La fine dell’anno è ormai vicina! Così con l’arrivo dell’imminente date del 31 dicembre 2021, si chiuderà un intero capitolo legato ai contributi e alle misure economiche che aveva introdotto per quest’anno, la squadra di Governo italiano, attualmente guidato dall’ex Banchiere di Banca Centrale Europea, ovvero il Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi

Tra questi anche una serie di sostegni economici destinati ai titolari di partita IVA ma non solo, anche nei confronti di tutti i cittadini che risiedono nel territorio nazionale, con o senza figli a carico, volti a sostenere i contribuenti durante i mesi particolarmente segnati dalle conseguenze disastrose derivate dal Coronavirus.

In questo senso, diventa fondamentale per lavoratori, contribuenti, famiglie e imprenditori, comprendere al meglio quali siano i 10 bonus che sono in scadenza e le cui domande dovranno essere necessariamente presentati entro il 31 dicembre 2021.

Dunque, all’interno del seguente articolo, vedremo nel dettaglio quali sono i dieci bonus principali per tutti i cittadini, che potranno essere richiesti ed usufruiti a prescindere dal valore ISEE del proprio nucleo familiare, rispettando necessariamente la scadenza fissata per la fine dell’anno.

Quali sono i 10 bonus senza ISEE che potranno essere richiesti da tutti entro il 31 dicembre?

Dunque, prima di procedere con il riepilogo di tutti i 10 bonus senza ISEE e l’approfondimento dedicato ad ognuno di questi contribuiti economici, è fondamentale assicurarsi di capire quali sono in linea generale queste misure, a chi sono destinate e quali sono le sue peculiarità.

A questo proposito, un primo gruppo dei dieci bonus senza ISEE comprende quei contributi economici che sono stati destinati prevalentemente nei confronti di quei soggetti e di quelle famiglie, le quali non possiedono partita IVA, e che hanno deciso di effettuare degli interventi di ristrutturazione per i propri immobili, situati nel territorio nazionale.

In questo senso, rientrano in questa tipologia di bonus e di agevolazioni che potranno essere richiesti senza ISEE almeno fino al 31 dicembre i seguenti sostegni: ecobonus 2021, superbonus 110%, bonus facciate 2021, bonus verde 2021.

Inoltre, una seconda categoria di sostegni economici interessa invece quella parte di popolazione legata al sostegno alla genitorialità, ovvero quei cittadini che sono stati coinvolti dalla nascita del proprio bambino oppure dall’entrata all’interno del nucleo (nei casi di affido preadottivo, oppure di adozione). Si tratta, dunque, del bonus bebè 2021, bonus mamma domani 2021 e bonus asilo nido 2021.

Infine, una terza tipologia di misure economiche è quella che è stata formulata al fine di sostenere le spese e gli acquisti effettuati da parte delle famiglie italiane e dei cittadini, nel momento in cui necessitano di sostituire vecchi apparecchi o dispositivi elettronici. È il caso quindi del bonus mobili ed elettrodomestici 2021, bonus TV oppure bonus rottamazione TV 2021.

Ecobonus, Superbonus 110% e bonus facciate: le caratteristiche e come funzionano 

La Legge di Bilancio 2021 ha approvato la proroga delle scadenze legate alla possibilità per i cittadini contribuenti di provvedere alla richiesta per ottenere il famoso ecobonus 2021, ovvero quella detrazione fiscale di cui è possibile beneficiare esclusivamente per alcune tipologie di interventi, effettuati sugli immobili.

Nello specifico, l’ecobonus è volto ad incentivare quegli interventi edilizi volti a favorire un maggiore efficientamento energetico dell’abitazione. Per questo motivo, rientrano le seguenti tipologie di interventi: quelli legati alla riqualificazione energetica di un edificio; interventi volti alla riduzione del rischio sismico; l’installazione di impianti fotovoltaici nonché l’installazione delle colonnine che occorrono per la ricarica di veicoli elettrici.

