Decreto Sostegni 2022: ecco qual è la situazione dei bonus!

A breve dovrebbe arrivare il nuovo Decreto Sostegni 2022, e con esso verrà chiarita la situazione di molte misure di aiuto ai cittadini. Alcune attività hanno risentito particolarmente della pandemia, e il Governo sembra essere pronto ad aiutarle. Andiamo a vedere dunque che cosa sta accadendo.

Image

A breve arriverà il nuovo Decreto Sostegni 2022 e con esso potrebbero arrivare anche nuovi aiuti!

È ormai una cosa risaputa che l'emergenza epidemiologica ha messo in ginocchio diversi settori lavorativi, e il Governo non può chiudere gli occhi di fronte a una situazione simile.

Per questo motivo, Mario Draghi e la sua squadra di Governo, sembrano intenzionati a stanziare nuovi fondi con l'obiettivo di sostentare i cittadini più in difficoltà.

Al vaglio ci sono misure come il Reddito di Emergenza, la cassa integrazione, il mondo del turismo e dell'intrattenimento, oltre che al caro bollette e i bonus stagionali.

Tanta carne al fuoco, tanti fili che si intersecano e che il Governo deve districare per riuscire a sostenere il maggior numero d'italiani possibile.

Nessuno può e deve rimanere indietro, e l'importanza della manovra dunque assume connotazioni veramente rilevanti.

In questo articolo andremo a mettere in luce tutto ciò che c'è da sapere in proposito, cercando di sviscerare gli argomenti chiave e le loro caratteristiche.

La nuova misura sarà in grado di garantire un aiuto concreto a tutti i cittadini in difficoltà? O sarà un palliativo momentaneo? 

Prima di proseguire vi consigliamo la visione del seguente video YouTube di Redazione The Wam, nel quale si parla proprio del Decreto Sostegni 2022 e anche dei pagamenti di gennaio.

Vi consigliamo inoltre d'iscrivervi al canale per rimanere sempre aggiornati su tutte queste tematiche.

Decreto Sostegni 2022: bonus stagionali

Una categoria particolarmente colpita dalla pandemia è quella dei lavoratori stagionali, i quali non sono particolarmente tutelati dalle leggi e di conseguenza patiscono e non poco le chiusure e le restrizioni.

All'interno del decreto Sostegni 2022, dunque, è probabile che si troveranno voci sul bonus stagionali, per riuscire a sostentare il settore.

Questo andrebbe a favorire sia i lavoratori che le Partite Iva, dato che in entrambe le situazioni l'emergenza esiste e persiste.

Quel che resta da capire è quali saranno le caratteristiche del sostegno, anche se probabilmente si tratterà di aiuti a fondo perduto e aiuti proprio alle Partite Iva.

È peraltro ipotizzabile che gli aiuti possano andare in favore di alcune particolari categorie di stagionali, quelli che hanno subito una riduzione o una cessazione dell'attività lavorativa.

È chiaro a tutti che una mossa importante da parte del Governo non è solo richiesta, ma è anche necessaria.

Sono molti i lavoratori, e i datori di lavoro, che continuano a subire vessazioni da parte dell'emergenza epidemiologica che costringe a cali di fatturato e restrizioni importanti.

Dunque la decisione del Governo dovrà tenere in considerazione i costi ma anche le necessità dei cittadini, che ora possono sperare con la nuova manovra messa al vaglio.

Nei prossimi giorni potremo finalmente avere delle certezze in più, anche se è presumibile che nuovi bonus per i stagionali saranno erogati a partire dai prossimi mesi.

Decreto Sostegni 2022: Bonus Collaboratori Sportivi

Se da una parte ci sono buone notizie per gli stagionali, che potrebbero trovare un nuovo bonus grazie al decreto Sostegni 2022, non possiamo dire lo stesso per i collaboratori sportivi, che probabilmente rimarranno esclusi.

Il Bonus Collaboratori Sportivi garantiva, ai lavoratori nel mondo dello sport, un'erogazione una tantum per sostenerli nel duro periodo emergenziale.

Le ultime erogazioni sono state effettuate attorno a ottobre 2021, periodo in cui l'INPS ha potuto mettersi in pari con gli arretrati e sistemare le varie incongruenze.

In molti avevano nutriti nuove speranze con l'introduzione della nuova manovra di sostegno, ma le possibilità di vedere una nuova ondata di erogazioni si affievolisce ogni giorno di più.

Il silenzio della Vezzali rimbomba prepotentemente, e nessuna autorità di spicco si sta esponendo per riproporre la misura.

Nemmeno Sport e Salute, l'ente incaricato di erogare i fondi, si è espresso in merito, decretando di fatto il termine dell'agevolazione.

È dunque ipotizzabile che nel nuovo testo non ci saranno voci a citarla, e nemmeno fondi stanziati per favorirla, cattive notizie dunque per i collaboratori sportivi.

Decreto Sostegni 2022: lotta al caro bollette

Ogni cittadino in questo periodo ha potuto assistere all'aumento della spesa dovuta al caro bollette, e il malumore cresce ogni giorno di più.

Questo è dovuto a un incremento del prezzo del gas, che di conseguenza sta gonfiando e non poco le bollette degli italiani.

In Legge di Bilancio 2022, Mario Draghi ha cercato di tamponare il tutto inserendo alcune misure utili ad alleggerire la questione.

Tra queste troviamo la possibilità di rateizzare i pagamenti, il tentativo di abbassare il costo dell'Iva riferita al gas e, infine, l'incremento del bonus bollette.

