Non sembra attenuarsi la tempesta intorno a Dazn, il colosso di video streaming che ha ottenuto i diritti di trasmettere la Serie A (e non solo) per i prossimi tre anni. Dazn risarcirà tutti i clienti che hanno avuto dei disagi nel guardare alcune partite di Serie A. Vediamo quali.

Dopo le lamentele degli utenti per i disservizi relativi ad alcune partite delle primissime giornate di Serie A, ecco altri problemi in vista per Dazn. Infatti, durante le partite delle ore 18:30 del 23 settembre, Sampdoria – Napoli  e Torino – Lazio, valevoli per la quinta giornata della massima serie italiana, gli utenti si sono trovati davanti ad una schermata che recitava:

Abbiamo riscontrato un problema sull’app. Ci siamo attivati per risolverlo e ci scusiamo con tutti voi per quanto accaduto. Tutti gli utenti impattati saranno ricontattati per ricevere un indennizzo. 

Dazn, si è quindi prima scusata per i disservizi di giovedì 23 settembre, e poi ha garantito che tutti gli utenti che non sono riusciti ad accedere all’applicazione durante il disservizio potranno godere di un ulteriore mese gratuito senza alcun costo aggiuntivo.

Dazn gratis: ecco le modalità 

Tutti gli utenti di Dazn che hanno avuto problemi con l’applicazione di video streaming giovedì 23 settembre, riceveranno sulla propria casella e-mail - con la quale si erano registrati in precedenza – una comunicazione di conferma per il diritto ad usufruire di un mese gratuito. 

Il colosso di video streaming poi ribadisce:

Proseguiamo il dialogo e il confronto con la Lega Serie A in un immutato clima di collaborazione e trasparenza.

Ennesimo blackout Dazn: cosa è accaduto

Lazio – Torino e Sampdoria – Napoli, queste le due partite incriminate e oggetto di ulteriori disservizi da parte del colosso di video streaming Dazn.

Gli appassionati non hanno potuto accedere all’applicazione per oltre mezz’ora, quasi un’intera frazione di gioco. Non si è fatta attendere – come spesso accade -  l’ira dei tifosi sui social e sulle varie chat whatsapp. 

Le proteste lamentavano il disservizio, che come ben sappiamo non è la prima volta che si presenta da un mese a questa parte. Non si è fatta attendere la nota di Dazn che recitava: “Abbiamo riscontrato un problema tecnico causato da un’anomalia, stiamo cercando di risolvere al più presto”. E poi: “Tutti gli utenti danneggiati saranno rimborsati”.

La questione disservizi Dazn è arrivata anche sui tavoli rotondi della politica, con la sottosegretaria allo sport Valentina Vezzali che ha affermato: 

I problemi relativi alla trasmissione delle partite della Lega Serie A da parte di Dazn ci è stata posta subito all’attenzione da quando si è riscontrata la problematica. Naturalmente questo rientra nell’autonomia del calcio con i diritti televisivi, ma naturalmente stiamo tenendo d’occhio tutta la situazione e faremo in modo che possa risolversi tutto a vantaggio degli utenti che sono quelli che poi vogliono vedere le partite in TV e fare il tifo per la propria squadra. 

Il Codacons vorrebbe revocare i diritti TV a Dazn 

Visti i continui problemi con la visione delle partite della Lega Serie A, parecchi utenti hanno segnalato al Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti dei consumatori) i vari problemi tecnici che hanno impedito una tranquilla visione delle due partite delle ore 18 di giovedì 23 settembre.

A parlare è stato Carlo Rienzi, presidente del Codacons:

Per l’ennesima volta i tifosi non riescono a seguire in maniera decente le partite in tv a causa di anomalie della piattaforma, e pur avendo pagato un regolare abbonamento a Dazn non ricevono il servizio promesso, nonostante le rassicurazioni e gli interventi di istituzioni e politici, la situazione rimane critica e gli abbonati continuano a subire disservizi.

Rienzi, spiega che per questo motivo l’associazione ha inviato una diffida alla società inglese di video streaming per indennizzare tutti i consumatori che sono stati colpiti dal disservizio. E come se non bastasse, il Codacons è pronto a chiedere la revoca dei diritti di trasmettere la Serie A a Dazn, come scrive il sito Calcioefinanza.

Anche l’associazione Codici (Centro per i diritti del cittadino) è intervenuta sulla vicenda diritti tv e disservizi legati a Dazn, affermando che non è possibile che dopo un mese e cinque giornate di Serie A non si sia ancora risolto il problema.

Inoltre, l’associazione Codici si è anche attivata per raccogliere tutte le segnalazioni degli utenti, abbonati e non. L’associazione ha quindi avviato una class action per la richiesta dei rimborsi e del risarcimento danni per gli utenti coinvolti.

Il segretario Nazionale di Codici si è così espresso:

Non è possibile andare avanti così! E’ trascorso un mese dall’inizio del campionato di Serie A, si sono giocate cinque giornate e gli abbonati devono ancora fare i conti con i problemi di Dazn. Con giovedì possiamo dire che si è passato il limite. Gli abbonati non hanno potuto vedere per oltre mezz’ora di gioco le partite delle ore 18. 

