Family Act 2022: novità, bonus e aiuti per famiglie in arrivo grazie all’approvazione in Senato del disegno di legge che ha l’obiettivo di introdurre nuove misure e potenziare quelle già esistenti a favore della genitorialità, conciliare la vita lavorativa e familiare (con particolare attenzione al lavoro femminile) e contrastare la denatalità. 

Dopo la prima rivoluzione dei bonus famiglia avvenuta con l’introduzione dell’assegno unico e universale, il cosiddetto Family Act, presentato dal Ministro per le pari opportunità e la famiglia e dal Ministro del lavoro, di concerto con il Ministro dell’economia, porta ulteriori novità per sostenere i genitori nella formazione ed educazione dei figli, ma anche nella vita lavorativa. 

Particolare attenzione è data al lavoro femminile e all’equa condivisione dei carichi di cura. Oggi, infatti, lo squilibrio è ancora tangibile ed è fondamentale mettere a disposizione degli strumenti che facilitino il rientro delle donne nel mondo del lavoro, in particolare dopo il periodo di maternità. 

Il Family Act conferma sia l’assegno unico per i figli a carico, sia il bonus nido, ma, soprattutto, dispone nuovi bonus a sostegno dei genitori e agevolazioni anche per le giovani coppie. 

Vediamo, allora, cosa prevede il Family Act 2022 nel dettaglio e quali sono le nuove agevolazioni, bonus e aiuti per famiglie in arrivo. 

Family Act 2022: bonus e aiuti per famiglie e non solo assegno unico e universale

Il Family Act diventa finalmente legge e introduce nuove importanti novità per le famiglie italiane, già protagoniste di una rivoluzione cominciata proprio a gennaio 2022. 

Stiamo parlando dell’introduzione dell’assegno unico e universale, anticipato già a luglio dello scorso anno dall’assegno temporaneo, e i cui pagamenti sono partiti nel mese di marzo. Le famiglie, però, hanno già potuto farne richiesta a gennaio, seguendo le modalità indicate anche dal tutorial del canale YouTube Come Faccio A… che offre indicazioni brevi, ma precise su come richiedere il sostegno per i figli a carico fino ai 21 anni di età: 

Lo scopo dell’assegno unico e universale è stato quello di garantire un aiuto a tutte le famiglie, dai genitori che svolgono attività da lavoro dipendente ai lavoratori autonomi, fino anche a incapienti e disoccupati, includendo anche coloro che beneficiano del reddito di cittadinanza. 

La nuova misura ha, inoltre, inglobato a sé tutti i bonus famiglia esistenti in Italia, salvo poche eccezioni, per esempio il bonus nido.

L’Italia, però, non aveva ancora investito abbastanza sulle famiglie, risorsa fondamentale per il Paese. Ed è proprio in questa direzione che si muove il Family Act 2022: un pacchetto di nuovi bonus e agevolazioni, detrazioni fiscali e sostegni economici che non solo hanno l’obiettivo di favorire di incentivare le nuove nascite, ma anche di creare condizioni sempre più favorevoli alla costruzione di una famiglia, specialmente per il raggiungimento dell’indipendenza economica da parte dei giovani, e che presenti un’equa distribuzione del lavoro domestico. 

Family Act 2022, bonus e aiuti per famiglie: agevolazioni per lo studio e l’educazione

Con il Family Act, il governo si impegna a garantire, in tutta Italia, l’istituzione, ma anche il rafforzamento, dei servizi socio-educativi per l’infanzia e per l’adolescenza, offrendo sostegni alle famiglie per il pagamento delle rette scolastiche, sia per la scuola, ma anche per le attività sportive o altri corsi, per esempio, di lingua o teatro. 

In particolare, con prossimi emendamenti, il governo si impegna a garantire ulteriori misure di sostegno per le spese per: 

figli disabili o con patologie fisiche o psichiche, con disturbi dell’apprendimento, disturbi alimentari. 

