In Italia è comunemente chiamata Sterlina d'oro, ma il nome esatto è "Sovereign", ovvero Sovrana. Questa rara moneta britannica da 0,23 once di puro oro, circa 6,5 grammi, ha origini antichissime che risalgono a secoli fa.

Creata per la prima volta nel 1489, esattamente il 28 ottobre, quando il re Enrico VII richiese espressamente agli ufficiali della sua Royal Mint di produrre “una nuova moneta d'oro.”

All'epoca le monete d'oro erano in circolazione già da un centinaio di anni, quindi la sterlina d'oro "the Sovereign" non è stata certo la prima moneta d'oro ad essere coniata in Inghilterra, ma era ed è in assoluto la più preziosa.

Sovereign, le caratteristiche della sterlina d'oro più preziosa

Nel 1489 sul dritto della Sovrana era raffigurato un ritratto di Enrico VII sul suo trono, con indosso la veste dell'incoronazione. Sul retro erano raffigurate le armi reali, con una magnifica doppia rosa che simboleggiava l'unione di York e Lancaster dopo the Wars of The Roses.

La moneta voleva trasmettere un messaggio di stabilità e di prestigio dopo il tumulto causato dalle guerre.

Tutti i monarchi successivi scelsero di fare la stessa cosa e di coniare le loro sterline d'oro. Solo durante il regno di Giacomo I, incoronato re d'Inghilterra e di Scozia nel 1603,  la pratica si estinse.

Ma dopo che Napoleone fu sconfitto nella battaglia di Waterloo nel 1815, le autorità decisero di procedere con una revisione della moneta nazionale. Nacque così una nuova sterlina d'oro da 20 scellini a cui fu dato il vecchio nome di Sovereign.

La nuova moneta d'oro del 1817 aveva quasi la metà del peso e del diametro rispetto alla sterlina d'oro originale, ma era ugualmente molto bella. Sul rovescio era incisa un'immagine di San Giorgio che sconfigge un drago, disegnata e ideata da  Benedetto Pistrucci medaglista italiano, incisore di gemme, cammei, monete e medagli, famoso in tutto il mondo come il più celebre incisore. 

Nel 1825 l'immagine di San Giorgio venne sostituita con un'immagine più convenzionale dello stemma reale, per poi essere ripristinato durante il regno della regina Vittoria. Dal 1871 in poi, sul retro della sterlina d'oro appave o San Giorgio e il drago, o l'incisione di uno scudo. Sul dritto c'era sempre un'immagine della Regina Vittoria da giovane.

Il giubileo d'oro della regina Vittoria ebbe luogo nel 1887, quando furono svelati nuovi design per le monete d'oro e d'argento. Ancora una volta, il San Giorgio di Pistrucci fu la scelta per il retro della Sterlina d'oro e nel 1893 iniziò ad abbellire anche il retro della mezza sterlina d'oro.  

Il disegno di Pistrucci è apparso sulla Sovrana di ogni monarca dal regno della regina Vittoria in poi e rappresenta ancora oggi i più alti standard dell'arte del conio.

Nel 1914, allo scoppio della prima guerra mondiale, le sterline d'oro britanniche furono ritirate dalla circolazione perché l'Inghilterra aveva abbandonato l'oro per coniare monete.  Si riprese a coniare monete d'oro solo nel 1957 per impedire la creazione di monete contraffatte dall'Italia e dalla Siria, fiorite dopo la cessazione della produzione di monete d'oro nel 1914. 

Le moderne sterline d'oro, riprodotte dal 2000 in poi, sono diventante monete da investimento.

Perché investire in sterline d'oro?

Le monete da investimento stanno diventando un'opzione sempre più popolare tra investitori nuovi ed esperti, i quali coscientemente prevedono di vendere una parte nel breve o medio periodo.

