Domotica e Smart Home, tra comodità tech e risparmio di energia

Risparmiare energia elettrica e gas con la domotica o la Smart Home è possibile, e il valore dell’immobile diventa anche più alto. Vediamo come fare.

Nell’ultimo trimestre dell’anno l’energia elettrica e il gas hanno raggiunto cifre record, e ogni famiglia prova a risparmiare sulle bollette come può.

Attraverso gli impianti di domotica e i dispositivi intelligenti di una Smart Home, questo risparmio diventa possibile, oltre a essere anche molto comodo. Ma vediamo innanzitutto qual è la differenza tra domotica e smart home, per poi vedere le percentuali di risparmio che queste tecnologie consentono. Infine daremo qualche consiglio sui primi di dispositivi da acquistare per iniziare a risparmiare in modo smart.

Domotica e smart home: differenze e quanto si risparmia

La prima distinzione che occorre fare quando si parla di case intelligenti è quella tra Domotica e Smart Home. In una casa equipaggiata di impianti di domotica è possibile rendere automatici alcuni meccanismi di funzionamento dell’immobile, come ad esempio l’apertura delle serrande ovvero l’accensione delle luci.

Questo avviene tramite appositi sensori di prossimità, che sono installati in modo tale da intercettare il nostro passaggio in una stanza oppure all’entrata del box chiuso con la serranda, che quando rileva la nostra auto nelle prossimità si alza.

Allo stesso modo, se si entra in una stanza si può configurare l’accensione delle luci, oppure la partenza della musica col nostro semplice passaggio. I sensori sono installati e collegati a una centralina che ne gestisce il funzionamento, dunque, quando parliamo di domotica, dobbiamo fare riferimento ad alcuni meccanismi che funzionano nella nostra casa senza che noi interveniamo direttamente.

Per smart home, invece, dobbiamo intendere quei processi che per funzionare non hanno bisogno di una centralina alla quale inviare i segnali di sensori appositamente predisposti. In questo caso, gli elettrodomestici, oppure le semplici lampadine, sono collegate a un meccanismo che permette loro di funzionare anche a distanza, attraverso i nostri comandi, ma tramite una connessione internet WiFi.

La differenza principale tra domotica e Smart Home sta dunque nel funzionamento del sistema: se in una smart home avremo bisogno di una connessione internet per attivare i comandi attraverso dispositivi di riconoscimento vocale, nella casa equipaggiata con la domotica potremo automatizzare molti processi attraverso un meccanismo centralizzato.

Basteranno i sensori a intercettare i nostri movimenti, oppure il comando dal nostro smartphone a garantire la regolazione intelligente di alcune funzioni.

Il risparmio di energia in una casa domotica

Quello che cambia tra casa domotica e Smart Home, dunque, è il meccanismo di fondo attraverso il quale si attivano i dispositivi.

Alcuni studi recenti hanno rilevato che il risparmio di energia elettrica che permette una casa equipaggiata con impianti domotici, arriva al 20% che tradotto in termini numerici, equivale a circa 80 euro al mese.

Sul costo del riscaldamento, o quello della climatizzazione, il risparmio va dal 30 al 35% e, dulcis in fundo, il valore immobiliare di una casa domotica è più alto del 10% rispetto a quello di una casa con impianto tradizionale. Tuttavia, avere una Smart Home, è possibile anche senza installare dispositivi domotici, e attraverso i dispositivi intelligenti connessi con rete Wi-Fi, è comunque possibile godere dei medesimi meccanismi, differenti soltanto per il comando che diamo.

Trasformare la nostra casa in una Smart Home

Attraverso dispositivi di riconoscimento vocale come Google Home e Alexa, è possibile connettere al Wi-Fi i dispositivi nella nostra casa e controllarli anche da remoto attraverso un’ app sul nostro smartphone.

Il vantaggio di dispositivi simili è quello di non dover installare per forza un meccanismo centralizzato per godere comunque di un buon impianto automatizzato.

In commercio esistono lampadine Wi-Fi che funzionano coi comandi vocali di Alexa o Google Home, così come prese intelligenti che si attivano attraverso comando attraverso il WiFi.

Gli impianti di climatizzazione possono essere controllati con dei dispositivi che regolano il loro funzionamento da remoto tramite una buona connessione WiFi, e in inverno, possiamo acquistare anche delle teste termostatiche intelligenti che vanno a gestire il riscaldamento delle abitazioni attraverso la stessa tecnologia.

Leggi anche: Energia Elettrica, Smart Home e bollette meno care di 200€: bastano questi dispositivi

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
765FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate