Banca d'Italia ha rivisto il valore del debito pubblico finale degli anni 2015-2018 a seguito alla variazione della metodologia di calcolo adottata da Eurostat.

La variazione comporta un maggior debito a fine 2018 per 58 miliardi, mentre la revisione delle serie mensili saranno pubblicate da Banca d'Italia il 15 ottobre.

Il grafico presenta quindi un salto dovuto all'adeguamento delle stime future, linee in colore grigio, mentre i dati storici, linea rossa, sono stati provvisoriamente mantenuti ai livelli precedenti.

La tabella di affidabilità manterrà i valori passati, come riferimento per le stime affettuate, e adotterà i nuovi valori a partire dal segmento verticale rosso.

Il debito di agosto è stimato a 2.464 miliardi, mentre l'anno 2019 dovrebbe chiudere con un debito tra 2.413 e 2.425 miliardi.

Le stime Mazziero Research

Tutte le stime sono state riviste in aumento di 58 miliardi che corrisponde all'entità della revisione del debito pubblico di fine 2018 effettuate da Eurostat.

Temporaneamente l'intervallo di confidenza delle stime è ampliato a +/- 8 miliardi.

La stima ad agosto 2019: 2.464 miliardi

Intervallo confidenza al 95% compreso tra 2.456 e 2.472 miliardi

Dato ufficiale verrà pubblicato il: 15 ottobre 2019

La stima a dicembre 2019

Compreso tra 2.413 e 2.425 miliardi

Intervallo confidenza al 95%

Dato ufficiale verrà pubblicato a metà febbraio 2020