Il Fascicolo previdenziale del cittadino dell’INPS è uno strumento fondamentale per lavoratori, pensionati e per cittadini che hanno inviato richiesta per una prestazione o bonus erogato dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale

Saper consultare il servizio online comporta innumerevoli vantaggi, in primis il fatto che si possano ottenere le principali informazioni semplicemente collegandosi al sito dell’Istituto, da casa e senza dover compiere spostamenti verso la sede territoriale più vicina, esattamente come avviene per altri servizi telematici come, per esempio, il cedolino della pensione.

Sono molti i servizi messi a disposizione, collegandosi al portale, tra cui la possibilità di seguire l’iter di una domanda inviata, e quindi sapere se questa si trova in lavorazione, se è stata accolta o, anche, se rifiutata, si possono indagare le ragioni. Non solo, perché attraverso il cassetto previdenziale si può anche avere una panoramica completa della propria posizione assicurativa e contributiva, stampare documenti importanti o conoscere le date di pagamento relative a prestazioni e agevolazioni. 

Consultare il Fascicolo previdenziale non è difficile. Prima di tutto, però, sarà necessario essere in possesso delle credenziali di accesso che, a partire dal 2021, non contemplano più la possibilità di entrare nell’area servizi tramite il PIN, ma solo attraverso credenziali maggiormente sicure. 

Come accedere al Fascicolo previdenziale del cittadino INPS: SPID, CIE o CNS

Pian piano le pubbliche amministrazioni si stanno avvicinando sempre più al cittadino, fornendogli strumenti efficaci per una più semplice e immediata comunicazione. 

È proprio con questo obiettivo che, negli ultimi tempi, c’è stata anche una modifica delle credenziali di accesso ai servizi online messi a disposizione da enti pubblici come l’Agenzia delle Entrate o, appunto, l’INPS. 

Se prima, infatti, era possibile accedere al sito dell’Istituto utilizzando il PIN, oggi le uniche credenziali che permettono di utilizzare i servizi telematici dell’INPS sono: 

SPID, cioè il Sistema Pubblico di Identità Digitale; CIE, la Carta d’Identità Elettronica; CNS, cioè la Carta Nazionale dei Servizi. 

Credenziali di accesso più sicure e che permettono di verificare l’identità dell’utente. 

Uno dei metodi più semplici per utilizzare i servizi telematici dell’INPS è accedere con SPID. Il Sistema Pubblico di Identità Digitale, infatti, è richiedibile anche online, scegliendo tra uno degli innumerevoli identity provider e in base ai servizi che questi ultimi offrono, a pagamento o gratis.

Fascicolo previdenziale del cittadino INPS: cos’è e quali sono le principali funzionalità

Sul sito dell’INPS è possibile usufruire di una vasta gamma di servizi online che ci permettono, in pochi click, di inviare richieste, ottenere informazioni, stampare documenti importanti, fare richiesta per la pensione e così via. 

Tramite il Fascicolo previdenziale del cittadino, per esempio, si ha l’opportunità di avere sotto controllo tutte le informazioni che riguardano le recenti comunicazioni con INPS, le domande inviate, nonché seguire gli step di domande dall’iter più lungo come l’invalidità civile. 

Qui di seguito, alcune delle principali funzionalità del Fascicolo previdenziale INPS:

 visualizzazione dei provvedimenti emessi dalla Gestione Dipendenti Pubblici; visualizzazione delle lettere di accoglimento e rifiuto delle domande di pensione; ottenimento delle principali informazioni sulla propria posizione assicurativa e contributiva; informazioni sulle domande di invalidità civile visualizzazione del certificato medico introduttivo, nonché delle domande inviate; visualizzazione e stampa di modelli e certificazioni fiscali. 

Inoltre, nel Fascicolo previdenziale del cittadino si ha anche la possibilità di ricorrere a servizi online come INPS Risponde. Il servizio, in realtà, è aperto anche a coloro che non effettuano l’accesso con le credenziali, benché in quest’ultimo caso le richieste siano di certo facilitate, dal momento che l’accesso permette anche un più facile reperimento, da parte degli operatori, delle singole prestazioni o pratiche per le quali si stanno chiedendo dei chiarimenti. 

Se non conosci ancora INPS Risponde, consigliamo la lettura del nostro approfondimento INPS Risponde, come funziona: servizio per solleciti e info in cui ci sono tutti gli step per l’utilizzo, ma anche tutti gli altri modi, online e non, per contattare INPS. 

Come controllare lo stato di una domanda nel Fascicolo Previdenziale del Cittadino INPS

Una delle funzionalità più interessanti del Fascicolo Previdenziale INPS è la possibilità di seguire l’iter di una propria domanda per prestazioni o bonus erogate o gestite dall’Istituto. 

Questo anche perché non solo si ha subito l’opportunità di scoprire di un eventuale rifiuto della propria richiesta, ma anche per comprendere quali sono state le ragioni per le quali l’INPS l’ha rigettata. 

Per esempio, all’interno del Fascicolo previdenziale INPS hai la possibilità innanzitutto di controllare l’ultima voce del menu, cioè la “Cassetta Postale online”. È qui, infatti, che l’Istituto può aver inviato messaggi relativi alla pratica o richiesta di documenti omessi. 

In linea generale, se si vuole conoscere lo stato della domanda sul sito INPS basterà cliccare nel menu a sinistra la voce “Prestazioni” e, nel menu a tendina che si apre, “Richieste presentate”. 

Lì si avrà la possibilità di verificare se la propria domanda: 

è in istruttoria: la domanda è stata correttamente inviata, ma l’INPS deve ancora procedere alla lavorazione; in lavorazione: l’INPS sta lavorando la domanda, effettuando verifiche e controlli necessari; è stata accolta: la richiesta è andata a buon fine; è stata respinta: la richiesta non è andata a buon fine, la domanda è stata rigettata. 

Come controllare un pagamento nel Fascicolo previdenziale del cittadino INPS

Il cittadino, poi, non ha solo la possibilità di verificare lo stato della domanda inviata, bensì anche di controllare le date di pagamento per le prestazioni che ha richiesto. 

Anche in questo caso, una volta collegatisi al sito INPS, si dovrà ricercare nella barra di ricerca “Fascicolo previdenziale del cittadino”, inserire le credenziali ed effettuare l’accesso. Nel menu a sinistra, ancora una volta cliccare su “Prestazioni”. Stavolta, però, nel menu a tendina cliccare su “Pagamenti”.

Nella pagina che si aprirà verranno visionati i pagamenti eseguiti relativi alle richieste inviate, ordinati in base all’anno di erogazione. È inoltre possibile ottenere anche maggiori informazioni, cliccando su Prestazione relativa all’anno desiderato, per visualizzare l’importo pagato, l’ufficio pagatore, le date di disponibilità del pagamento. 

Come visualizzare l’estratto conto contributivo dal Fascicolo previdenziale del cittadino INPS

Il Fascicolo previdenziale è un ottimo strumento anche per i lavoratori, pubblici o privati, che vogliano avere una panoramica della propria situazione contributiva per verificare la regolarità dei contributi versati autonomamente o versati dal datore di lavoro e intervenire laddove si dovessero presentare discordanze. 

In effetti, accedendo al servizio INPS, si ha la possibilità di accedere al proprio estratto conto contributivo, semplicemente collegandosi al Fascicolo previdenziale e cliccando prima su “Prestazioni” e poi su “Consultazione Estratto conto contributivo”.

In una sola tabella, infatti, vengono raccolti tutti i periodi di contribuzione, con la tipologia di contributi, la retribuzione e i rimandi al datore di lavoro.