Sempre più imprenditori e liberi professionisti sono costretti a richiedere dei finanziamenti per poter mantenere la propria attività. La crisi, infatti, ha messo a dura prova questo tipo di utenza, causando la chiusura di molte piccole e medie imprese. Dal momento che anche il denaro erogato dalle banche ha un costo, è importante scegliere con attenzione. Per individuare la soluzione più in linea con le nostre esigenze basterà prendersi del tempo per mettere a confronto i migliori prestiti offerti dalle banche, analizzandone costi e condizioni del servizio.

La crisi economica che interessa il nostro Paese ha però reso anche l’accesso al credito più difficoltoso, mettendo in seria difficoltà migliaia di aziende private, impossibilitate ad accedere a un prestito bancario e flussi creditizi erogati dagli istituti finanziari. Bnl - Bnp Paribas e Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili) hanno così deciso di siglare un accordo per rilanciare le aziende attive nel comparto edilizio_accordoconAnceperaziendeitaliane-1281951.html "") e dare nuova linfa al settore.

L’accordo Bnl - Ance si rivolge a circa 20 mila imprese attive in opere pubbliche, edilizia abitativa, commerciale e industriale, tutela ambientale, lavorazioni specialistiche e mira a supportarne i processi di internazionalizzazione, ritenendo l’espansione all’estero un fattore strategico fondamentale per rilanciare il mercato delle costruzioni e delle infrastrutture. L’iniziativa è finalizzata ad incrementare capacità produttiva, efficienza e competitività delle aziende coinvolte, promuovendone i nuovi progetti e supportandone i processi di esternalizzazione.