Ulteriori bonus e aiuti per famiglie arriveranno non solo per l’acquisto di libri, diversi da quelli di testo, ma anche per altro materiale didattico, compresi beni informatici e agevolazioni e sconti su biglietti per l’ingresso a teatro, per i musei o per altri eventi culturali, compatibili con altre misure già in vigore, per esempio il bonus cultura.

Altri contributi, poi, potranno essere riconosciuti per sostenere le spese di frequentazione di corsi, in ambito sportivo, artistico (arte, teatro, musica), così come per corsi di lingua straniera

Family Act 2022, novità per i congedi parentali 

Come detto, il Family Act non ha solo lo scopo di introdurre nuovi bonus e aiuti per le famiglie, ma anche per riorganizzare e migliorare alcune disposizioni già in vigore. 

È il caso, per esempio, dei congedi parentali con alcune novità rilevanti, tra le quali: 

estendere la possibilità di beneficare dei congedi parentali anche per i figli fino a 14 anni; introduzione di modalità flessibili, soprattutto per i nuclei familiari monogenitoriali, per la gestione dei congedi; dare la possibilità ai genitori che lavorano di ottenere permessi retribuiti, della durata di almeno 5 ore, per partecipare attivamente alla crescita dei figli; stabilire un periodo minimo, di almeno 2 mesi, di congedo non cedibile all’altro genitore per ogni figlio. 

Inoltre, con il Family Act, si punta a prolungare il periodo di congedo per il padre che lavora e garantire un aumento dell’indennità per il congedo di maternità. 

Infine, il diritto al congedo di paternità, così inteso come per il genitore che lavora per aziende private, viene esteso anche ai lavoratori della pubblica amministrazione, nonché ai lavoratori autonomi. 

Family Act 2022, bonus affitto per l’indipendenza di giovani coppie, figli studenti e sostegni per le donne

Grande attenzione viene posta, inoltre, verso disposizioni che favoriscano l’indipendenza di giovani coppie e figli studenti. Il governo dovrà prevedere, infatti, nuovi bonus affitti, sia sotto forma di detrazioni fiscali per i genitori con figli che studiano all’università (con particolare attenzione ai fuori sede), sia agevolazioni fiscali per le giovani coppie e per famiglie in cui sia presente un solo genitore, fino a 35 anni, per l’acquisto della prima casa. 

Non solo, perché il Family Act prevede anche nuovi sostegni e agevolazioni per favorire l’attività lavorativa. Per i giovani con meno di 18 anni, infatti, si potrà beneficiare di agevolazioni fiscali per frequentare corsi incentrati sulle nuove professioni digitali e innovative, mentre per le imprese femminili verranno messi a disposizione dei fondi per i primi due anni dell’attività. 

Molti sono, inoltre, gli interventi rivolti a imprese e datori di lavoro, soprattutto al Sud, con l’obiettivo di creare un equilibrio tra vita lavorativa e vita familiare e, di conseguenza, incentivare il lavoro femminile. 

Family Act 2022 quando entra in vigore e dove leggere il testo completo

Il Family Act è stato approvato in Senato, con 193 voti a favore, il 6 aprile 2022, come si legge nel comunicato sul sito del Dipartimento per le politiche della famiglia. 

Sulle medesima pagina è, inoltre, possibile scaricare il testo completo e analizzare ciascuno dei 9 articoli contenenti le nuove disposizioni e l’intero disegno di legge. 

Le disposizioni presenti nel nuovo disegno di legge verranno applicate con successivi decreti da parte del governo, tramite l’intervento dei Ministeri coinvolti, tra cui quello delle pari opportunità, dell’economia e delle finanze, della cultura, dell’università e della ricerca e il Ministro per le disabilità. 

Si ricorda che l’assegno unico, invece, è già richiedibile (a partire da gennaio) e la domanda può essere inviata telematicamente sul sito INPS oppure tramite CAF e patronati.