Tra le monete da investimento ce n'è una in particolare che si distingue per essere una delle più pregiate: la Sterlina inglese d'oro. Oggi, queste sterline sono ancora una delle monete d'oro più popolari disponibili sul mercato dei metalli preziosi per gli appassionati di monete d'oro fisiche.

La sterlina d'oro può essere considerata un ottimo modo per investire il proprio denaro, in quanto la percentuale di oro presente in essa è molto più alta rispetto ai gioielli e si avvicina quasi all’oro puro. Inoltre, la storia legata alla moneta, le differenti effigi sono tutti elementi che possono far aumentare il loro valore dal punto di vista del collezionismo e della numismatica.

Investire in sterline d'oro è un ottimo modo per fornire un'assicurazione contro qualsiasi futura crisi finanziaria o contro l'inflazione. Se desideri un portafoglio veramente diversificato, investi parte del tuo patrimonio in sterline d'oro. 

Perché, tra le tante monete d’oro esistenti, la Sterlina d'oro inglese ha un ruolo particolare?

Uno dei primi motivi è sicuramente il loro valore storico. Le prime sterline d'oro britanniche furono coniate più di 500 anni fa. Furono coniate sotto il re Tudor Enrico VII nel 1489. L'attuale tipo di design con San Giorgio che uccide un drago sul retro e il monarca sul davanti fu introdotto quasi 200 anni fa nel 1816 sotto Giorgio III. 

Coniato originariamente a Londra, la Sovrana è stato coniato in tutto il mondo poiché Australia e Sud Africa sono diventati grandi produttori di oro. Le zecche di Pretoria, Bombay, Ottawa, Melbourne, Sydney e Perth hanno coniato migliaia di sterline d'oro tra la fine del 1800 e l'inizio del 1900.

A differenza degli investimenti cartacei o delle speculazioni, le sterline d'oro britannico hanno un valore tangibile reale e permanente. Pertanto, offrono due modi per creare ricchezza.

La sterlina d'oro può offrire il meglio di lingotti e numismatica in un unico investimento. Contengono la sicurezza intrinseca del lingotto o del metallo prezioso in una forma pura e possono anche offrire un potenziale di profitto aggiuntivo grazie al loro fascino estetico e storico.

Più di  9 decimi della Sovrana è formata da oro. Per comprendere: l'oro utilizzato per i gioielli è quello a 18 carati, ovvero con una percentuale di oro di 750 millesimi, ben inferiore a quello della Sterlina che, invece , si avvicina più all’oro pure, il cui titolo è di 999,9 millesimi.

L'oro è un bene rifugio perché serve a proteggere il nostro patrimonio da qualsiasi evento, anche disastroso, dei mercati.

Potresti per questo pensare di investire almeno il 5% del tuo patrimonio in oro, proprio perché questo investimento non serve a far fruttare il tuo denaro, ma a preservarlo. Se le cose nel mondo vanno male dal punto di vista economico, una parte del tuo patrimonio sarà al sicuro.

Dall’inizio del 2020 l’oro ha visto aumentare il proprio valore in risposta alla diffusione del COVID-19, diventando sempre più appetibile, perché se è vero che non produce rendimento, non comporta nemmeno alcuna spesa, inoltre il suo valore aumenta proprio nei momenti peggiori dei mercati. 

Inoltre l'oro è un bene fisico, materiale, molto diverso da altri tipi di investimenti che, in fondo, non sono altro che pezzi di carta.  

A tutto ciò si aggiunge, come accennato, il valore numismatico della sterlina d'oro, vale a dire il valore che ha nel mercato dei collezionisti e si basa sull'epoca della moneta, sulla sua rarità, sul suo stato di conservazione e sull'effige rappresentata.

Quali sono le sterline d'oro che valgono di più?

Sicuramente in primis la sterlina d'oro coniata tra 1817/1820. Queste sterline sono molto ricercate dai collezionisti. Il S.Giorgio a cavallo presente sul rovescio, infatti, è più piccola rispetto a tutte le altre. E' arduo trovare queste monete in ottima condizione, ancora di più trovarle Fior di Conio, ovvero integre perché hanno circolato pochissimo.