Questo non è più un servizio, ma un disservizio. Dopo aver negato per settimane i problemi riscontrati dagli abbonati e segnalati da noi, ora Dazn cerca di salvarsi in calcio d’angolo, annunciando un non meglio precisato indennizzo.

Per approfondire l’argomento ecco un video del canale YouTube di Simone Avsim, che spiega molto chiaramente tutto il problema relativo ai diritti TV acquistati da Dazn:

Dazn e Sky: ecco dove vedere tutte le partite della sesta giornata di Serie A

La Serie A non si ferma, e dopo un infuocato turno infrasettimanale ( con polemiche annesse) ecco che le squadre tornano subito in campo per la sesta giornata della Lega Serie A pronte a darsi battaglia. 

Tre gli anticipi di oggi sabato 25 settembre: Spezia – Milan alle ore 15 sarà la partita di aperura di questa sesta giornata; a seguire il derby lombardo tra Inter e Atalanta alle ore 18; l’ultimo anticipo del sabato alle 20:45 vedrà il Verona contrapporsi al Genoa allo stadio Luigi Ferraris di Genova. 

Domani domenica 26 settembre, sarà il turno della Juventus, che nell’anticipo dell’ora di pranzo delle 12:30 sfiderà la Sampdoria di Claudio D’Aversa.

Il programma domenicale proseguirà con le tre classiche partite delle ore 15: Udinese – Fiorentina, Sassuolo – Salernitana e Empoli – Bologna. 

Ma l’attenzione è catalizzata sul big match di giornata: il derby capitolino tra Lazio e Roma, che si disputerà alle ore 18 allo stadio Olimpico. Napoli e Cagliari allo stadio Diego Armando Maradona chiuderanno la domenica calcistica di Serie A alle ore 20:45. Il posticipo di lunedì 27 settembre vedrà il Venezia dare battaglia (in casa) al Torino alle ore 20:45.

Tutte e dieci le partite saranno visibili in diretta su Dazn, con tre partite: Genoa – Verona (sabato 20:45), Juventus – Sampdoria (domenica 12:30) e il posticipo del lunedì tra Venezia e Torino (ore 20:45) che saranno trasmesse anche su Sky calcio. 

Tutta l’offerta esclusiva di Dazn

Partiamo col dire che ne ha fatta di strada la nota società inglese da quando è entrata nel mondo dei diritti TV della Lega Serie A. Infatti, solo fino alla passata stagione, Dazn aveva l’esclusiva di trasmettere in diretta solamente tre partite delle dieci che in vece normalmente formano un’intera giornata di Serie A.

Ma vediamo nel dettaglio come è strutturata l’offerta calcistica (e non solo) dell’applicazione Dazn per questa stagione (2021-2022) appena cominciata.

Come non partire dal calcio italiano. Infatti, chi sottoscriverà un abbonamento a Dazn, potrà godere di tutte e dieci le partite della Lega Serie A in programma ogni giornata di campionato

Come ben sappiamo, l’investimento è stato davvero grande per Dazn, che per ottenere la trasmissione esclusiva dei diritti della massima serie calcistica italiana, ha impegnato una somma come due miliardi e mezzo per le prossime tre stagioni. 

Una cifra davvero alta se consideriamo che ha superato l’offerta messa sul piatto da un colosso come Sky che da anni possedeva la totalità dei diritti TV per trasmettere la Serie A.

A niente era servito il rilancio di Sky (agli sgoccioli dell’estate) per trasmettere in co-esclusiva con Dazn tutte e dieci le partite della Lega Serie A , e non andare quindi a perdere una grandissima fetta di pubblico, e quindi, abbonati. 

Saranno ben sette i match in totale esclusiva per Dazn, con le restanti tre partite che saranno trasmesse in co-esclusiva con Sky calcio. Fino a qualche tempo fa invece, Dazn aveva i diritti di trasmettere le tre partite totalmente in esclusiva, quindi chi voleva godere di tutte e dieci le partite della Serie A doveva necessariamente sottoscrivere sia l’abbonamento a Sky che quello con Dazn. 

Le tre partite trasmesse da Sky saranno l’anticipo del sabato delle 20:45, la partita dell’ora di pranzo della domenica alle 12:30 e il posticipo del lunedì delle ore 20:45. 

Nella giornata odierna, sarà l’anticipo tra Genoa e Verona delle 20:45 ad essere trasmesso anche su Sky, mentre domani toccherà alla sfida delle 12:30 tra la Juventus e la Sampdoria. Per quanto riguarda il posticipo del lunedì della sesta giornata di Serie A, verrà trasmessa anche su Sky la partita tra Venezia e Torino

Non solo calcio per quanto riguarda l’offerta sportiva di Dazn. Oltre alle dieci partite della Lega Serie A, gli abbonati a Dazn potranno vedere tutte le partite della UEFA Europa League e della neonata Conference League. Senza dimenticare la Champions Legaue, visibile grazie alla collaborazione tra TimVision e Mediaset Infinity, che detiene i diritti (assieme a Sky e Amazon Prime) della massima competizione per club. 

L’offerta è davvero ricca, con i consumatori che mai come quest’anno si trovano davanti a un’ampissima possibilità di scelta per tutti i gusti e… per tutte le tasche.