La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da nuovi record per i nostri portafogli, sulla scia del buon andamento di Wall Street, dopo la firma dell'accordo con la Cina, che apre nuove prospettive di sviluppo economico a livello globale. In questo contesto, l'indice S&P500 ha chiuso venerdì scorso a 3329,62 punti, con un progresso di +47,4% negli ultimi tre anni (vedi grafico sopra). In particolare, ben 22 società appartenenti al nostro modello Top Analisti hanno messo a segno guadagni di oltre il 3% nelle ultime cinque sedute. Tra queste, spicca il forte balzo in avanti di Albemarle Corporation, quotata al Nyse con simbolo ALB e codice ISIN US0126531013, con un rialzo di +12,5% da venerdì scorso. Fondata nel 1994 ed oltre 5900 dipendenti, questa società, ha incrementato il suo dividendo per 25 anni consecutivi e opera nel settore del litio, componente fondamentale per le batterie delle auto elettriche. Attualmente il 40% della domanda mondiale di litio deriva dalle auto elettriche. Secondo i dati forniti da Roskill, le prospettive per il litio continueranno a brillare per i prossimi anni, con una crescente richiesta da parte delle aziende che producono batterie per alimentare auto elettriche, computer portatili e altri dispositivi high-tech, per un aumento previsto di oltre 650% entro il 2027. Nonostante il forte rialzo settimanale, manteniamo il titolo in portafoglio con un rating BUY. Il giudizio medio dei 15 analisti e broker che seguono il titolo è pari a HOLD (2,6) su una scala da 1 a 5 ( 1= Strong Buy, 2=Buy, 3=Hold, 4=Moderate Sell, 5=Sell) con un target medio pari a +47% per i prossimi 6-12 mesi. In aggiunta, nelle ultime settimane gli analisti di Morningstar hanno assegnato al titolo un rating di quattro stelle, con un potenziale pari a +48% rispetto al valore intrinseco calcolato.