Avere una sterlina d'oro coniata in questi anni e fior di conio, significa avere una fortuna di migliaia di euro fra le mani. Anche avere queste monete in stato BB (bellissima), un po' consumata dall'uso ma perfettamente leggibile ed intera, può significare avere tra le mani un valore tra i 400 e i 600 euro.

La sterilna d'oro coniata in Sudafrica nel 1924 è un'altra moneta di enorme valore. Ne furono coniate a Pretoria solo 3184 esemplari. Il suo valore varia dai 1500 Euro se conservata bellissima, Bb fino ai 4/5.000,oo Euro di valore se conservata fior di Conio.  La sigla “SA”  che sta  ad indicare appunto la zecca di Pretoria,  si trova sotto lo zoccolo del cavallo di San Giorgio.

Poi c'è la sterlina d'oro coniata in Australia nel 1920. Di questa moneta ne furono coniate 360 mila esemplari. Oggi, a causa della sua rarità, ha una quotazione stratosferica. 70 mila euro se conservata Bb  fino ai 250.000,oo se fior di conio. Si suppone che non ci siano più di 5 esemplari in giro nel mondo.

La coniazione della moneta avvenne nella zecca della  città di Sydney. La "S" si trova anche in questo caso sotto lo zoccolo del cavallo di San Giorgio.

Sono proprio le caratteristiche di rarità e di difficoltà di reperimento in tutto il mondo a rendere queste monete di alto valore e più passa il tempo e più il loro valore aumenta.  

La sterlina d'oro rappresenta un ottimo investimento anche a breve termine, soprattutto se ben conservata, perché non è difficile trovare un collezionista che pagherebbe una fortuna per averla.

Dove comprare la sterlina d'oro?

Mentre il collezionista sceglie monete dal valore intrinseco prezioso, chi decide di acquistare sterline d'oro per investimento è perché vuole mettere al sicuro i propri risparmi in un bene rifugio, che rimane fermo qualsiasi cosa accada. 

Una sterlina d'oro da investimento deve essere stata coniata dopo il 1800, deve avere un grado di purezza pari a 900 millesimi e lo spread, differenza tra la quotazione e il prezzo di vendita) che sia non superiore all’80%.

Chi intende acquistare sterline d'oro come investimento, soprattutto se si tratta di un neofita, deve prestare attenzione agli esemplari falsi e anche al loro stato di conservazione. L'usura incide molto sulla valutazione delle monete, soprattutto se non si tratta di monete rare. 

La cattiva conservazione fa perdere valore alle monete, ma anche una moneta incastonata in un gioiello perde tantissimo valore.  Quando ci si approccia ad acquistare una sterlina d'oro da un privato, bisogna vagliare la legittima provenienza del pezzo e firmare una ricevuta di consegna. Quando il venditore risiede in un Paese Extra-Ue, bisogna anche conservare la bolla doganale. 

Piuttosto che acquistare da un privato, bisognerebbe affidarsi a dei professionisti del compro oro che possono consigliare l'operazione più remunerativa nel giusto momento. 

Se invece si vuole acquistare una sterlina d'oro sia per fare un investimento, che per collezione, ci si potrebbe rivolgere ad operatori specifici del settore numismatico come le case d'asta. Questo processo però potrebbe risultare più lungo e più oneroso, perchè ci sarà bisogno di perizie e certificazioni. 

Ci sono anche siti web appositi che propongono le migliori sterline d’oro sul mercato per quello che riguarda la qualità. Ci si potrebbe rivolgere anche alla propria banca per comprare sterline d’oro, ma in questo caso bisogna fare attenzione alle quotazioni ed effettuare un confronto tra quanto costa una sterlina in banca e quanto tramite il web.