Tra i metalli l'alluminio è quello che, grazie anche a processi sempre più innovativi, sarà in grado di apportare vantaggi legati non solo alla sua elevata resistenza e bassa erosione, ma anche al risparmio economico ottenibile peraltro anche in settori che, oltre a quello classico dell'automotive, spaziano dalla medicina al settore sportivo. Per la fornitura di fluoruro di alluminio l'Italia ha un'azienda leader a spiccata vocazione internazionale come la Fluorsid che, grazie a numerosi brevetti ed a tecniche di produzione all'avanguardia, è ormai diventato un player globale nel campo dei fluoroderivati che sono sempre più richiesti nell'industria metallurgica ma anche nei settori legati al vetro, alle ceramiche ed agli smalti.

Cosa produce Fluorsid

In particolare la Fluorsid, che detiene tra l'altro il brevetto per i biscotti fluoritici, produce nei propri stabilimenti non solo fluoruro di alluminio, ma anche gesso granulare, criolite sintetica, fluorite essiccata, acido solforico, anidrite ed acido fluoridrico 40%.

Fluoroderivati inorganici, il leader mondiale è sardo

Facendo leva su brevetti e tecnologie proprietarie, su una capacità produttiva in costante crescita, e sull'adozione di processi innovativi, Fluorsid Group sia così diventato il maggior produttore mondiale di fluoroderivati inorganici con una vocazione spiccatamente internazionale. L'Italia può infatti vantare non solo il fatto che Fluorsid Group è il primo player mondiale nel proprio core business, e che sia sardo, ma anche che si tratti di una società che esporta in 30 Paesi del mondo la propria produzione per una quota pari a ben il 95% del totale. Il fluoruro di alluminio e la criolite sintetica, materie prime chiave per la produzione dell'alluminio, sono i due prodotti che hanno decretato il successo di Fluorsid.