Dunque, sulla base delle tipologie di lavoro che saranno effettuati, i cittadini richiedenti potrà ottenere dei rimborsi Irpef per la percentuale pari al 50%, 65% o 110%.

Un altro sostegno economico, di fondamentale importanza dell’ambito degli interventi edilizi, è quello del Superbonus 110%, quel contributo di incentivazione, che ha ottenuto la sua prima introduzione in seguito all’entrata in vigore del decreto-legge cosiddetto “Rilancio” avvenuta nel 19 maggio 2020. A questo proposito, grazie al meccanismo tipico del Superbonus prevede la possibilità di effettuare i lavori a costo zero per tutti i cittadini.

Infine, il bonus facciate 2021 consiste nella possibilità da parte dei cittadini richiedenti di poter accedere ad una detrazione lorda pari al 90% rispetto alle spese complessive effettuate. Gli interventi che effettivamente rientrano in questa tipologia di bonus riguardano dunque la pulizia oppure anche la tinteggiatura esterna degli edifici.

Tuttavia, come accade anche per gli altri bonus edilizi, anche in questo caso, sarà necessario documentare al meglio l'effettiva sussistenza di tutti i requisiti e le condizioni essenziali per l’accesso.

Per approfondire il tema del bonus facciate, è possibile consultare il video YouTube del Geometra Danilo Torresi:

 

Chi può accedere ai bonus senza ISEE entro il 31 dicembre per i genitori?

Tra i bonus genitori 2021 che potranno essere richiesti da parte delle famiglie italiane, a prescindere dal proprio ISEE, entro il 31 dicembre, vi sono il bonus bebè, il bonus asilo nido e il bonus mamma domani.

A questo proposito, il Bonus bebè riguarda quel contributo economico che è stato previsto fino al compimento effettivo del primo anno di vita del bambino oppure dal primo anno successivo all’ingresso nella famiglia del bambino. In tal senso, l’importo varia sulla base dell’ISEE, anche se non obbligatorio al momento della trasmissione della domanda, prevedendo la possibilità di accedere ad un assegno di 160 euro al meglio per chi ha un reddito particolarmente basso, fino a 80 euro per chi invece decide di non presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica.

Il Bonus asilo nido, invece, è destinato a quei genitori che hanno almeno un figlio di età inferiore ai tre anni e che si trovano a sostenere ogni giorno delle spese relative alla frequenza in asilo nido, che sia pubblico o privato. Anche in questo caso, il bonus cambia sulla base del valore ISEE di appartenenza con un importo massimo di 3 mila euro ed uno minimo di 2.500 euro.

Infine, il Bonus mamma domani è stato previsto in favore delle future mamme che entrano nel settimo mese di gravidanza. A questo proposito, l’importo sarà fissato a 800 euro una tantum, erogato senza alcun limite di reddito.

Bonus TV, bonus rottamazione TV e bonus mobili ed elettrodomestici: come fare richiesta entro il 31 dicembre 

Tra i bonus più recenti di quest’anno vi sono il bonus TV ed il bonus rottamazione TV 2021. Si tratta, nel secondo caso, di uno sconto del 20 per cento rispetto al prezzo di acquisto del nuovo televisore, fino ad un importo massimo di 100 euro. In questo caso, sarà possibile accedere al contributo esclusivamente nelle situazioni in cui il cittadino provveda a rottamare il vecchio apparecchio, acquistato in data precedente al 22 dicembre 2018.

Per quanto riguarda invece il bonus mobili ed elettrodomestici 2021, questo consente fino al 31 dicembre di richiedere la possibilità di percepire una detrazione, ripartita in dieci quote annuali, su un importo complessivo massimo di 16 mila euro.

In questo caso, la detrazione Irpef del 50% per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici potrà essere ottenuta soltanto se si tratta di elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, oppure di mobili e oggetti di arredamento nuovi.