conto deposito sempre più ricercato. Dopo gli aumenti dei tassi di interesse sono la soluzione più usata dalle famiglie italiane.  Ma sono veramente cosi convenienti? Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

conto-deposito-guadagno-assicurato

Conto deposito sempre più ricercato. Dopo gli aumenti dei tassi di interesse sono la soluzione più usata dalle famiglie italiane.  Ma sono veramente cosi convenienti? Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Se in questi anni siete riusciti a mettere qualche risparmio da parte, potete decidere di investirli in un conto deposito. Ma sono davvero cosi convenienti?

La crisi economica mondiale causata dalla guerra tra Russia e Ucraina ha messo in ginocchio l’intero sistema economico europeo ed italiano, a seguito delle conseguenze dovute all’aumento del prezzo del gas naturale.

Secondo i dati di Eurostat, l’inflazione ha sfiorato cifre record, determinando una netta perdita del potere di acquisto delle famiglie italiane.

In questo contesto cosi critico è stato molto difficile mettere da parte qualche risparmio. Naturalmente coloro che ci sono riusciti preferiscono mettere da parte e al sicuro i propri risparmi, evitando di investire in soluzioni troppo rischiose scegliendo di mantenere i propri soldi sui più tranquilli conti corrente.

La scelta certamente non è delle migliori a causa dei mancati guadagni che potrebbero derivare se fossero investiti in altre soluzioni.

L’altro motivo è legato alla perdita del potere di acquisto. Infatti una somma messa a deposito oggi su un conto corrente, non garantirà lo stesso valore se usata tra qualche anno. In buona sostanza, con lo stesso importo di oggi, si acquisteranno beni in numero ridotto.

Inoltre non va dimenticato il fatto che gli italiani sono restii ad investire in soluzioni finanziarie di lungo termine perché hanno una bassa propensione al rischio e ciò li porta a preferire i più tranquilli conti corrente rispetto ad altri strumenti finanziari certamente più redditizi.

Molti italiani, però negli ultimi mesi, stanno valutando e investendo i propri risparmi sui conti deposito. Ma la scelta è veramente cosi conveniente?

Vediamone le caratteristiche e quali sono i pro di questi nuovi strumenti di risparmio.

Conto deposito, conviene investire in questi strumenti di risparmio? Ecco la risposta 

Il Conto Deposito è sempre più scelto dai risparmiatori italiani, soprattutto dopo gli aumenti dei tassi di interesse. Molti infatti li considerano una delle migliori soluzioni di investimento di breve periodo attualmente in circolazione.

Ma sono davvero cosi convenienti?

Il Conto deposito è tra le soluzioni finanziarie che permettono di avere dei rendimenti su una somma di denaro depositata per un determinato periodo di tempo. esso usa i tradizionali conti corrente ma a differenza di questi non permette di effettuare nessuna delle operazioni tradizionali.

Negli ultimi mesi del 2022, gli investimenti in queste soluzioni sono cresciute del 141% rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

La motivazione principale è da ricercarsi nell’aumento dei tassi di interesse. Ad esempio  che per investimenti in conti deposito a 60 mesi il tassi di interesse è passato dall’1,75% al 4%e quelli a 36 mesi sono passati dall'1,25% al 2,96.

Naturalmente la rendita del conto, cresce all’aumentare della durata del vincolo temporale.

Se si mettono a confronto i dati tra maggio 2022 e febbraio 2023 dei tassi di interesse dei conti deposito a 6 mesi, a 12 mesi o a 18 mesi mediamente questo tipo di investimento può garantire fino al +372% di guadagno netto, rispetto al 2022.

Conto deposito, ecco gli altri motivi per cui investire in questa soluzione

Oltre ai tassi di rendimento più alti rispetto al passato, oggi l’accesso ai conti deposito è più facile. Perché?

Grazie alla riduzione dell’importo minimo richiesto per investire in queste soluzioni: fino al -52% nel caso di depositi di breve durata.

Altro vantaggiò è legato alla flessibilità. Possiamo infatti trovare un numero maggiore di conti non vincolati o con deposito svincolabile, o, conti con rendimenti più elevati a fronte del vincolo.

In sostanza con i conti non svincolabile, a differenza di uno svincolabile o libero, non è possibile richiedere la somma vincolata prima della scadenza del termine e le banche garantiscono un tasso di interesse maggiore rispetto ai conti svincolabili.

Questo perché queste ultime soluzioni permettono di poter recuperare il deposito prima della fine del vincolo.

Ad oggi, i conti depositi svincolati sono aumentati nettamente e anche il 72% delle soluzioni vincolate può beneficiare della clausola di svincolo.

Conto deposito: rapidi i tempi di liquidazione degli interessi

Altro motivo per cui risulta conveniente investire in conti deposito è la rapidità di liquidazione degli interessi.

Naturalmente va detto che variano da conto a conto e molti riconoscono la liquidazione solo a fine vincolo.

Molti altri garantiscono una liquidazione anticipata oppure periodica: trimestrale, semestrale o annuale.

La maggior parte delle banche riconoscono gli interessi ai loro clienti in tempi brevi, senza attendere la fine del vincolo. Se si considerano ad esempio conti deposito con vincolo a sei mesi per rientrare in possesso della somma e degli interessi si passa da 4,9 mesi a 4,1 mesi come tempo medio di liquidazione.