Capire la differenza tra ricavo e utile risulta fondamentale per valutare il nostro investimento azionario e comprendere la solidità di un’azienda. Dovremo quindi prestare particolare attenzione a questi indicatori specialmente per quanto riguarda l’utile, dato che attraverso il suo valore sarà in grado di mostrarci  l’efficacia della gestione dei costi.

La differenza fra i due valori risiede nella considerazione dei costi. I ricavi rappresentano infatti il valore totale delle entrate, mentre il guadagno o utile è dato dalla differenza fra i ricavi e i costi di gestione di una determinata attività.

Per rendere il tutto più semplice faremo questo esempio.

L’azienda Rossi S.P.A ha venduto i suoi prodotti ricavando un totale di 100.000€. Questo valore rappresenterà il nostro ricavo. Essendo un’azienda, la Rossi S.P.A avrà comunque avuto dei costi, come l’acquisto di materiali per la produzione o spese di manutenzione. Questi costi hanno valore totale di 60.000€. Il guadagno totale, ossia l’utile, sarà quindi di 40.000€.

Davanti all’analisi di questi due dati avremo un’azienda con bilancio positivo, indicato solitamente con il termine economicità se i costi saranno stati inferiori ai ricavi, dis-economicità se i costi saranno stati maggiori dei ricavi.

Quando parleremo di ricavo ci troveremo quindi davanti al totale degli incassi, mentre l’utile non sarà altro che la differenza dei ricavi meno i costi. Grandi ricavi rappresentano quindi una possibilità in più di generare maggiore ricchezza. Non è però detto che a questi corrispondano grandi utili, dato che questi dipenderanno in parte dalla bravura nel gestire i costi aziendali.