Questo ovviamente non è bastato a sistemare le cose, e i cittadini continuano a pagare bollette con cifre talvolta esorbitanti, per alcuni proibitive.

Di conseguenza il Governo, tramite il Decreti Sostegni 2022, potrà/dovrà trovare soluzioni alternative per sistemare la questione.

All'interno del nuovo testo del Decreto è lecito dunque aspettarsi nuove misure di sostegno con lo scopo di alleggerire il peso delle bollette.

Allo stesso tempo, è molto probabile che Draghi possa intraprendere delle manovrale strutturali, più visionarie a lungo termine, che riescano a incrementare la produzione italiana del gas.

Ovviamente la strada più lungimirante è la seconda, ma questa non prescinde dalla prima la quale sarebbe più immediata e garantirebbe un aiuto istantaneo.

Infatti bisogna considerare che il periodo emergenziale è qui e ora, e dunque una misura che guarda al futuro è necessaria, ma lo è anche quella destinata a curare i problemi in modo immediato.

Decreto Sostegni 2022: la nuova cassa integrazione

Un altro tema molto spinoso è quello della cassa integrazione, da sempre sotto l'occhio del ciclone, che ora potrebbe andare incontro a nuove regole.

Queste sono state definite tramite la pubblicazione, da parte del Ministero del Lavoro, della circolare n.1 del 3 gennaio.

Attraverso questa comunicazione il Governo ha esplicitato che la platea di beneficiari della cassa integrazione verrà incrementata ulteriormente.

Infatti, non saranno più solo i lavoratori dipendenti a poterla ricevere, ma anche chi si trova in apprendistato e i lavoratori a domicilio.

Una novità veramente importante che garantisce a molti cittadini in più di poter usufruire della cassa integrazione, una misura quanto mai importante come in questo periodo.

La speranza è che con il Decreto Sostegni 2022 la platea venga ampliata ancor di più, o che comunque vengano introdotte misure di tutela anche per chi ancora non può usufruirne.

Decreto Sostegni 2022: Reddito di Emergenza

Continua a tenere banco la discussione in merito al Reddito di Emergenza, una misura molto richiesta che potrebbe ora non avere più nessun futuro.

Il REM garantiva ai beneficiari un sostegno economico, con lo scopo di aiutare i cittadini in difficoltà a causa dell'emergenza epidemiologica.

Inizialmente è stata conosciuta perlopiù per la sua incompatibilità con il Reddito di Cittadinanza, i percettori di RdC infatti non potevano giovarne.

È diventata presto un punto fermo delle misure di aiuto economico, e le ultime erogazioni sono state di quattro mensilità grazie alla proroga introdotta dal Decreto Sostegni Bis.

A dire il vero ci sono stati dei problemi a causa di alcuni ritardi non ben concepiti, è difficile pensare che una misura a carattere emergenziale possa arrivare in ritardo, ma non è questa la sede adatta per parlarne.

Ci interessa ora capire se esiste qualche possibilità di vederla riproposta grazie al Decreto Sostegni 2022, sarà possibile una proroga?

I dubbi ci sono ancora ma, per il momento, non crediamo ci siano i presupposti per vedere il Reddito di Emergenza nel corso del 2022.

Questo per diversi motivi, il primo è legato alla sua assenza in Legge di Bilancio 2022, che non la cita nemmeno una volta.

Il secondo è la mancanza d'informazioni da parte di Draghi e di qualunque organo istituzionale, un silenzio che lascia trasparire l'impossibilità di una proroga, con buona pace di chi ci spera.

Staremo a vedere comunque se sarà effettivamente così, o se il peggioramento della pandemia potrà riportarla in auge.

Decreto Sostegni 2022: contatto con positivi e indennità di malattia

Una delle misure più richieste, nonché delle più attuali, è quella che equiparerebbe la quarantena all'indennità di malattia.

Capiamo bene che le quarantene stanno mettendo a dura prova il nostro Paese, e milioni di lavoratori sono costretti tra le mura domestiche.

Il Governo ha istituito nuove regole più leggere per quanto riguarda la quarantena, soprattutto per i vaccinati.

Tutto questo però non basta a lenire la quantità di giorni trascorsi a casa, lontani dal lavoro, e molti lavoratori sono stanchi della situazione.

Il Governo però non sembra potersi permettere, a livello economico, una manovra simile e dunque nel Decreto Sostegni 2022 non dovrebbero esserci belle notizie in merito.

Decreto Sostegni 2022: quando arriva e le novità

Abbiamo dunque visto alcune delle misure di cui si è ampiamente discusso in queste settimane, le quali potrebbero essere introdotte nel Decreto Sostegni 2022.

Alcune, come abbiamo visto, ci saranno mentre altre andranno incontro a un'inesorabile fine.

Le novità ci sono e sono anche grosse, bisogna tenere conto che il Governo ha stanziato circa un miliardo di euro per finanziare la nuova manovra, che avrà dunque una portata molto rilevante.

Tale cifra però, purtroppo, non può garantire la riproposizione di tutti i bonus e di tutte le misure richieste, e questo è un dato di fatto.

Il Decreto Sostegni 2022 dovrebbe arrivare prima della fine di gennaio, salvo imprevisti dell'ultimo minuto che lo farebbero traslare di qualche settimana.

Sarà importante vedere le decisioni definitive che verranno prese, e capire se queste saranno in grado di sostenere la popolazione in questo duro periodo emergenziale.

La pandemia resiste, i cittadini cominciano a faticare, speriamo che le misure saranno in grado di sostenerli.